sport

Castellana e solidarietà

lunedì 26 maggio 2008
di davide
Sempre più integrata nel tessuto sociale e con le corrette attenzioni alle buone maniere, l’Associazione della Castellana ha individuato, nella cena sociale, l’occasione per ringraziare pubblicamente gli oltre 80 collaboratori i quali, a vario titolo, hanno “pilotato” verso il successo la 36^ cronoscalata orvietana. Un’edizione, quella da poco in archivio, che appare destinata a non essere l’ultima fasciata con il gagliardetto tricolore. E ciò perché il gruppo che guida il sodalizio preferisce l’essere all’apparire, è compatto, motivato e si affida ad una passione trasparente, che è poi il suo vero punto di forza. Un movimento, quello creatosi attorno allo sport dell’automobile, cresciuto in modo capillare e rafforzato dalla nascita di una nuova società sportiva verso la quale l’Associazione “storica”ha il massimo rispetto. Ed è proprio questo il presupposto per avviare un sereno confronto dal quale far emergere le linee guida per gli appuntamenti motoristici del prossimo anno. Quelli della “Castellana”, come piace definirli agli orvietani, anche quest’anno non hanno mancato un qualificante gesto di solidarietà, destinando parte del ricavato della lotteria, all’associazione “Andromeda” rappresentata, nella circostanza, dalle signore Atonia Biscardi ed Olga Ambrogi. Attiva da circa due anni, l’associazione, con sede in via degli Aceri, ha come presidente la sig.ra Monia Mariani. Fondata sul volontariato, assiste giovani ed adulti diversamente abili. Presenti alla serata gli ispettori Stefano Spagnoli e Sandro Livi, rappresentanti la Polizia di Stato, ai quali il presidente della Castellana Luciano Carboni ha consegnato un’artistica targa ricordo per l’apprezzato ed importante spirito collaborativo messo in atto nei giorni della manifestazione.

Commenta su Facebook