sport

La Pergolese gioca a tennis con l'Orvietana

lunedì 18 ottobre 2004
di Gabriele Anselmi

Finisce in goleada la trasferta esterna dell’orvietana sul campo della Pergolese. Gli uomini di Roberto Borrello, non possono nulla contro la squadra più in forma del campionando piegandosi addirittura ad una 6 – 2 che suona quasi come una umiliazione. Certamente questo era un risultato pronosticato già alla vigilia, sicuramente non di questa entità, comunque la sconfitta era nell’aria. In questa fase non va colpevolizzato nessuno ma le assenze in difesa sono state determinanti per l’esito della partita.

L’assenza di Madocci ancora alle prese con il recupero fisico dopo l’operazione allo zigomo e la squalifica di Miale avevano costretto il mister biancorosso ad organizzare una squadra decisamente meno competitiva rispetto alle formazioni di inizio stagione. La difesa completamente stravolta ha visto scendere in campo l’inedita coppia centrale Petrassi – Croccolino. I ragazzi avevano sulle spalle un peso importante che sono riusciti soltanto a sopportare per un tempo. L’inizio è stato un vero e proprio disastro. La Pergolese dopo un minuto era già passata in vantaggio con Cossa, ha raddoppiato otto minuti più tardi con Bonfigli e poi ha fatto tris al quindicesimo con Piaggio.

Per l’Orvietana un colpo da rimanerci stecchiti, invece la squadra di Borrello è riuscita a trovare l’assetto e iniziare una sorta di rimonta. In due minuti l’attaccante Mario La Cava ha fatto tornare il sorriso ai suoi compagni, prima al venticinquesimo trasformando un rigore che lui stesso si era procurato e tre minuti più tardi con un colpo di testa su assit di capitan Chiasso. Un uno due che ha messo paura ai padroni di casa. L’Orvietana ha tirato fuori la testa cercando anche di ottenere il pareggio, ma gli sforzi si sono rivelati vani quando ad un minuto esatto dalla fine del primo tempo Silvi ha colpito in area la palla del quarto goal per i locali. Un colpo che ha chiuso definitivamente la partita.

L’Orvietana è tornata negli spogliatoi senza più le forze mentali per riorganizzarsi, alla ripresa la partita si è lentamente spenta. Per la Pergolese è stata una passeggiata tornare nuovamente al gol: Piaggi ha fatto ammirare a tutti le sue doti di tiratore quando al ventottesimo del secondo tempo con una bordata da trenta metri ha messo la palla sotto l’incrocio. Ha chiudere i conti ci ha pensato poi Bonfigli con una punizione ha scavalcare la barriera. Tra i biancorossi ha fatto il suo esordio anche il neo acquisto Marco Braccini proveniente dalla Narnese, almeno una nota lieta in una giornata poco fortunata.

Martedì sarà certamente una seduta d’allenamento con pochi sorrisi allo stadio di Orvieto, Borrello alzerà la voce, ma la sua mente è proiettata verso il pieno recupero di tutti i giocatori. Miale sarà già a disposizione per domenica prossima, mentre Madocci potrebbe rientrare fra quindici giorni. La necessità è quella di ritrovare la squadra titolare, ma intanto si cercherà ancora di limitare i danni.


IL TABELLINO____________________

PERGOLESE: Prete, Cento, Piraccini, Mannelli, Guidi, Bonfigli (88’s.t. Agusci), Cossa, Paretteri, Spinaci (15’p.t. Silvi), Piaggio, Cercaci (88’s.t. Baldassarri).

Allenatore: Omiccioli

A disposizione: Benacchia, Passeri, Agostani

 

ORVIETANA: Pifarotti, Giannini, Brunelli, Croccolino (20’s.t. Romeo), Chiasso, Petrassi, Nuvoli, Vitali, La Cava, Iannuzzi, Marchignani (1’s.t. Braccini)

Allenatore Borrello

A disposizione: Cortignani, Nuccioni, Avola, Dominaci, Ioppolo, Melone

 

ARBITRO: Tagarelli di Termoli

 

RETI: 1’p.t. Cossa, 8’p.t. e 38s.t. Bonfigli, 15’p.t.e 28s.t. Piaggio (Rig), 25’p.t. (Rig) e 28’p.t. La Cava

 

Borrello, "le assenze non sono un alibi"

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre