sport

La Libertas si conferma nella due giorni di Fabriano

martedì 19 maggio 2009
di Ilaria Moscatelli
La Libertas si conferma nella due giorni di Fabriano

Sabato e domenica la pista marchigiana è stata il teatro di scontro delle società delle regioni Umbria e Marche per il campionato Assoluto di Società. Con 18mila667 punti, lo squadrone orvietano, centra subito il secondo posto provvisorio dietro l'armata dell'Avis Macerata zeppa di atleti nazionali. Tra questi anche l'umbro Giovanni Faloci che nel disco con la misura di 62.56, centra la qualificazione per i prossimi Mondiali. Gli orvietani partono subito forte con la gara dei 110 ostacoli, dove schierano uno degli assi della formazione come Francesco Bovi che nonostante un vento a favore non gradito all'atleta, riesce a mettere a segno un importante 14"86 che lo porta al terzo posto. A seguire c'è Christopher Gandola che migliora il suo personale abbattendo nettamente il muro degli undici secondi nei 100 metri piani con il tempo di 10"88 che gli vale la medaglia di bronzo.

Esordisce egregiamente nella specialità, anche il giovanissimo Tommaso Ranchino classe 1993, che conquisto un ottimo 11'92. Passando alle pedane dei salti, e precisamente nel triplo, Paolo Piergiovanni, new entry nella squadra orvietana, è quarto con la misura di 13.69 metri. Nel lanci, Giacomo Galeotti, altro importnate acquisto della formazione orvietano, che scaglia il suo giavellotto a 56.61 Alla sua prima prova nei 1500, Luca Scardetta mette a segno invece , un promettente 4'24"85. Per finire in bellezza la prima giornata, arriva il risultato delle staffette con il terzo posto della 4per100 formata da Piergiovanni, Bovi, Bader, GAndola che concludono sul 43", 19.

Anche gli allievi fanno il loro risultato con il quartetto composto da Ranchino, De bellis, Ceban e Fiorenza che ottiene un ottimo 47"58, migliorando di un secondo e mezzo il tempo ottenuto ai Giochi della Gioventù. La seconda giornata prosegue con altri risultati di rilievo, come quello siglato dal martello di Paolo TAnzi che segna un ottimo 40.12. La coppia Stocchetti - Gandola si fa sentire invece nei 200. Il primoforte della prestazione poco esaltante della giornata precedente, ottiene un ottimo 22"50, otto centesimi dopo è invece il tempo di Gandola. Jacopo Moscatelli negli 800 metri, con una gara accorta ottiene il personale di 1'59"32. Bene Porru nel salto in alto con la misura di 1.80 dopo aver sfiorato l'1.86, mentre nel lungo è ancora la coppia Moio- Piergiovanni per la Libertas. il primo nonostante sia ancora dolorante riesce ad andare sopra i sei metri e il secondo a 6.34.


Come ogni anno, l'esaltazione della squadra viene vissuta intorno alla staffetta 4per 4000 dove il quartetto orvietano composto da Bader, Moscatelli , Settimi, Stoccchetti, combatte alla pari fino all'ultimo, con la stellare Avis Macerato chiudendo la gara con un ottimo 3'25"47, con ben otto secondi di scarto dal tempo siglato nella passata edizione. La grande soddisfazione del team sta tutta all'uscita dei risultati finali, dove si verifica che oltre ad essere secondi, mancano 1400 punti per la conferma della serie A1. Da ricordare è comunque che la Libertas Orvieto è scesa in pista con l'assenza di altre tre pedine importanti come Bihi abdel akim, Haibel Mourad e RAbai, il lanciatore Sgrazzutti, il siepista Federico Montini, e la nuova prova di Giacomo Befani. Gli atleti si confronteranno con il Cds, nella seconda prova prevista per luglio sempre a Fabriano. Ilaria Moscatelli.

Commenta su Facebook