sport

Telematica Orvieto Basket. Occhi puntati sul progetto Under 19/serie D

martedì 25 febbraio 2014
Telematica Orvieto Basket. Occhi puntati sul progetto Under 19/serie D

Non è solo la serie B la novità dell'anno nell'ambiente cestistico orvietano. C'è infatti un'altra piccola realtà che sta crescendo e sta pian piano conquistando risultati ed obbiettivi che, inizialmente, sembravano insperati. Il progetto Under 19/serie D, nasce da un'idea di Damiano Paloni e Mattia Cortelli, entrambi vogliosi di far continuare l'esperienza Arrapaho in una categoria mai come quest'anno competitiva a causa della rivoluzione dei campionati.

Allo stesso tempo, l'obbiettivo è stato quello di cercare di inserire in tale contesto agonistico non solo i giovani dell'Under 19 Orvieto Basket ma, al fine di garantire una crescita costante in vista di un miglioramento per la prima squadra, anche quei giovani che non rientrano più nelle squadre under e si trovano in quella delicata situazione di passaggio tra giovanili e campionati senior. Il livello qualitativo delle giovanili è spesso altalenante, soprattutto in una piccola realtà come quella umbra, è per questo motivo che un approccio più diretto con un basket senior (più fisico e più tecnico) non può che far migliorare tali ragazzi più rapidamente, forgiandoli in maniera concreta e rapida.

Dopo un inizio pieno di dubbi, gli stessi ragazzi si sono ricreduti e ora appaiono entusiasti di affrontare un campionato di così buon livello. "Penso sia un campionato tosto, fisico ed importante" afferma Simone Trinchitelli, già costantemente nel roster della serie B, "è un campionato senior dove si incontrano giocatori con molta esperienza che hanno militato in categorie superiori. Per noi che siamo una squadra con molti ragazzi giovani è una grande opportunità poiché possiamo farci le ossa e migliorare su molti aspetti come giocatori e come persone". Dello stesso avviso anche altri ragazzi che in serie B, a causa dell'alto livello tecnico e fisico hanno trovato poco spazio, pur riuscendo a "rubare" qualche minuto a giocatori più affermati.

"Bob" Quercia e Laerte Frosinini si dicono entusiasti di questo campionato e di questo progetto, dichiarando anche di essere sorpresi dal livello del campionato, forse un po' "snobbato" fino adesso. I Giovani, però, non possono crescere se non aiutati da giocatori più navigati, ed è per questo che oltre ad alcuni elementi del gruppo storico della serie D, che fanno sudare i più piccoli al fine di meritarsi il posto, l'inserimento della "chioccia" Valerio Abet è apparso molto adeguato per il miglioramento del gruppo. E' proprio Valerio ad affermare che "il gruppo si sta formando, serve solo trovare più continuità, ma visto il livello del campionato stiamo facendo grandi cose".

Grande merito dei risultati raccolti fino adesso va sicuramente dato a coach Olivieri, già vice della serie B, che si è seduto sulla panchina di questa squadra con grande serietà e passione, riuscendo a gestire alla perfezione il mix formato da giovani ed esperti. I ragazzi dell'under 19 in qualche occasione hanno, inevitabilmente, faticato, sia fisicamente che mentalmente. Il salto da un campionato giovanile ad uno senior è difficile e occorrerà ancora molto tempo affinché possano essere pronti ed avere una continuità di rendimento. Roma non è stata costruita in un giorno e con pazienza, impegno e dedizione, riusciranno a guadagnarsi minuti importanti anche in un campionato di gente esperta e fisicamente più dura di loro.

Non va dimenticata, inoltre, anche la formazione di promozione. I nostri "All Scars" racchiudono un bel gruppo di vecchie glorie, ex giocatori e giovani che per un motivo o per un altro non hanno avuto modo di continuare l'attività al termine del settore giovanile. Un'idea importante, perchè non solo da la possibilità di continuare a divertirsi a molto giovani orvietani ma, allo stesso tempo, consente una bella ed ulteriore possibilità, a chi fatica in serie D, di poter giocare e farsi trovare pronto in un futuro prossimo. Un ringraziamento va al mitico coach T, Andrea Grillo, sempre paziente e volenteroso, che ha colto l'occasione di misurarsi in questa avventura per crescere e fare esperienza come coach nel primo campionato senior regionale.

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio