sport

Le Viperette in trasferta a Parma

venerdì 23 maggio 2014
Le Viperette in trasferta a Parma

Domenica 25 maggio sui campi della Cittadella del Rugby a Parma, la squadra femminile seniores dell’Unione Orvietana Rugby sarà impegnata nell’ultimo, e più importante, appuntamento della stagione sportiva, le finali di Coppa Italia di rugby a sette. Delle 72 squadre che hanno partecipato ai vari gironi interregionali 36 si troveranno nella città dell’Emilia Romagna divisi in due gironi: l’Elite dove le prime tre classificate dei vari raggruppamenti interregionali si contenderanno il primo posto e quindi la coppa, il Plate nel quale altre 16 società giocheranno per il 21° posto.
Le Orvietane sono inserite nel girone Plate e nella loro poule (F) affronteranno, nell’ordine Imola Rugby, Cus Pavia e Rugby Etruschi Livorno.

La seconda partecipazione a questo evento per una compagine nata a Novembre 2012 è comunque un risultato importante sia dal punto di vista sportivo che dal punto di vista organizzativo.
Dal punto di vista sportivo perché le Viperette nel proprio girone hanno dovuto affrontare Cus Roma e Rugby Frascati, due delle squadre favorite per giungere alla finale per il primo posto e altre squadre, molto attrezzate dal punto vista tecnico come il Sambuceto Rugby pure inserita nel girone Elite come terza classificata e All Reds Roma, inserita nel girone Plate. Dal punto di vista organizzativo perché l’Unione Orvietana Rugby, come peraltro altre società, ha gestito questa stagione basandosi esclusivamente sul volontariato degli allenatori, anche autisti la domenica, sulla instancabilità e multifunzionalità di qualche dirigente, sull’entusiasmo anche nelle giornate difficili delle atlete.

Quello che è stato fin qui più importante, più che le gioie delle vittorie, sono le emozioni che le ragazze sono riuscite a trasmettersi e a trasmettere a chi le seguiva nelle loro partite, la loro capacità, cresciuta nel tempo, di versare sudore, lacrime e sangue (anche se non sempre, non solo metaforicamente) e di uscire dallo spogliatoio sorridenti. Certo ci sono stati momenti difficili ma la loro capacità di ritrovarsi e reagire ne ha fatto un gruppo sempre coeso nell’affrontare le proprie avversarie. Questa trasferta è dunque il meritato premio per un cammino di crescita sportiva che queste ragazze hanno percorso e anche se nel rugby vincere o perdere non è l’unica cosa che conta le Viperette vogliono tornare da Parma con più vittorie possibili. Poi sarà il momento delle riflessioni per trovare il modo e le risorse per tenere il più unito possibile questo gruppo, per allargarlo e possibilmente per farlo ulteriormente crescere, magari partecipando anche al campionato nazionale di rugby a sette.

Commenta su Facebook