advertising
sport

La Coar Orvieto inizia bene l'ultimo poker.

domenica 22 marzo 2009
di davide

COAR - AURELIA: 4-2. COAR: Canini, Granati, Capotosti, Pazzaglia, Cerrotta, Pellegrini, Pirati, Akira, Chiucchiurlotto, Pantarelli, Aldi, Carpinelli. All. Lima. AURELIA: Maresca, Pascale, Marcucci, Cece, Zaffiro, Pratesi, Angilletta, Mantovani, Merli, De Vincenzo, Tonello, Benedetti. All. Zaffiro. ARBITRI: Maurici, Balli (PO), Raffaelli.

E siamo a -3; queste le gare dal termine del campionato che andranno necessariamente vinte per cercare di arrivare al traguardo A2. In fatti la Coar ha superato il primo dei 4 ostacoli post Fiumicino, vale a dire l'Aurelia. Una gara che inizialmente ha fatto preoccupare i sempre numerosi tifosi accorsi al Palasport. La Coar scesa in campo infatti è apparsa ben diversa da quella dei "leoni" vista a Fiumicino. A tratti troppo superficiale e rilassata, il che dava alla gara dei ritmi molto blandi, anche perchè l'Aurelia, a parte lo spunto al 1' con la parata di Carpinelli su De Vincenzo, non dava preoccupazioni. Per fortuna Capotosti sblocca al 7' un doppio tentativo prima parato da Maresca, ma le cose non cambiano molto. L'Aurelia non esce comunque allo scoperto ed i ritmi rimangono lenti. Altre occasioni per De Vincenzo, è bravo Carpinelli in una di queste, poi Chiucchiurlotto al 13', un errore clamoroso di Tonello al 18' e, com'era nell'aria al 19' pareggio di Marcucci per l'Aurelia, dopo un'azione un pò confusa. Ad inizio ripresa la Coar sembra aggredire di più ed al 7' Pellegrini fa partire un missile dei suoi che trafigge Maresca. L'Aurelia sorprende tutti, non sembra essere intaccata dallo svantaggio e non va oltre la propria metà campo, atteggiamento attendista all'ennesima potenza, pur essendo sotto. Al 5' viene quindi punita da Capitan Pirati, che anche oggi mette il suo sigillo deviando in rete un bel cross dalla sinistra di Akira. 3-1. Qui la Coar si siede un pò sugli allori e l'Aurelia reagisce ed al 9' sempre Marcucci al volo raddoppia per i suoi. La Coar però rimette al sicuro il vantaggio con Akira che resiste ad un netto fallo e batte di nuovo Maresca al 13' per il definitivo 4-2, non più intaccato dall'Aurelia nemmeno con l'uso del portiere volante. Ed ora si pensa all'ostacolo Polaris, che avendo vinto ad Albano è sicuramente meno con l'acqua alla gola in chiave play out, ma ovviamente, come piu volte detto alla Coar questo non deve interessare. Nel frattempo ottime notizie per l'U21, che si è qualificata per i play off scudetto nazionali e se la vedrà nel primo turno con la Studio 4 Bologna. Andata il 25/3 a Bologna e ritorno ad Orvieto il 29/3

Commenta su Facebook