advertising
sport

Settimana di soddisfazioni per l'Aprilia Orvieto Bk

lunedì 10 dicembre 2007
Settimana incredibile dal punto di vista dei successi in casa Orvieto. Infatti quella appena terminata è stata una settimana in cui tutte le squadre giovanili orvietane hanno riportato altrettanti successi: iniziando dagli under 14, a seguire dagli under 15, dagli under 17, dagli under 19 , dagli under 21 finendo sicuramente con la vittoria più desiderata quella dell’Aprilia di C1 a danno del Fabriano. Proprio quest’ultima è stata una vittoria che era nell’aria da tempo e che era stata rinviata per ben tre gare perse agli ultimi secondi addirittura con il tiro del sorpasso in mano. E pensare che la squadra incontrata è di una caratura tecnica molto superiore al Massa affrontato domenica scorsa, caratura che già si incontra in alcune squadre di serie B. Infatti il Fabriano dopo una sofferta salvezza nella stagione precedente sicuramente lontana dalle aspettative iniziali, riparte a settembre da coach Di Giovanni arrivato nella seconda parte dell’ultima stagione,operando importanti variazioni nel roster a disposizione. Confermato il play Pellacchia con il giovane Jacopo Pecchia come alter ego nel ruolo (dalla Spider Fabriano C2 e in doppio tesseramento con Fabriano A2); importante il nome di Cristian Corsini nel ruolo di guardia titolare, reduce da un anno difficile a Cagli ma protagonista in tante belle stagioni a Senigallia; nel ruolo di ala è stato perfezionato il ritorno di Quercia da Assisi e per chiudere il reparto esterni è arrivato da Castelraimondo l’’87 Giorgio Karapetsas. Il pacchetto lunghi vede la conferma dell’esperto Pedrotti e l’arrivo del solido ed altrettanto esperto Tortolini, classe 1969, (da Ancona) che sostituisce l’eterno Venturi (destinato alla C2 marchigiana); perfezionato anche l’ingaggio di Diego Benini, in arrivo da Gubbio per sostituire il partente Conti ed ormai ristabilito dal brutto infortunio dello scorso anno. Il pacchetto under verrà completato dall’’88 Piloni ex San Severino ed in orbita Fabriano di A2, oltre all’’87 Alessandro Alesse reduce dall’esperienza di Sarno in C1. Squadra sicuramente di livello alto con una batteria di lunghi decisamente completa. Nel campionato Fabriano ha vinto cinque gare su sei in casa, cambia allenatore per strada , e con l’arrivo di Castorina va addirittura a vincere a Castel Guelfo, poi la sconfitta inaspettata di domenica in casa con la ritrovata Salus Bologna. Invece l’Aprilia Orvieto dopo tre gare perse di due punti nei secondi finali, malgrado alcuni giocatori non ancora recuperati al cento per cento (Negrotti con una caviglia che da dieci giorni non gli permette di allenarsi al massimo, Olivieri recuperato in estremis per problemi alla schiena, problemi che affliggono da giorni anche Guazzeroni e Vulekovic) entra in campo convinta di essere in debito con la classifica e decisa a portare a casa a tutti i costi questo delicato incontro. Così è stato dando ancora una dimostrazione di poter convivere e dire la propria in questo girone che l’ha vista combattere alla pari contro ogni squadra che ha affrontato fino ad ora. Per la cronaca, l’inizio, a parte il due a zero per i marchigiani, sembra più di marca biancorossa che tiene sembre le redini del gioco contrastata solo dai canestri dentro la zona del centro Tortolini, ai quali risponde Vulekovic con altrettanti cesti di pregevole fattura. Equilibrio, anche se con leggeri vantaggi orvietani, fino al quinto minuto del secondo quarto (29 a 29) quando poi le penetrazioni dell’immarcabile Varriale permettono alla squadra di Zannini di chiudere il tempo sul più 9 (45-36). Anche il terzo quarto, malgrado i tentativi di rimonta di Quercia e compagni , l’Aprilia è attenta a non farsi riavvicinare così sarà 40 a 48 al 25’ e 65 a 57 allo scadere del terzo quarto. Nell’ultimo quarto insieme a tutto il gruppo soprattutto in difesa, sale in cattedra Guazzeroni che con 8 su 8 dalla lunetta e quattro su cinque da sotto ricaccia in dietro la rimonta di Bedini e soci riavvicinatisi pericolosamente sul 73 a 68 al 35’. Si chiuderà con due recuperi e relativi contropiedi di Negrotti suggellati da due liberi di Berrocal dalla lunetta che incrementeranno oltre che il vantaggio (90 a 76) anche la sezione statistiche con un 26 su 32 dai liberi che significa l’81%. Prossimo incontro sarà domenica prossima a Recanati ore 18.00, in casa della prima in classifica raggiunta proprio domenica dalla corazzata Urbania, incontro al quale già da domani i giovani orvietani cominceranno a prepararsi consci che nessuna partita è scontata prima di averla affrontata. ORVIETO - FABRIANO 90 - 76 Parziali: 24-21, 21-15, 20-21, 25-19 Orvieto: BERROCAL 9, SALUCCI 7, PICCIAIA, PATRIGNANI 9, VULEKOVIC 9, NEGROTTI 14, OLIVIERI 2, GUAZZERONI 16, VARRIALE 19, GUIDI 5. ll. ZANNINI Fabriano: PEDROTTI 9, PELLACCHIA 5, TORTOLINI 22, KARAPETSAS, CORSINI 5, PECCHIA 5, QUERCIA 14, BENINI 14, BIANCHI 2, PILONI. ALL.CASTORINA . Arbitri: VENDITTI ED APREA DI ROMA

Commenta su Facebook