sport

Il Magione batte la Coar Orvieto per 3-1.

sabato 16 dicembre 2006
di davide
COAR - MAGIONE: 1-3 COAR ORVIETO: Teodori, Scandiuzzi, Capotosti, Pazzaglia, Capoccia, Pellegrini, Coppola L., Lima, Chiucchiurlotto, Iaconissi, Fringuello. All. Lima. MAGIONE: Filippi, Colarusso, Abraham, Mecucci, Vanderlai, Russo, Rosselli, Maggioni, Albani, Moutakil, Vescovi, Fiorucci. All. Vanderlei. Va al Magione il derby umbro di serie B di calcio a5; i cugini della provincia di Perugia raggiungono i biancorossi della Coar in classifica espugnando palasport di Orvieto per 3-1. La Coar inizia in difficoltà, fatica a prendere le misure ad una squadra compatta e tenace come il Magione, trascinata da un'autentico "uomo-squadra", l'allenatore, giocatore brasiliano Vanderlei, in grado di fare tutto da se e mettere costantemente in difficoltà chiunque incontri. Il Magione impegna Carpinelli con Maggioni all'8', ma lo stesso portiere non può nulla 2 minuti dopo, quando il marocchino Moutakil piazza in rete un tap-in vincente portando in vantaggio i suoi. La Coar prova a reagire, ma il Magione è un fiume in piena ed al 15' Carpinelli è fenomenale a togliere dalla porta da terra un colpo accidentale di Pellegrini diretto in rete, dopo un tiro degli ospiti. Gli ospiti però giungono ai 6 falli e al 17' e 18' Pellegrini calcia due tiri liberi, entrambi fuori, entrambi alla destra del portiere Filippi. A questo punto la Coar sembra più reattiva ed al 19' viene premiata quando su un rinvio di Carpinelli, Pellegrini piazza in rete di testa per il pareggio. La ripresa appare maggiormente equilibrata; Capoccia ha un'occasionissima al 4' su uno schema, ma calcia alto da due passi; così dopo circa dieci minuti di bel calcetto, Carpinelli viene beffato da un diagonale non irresistibile di Albani dalla destra. Dopo il nuovo vantaggio ospite la Coar sembra perdere un pò di lucidità e spesso il Magione ne approfitta; i biancorossi ci provano in ogni modo, ma la porta di Filippi appare inviolabile. A -3 dal termine Mister Lima entra come portiere volante e, dopo un fallo di mano abbastanza netto di Albani in area, sul quale l'arbitro fa proseguire, la Coar viene punita con il classico gol a porta vuota su una palla persa e recuperata dallo stesso Albani. Il forcing finale della Coar non serve a nulla ed il risultato non cambia. Una bella gara, un risultato che premia il Magione, apparso spesso superiore ai biancorossi forse più nelle individualità che nel gioco corale; unica soddisfazione i sinceri complimenti dei perugini che definiscono la Coar come la squadra più forte sin qui incontrata da loro. Ora il Palextra Fano, vittorioso sul Montecastelli, guida solitario la classifica e la Coar rimane seconda insieme a Magione ed Acqua e Sapone, con l'Angolana sorprendentemente sconfitta dal Marina CSA che perde terreno. Niente pause per la Coar, che martedi sarà impegnata a Rieti per un triangolare amichevole di prestigio insieme a Radio Mondo Rieti C5 e Ciampino C5; dalle 19.00 il primo incontro tra Rieti e Ciampino, il secondo tra Coar e R.M.Rieti e l'incontro finale tra Coar e Ciampino. un evento che introdurrà la Coar in un fine settimana pre-natalizio che si preannuncia di grande intensità.

Commenta su Facebook