sport

Una Romeo Menti poco pungente rischia di essere punta.

giovedì 12 gennaio 2006
di Marcello Basili
Domenica 8 gennaio una deludente Romeo Menti tra le mura amiche non riesce ad avere ragione di una apatica Vis Foligno: risultato di paritŕ, scaturito da una mancanza di goals ma soprattutto di gioco, un pareggio a reti bianche da dimenticare in fretta. Per i biancocelesti la prima partita del nuovo anno poteva e dovevva rinfrancare l'ambiente, un risultato positivo avrebbe fatto fare quel salto di qualitŕ che manca da tempo. Certamente il fondo deteriorato dalle gelate notturne, e reso poi poltiglia con l'aumentare della temperatura, non ha favorito il collettivo di Mister Baldini, che annovera nelle sue fila giocatori di elevato spessore tecnico. Il direttore di gara ha contribuito a complicare tutto, infatti all'8' del primo tempo chiudeva un ochio, o forse anche tutti e due, quando Diego Pagnotta veniva letteralmente travolto in area avversaria. Incredibile ma vero il sig. Cini non ravvisava la scorrettezza facendo scaldare gli animi sulle gradinate.
Si č lottato molto a centrocampo ma le precarie condizioni del fondo spesso hanno condizionato la mancanza di precisione con lanci lunghi velleitari, preda spesso della difesa avversaria. I gemelli Pagnotta, Lombardelli, veri motori dai molti cavalli, distinitisi in altre occasioni per determinazione e validitŕ atletica, in questo frangente hanno mostrato dei limiti, dipesi forse anche dal grande dispendio di energie che l'incontro ha richiesto. Buona la prova di Cenerotti, sempre attento e puntuale in ogni intervento. Non da meno il tempismo e la classe di Cupello, che almeno in un paio di occasioni ha salvato il risultato con la consueta eleganza. Samuele Baldini e Picciolini, ligi al dovere, hanno assolto il loro compito non disdegnando di spingersi all'occasione anche in avanti, cercando di far salire quanto piů possibile i compagni. Tiberi, ragazzo di qualitŕ, non ha demeritato ma sicuramente sa esprimersi ad altri livelli. Nel reparto offensivo stenta a trovare la sua forma migliore Bartolini, che con il pallone tra i piedi č superlativo, poi perň le sue giocate non trovano la giusta conclusione, c'č da chiedersi se perchč lui stesso č troppo lezioso o se non trova la giusta collaborazione per chiudere bene l'azione. Alessio Pontremoli fisicamente ineccepibile, ottimo spessore tecnico, buona visione, ma ultimamente non riesce affatto ad assemblare tutto il potenziale di cui č dotato e la prestazione ne risente fortemente. Mister Valentino Baldini, vista la situazione di stallo, nel secondo tempo ha fatto ricorso all'esperienza di Moreno Baldini e alla freschezza di Riccitelli, per dare un sussulto ad una partita che andava spegnendosi con il trascorrere dei minuti. Forse questi innesti andavano fatti prima, visto che i giocatori sostituiti avevano speso tutto giŕ da tempo; ma si sa, ognuno in proposito ha un proprio convincimento che non sempre coincide con quello del tecnico. E' tempo di archiviare questo passo falso e preparare al meglio il prossimo incontro da disputare in casa di una Junior Campomaggio che si presenta come un collettivo solido e che certamente vorrŕ riscattere la sconfitta subita ad opera del Montefranco.

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 gennaio