sport

Orvieto Basket: promesse in partenza?

venerdì 20 giugno 2003
di Davide Breccia
Sicuramente da ricordare questa stagione per l’Orvieto Basket che ha raggiunto le semifinali dei Play Off sbarazzandosi di forti compagini quali ad esempio la Leo Terni ed ha fatto soffrire il Cannara.
Comincia quindi anche nell’ambiente della formazione del Presidente Biagioli il movimento per prepararsi alla prossima stagione.
Nel frattempo Andrea Brandoni fa il punto su ciò che è accaduto: ”Mi ritengo soddisfattissimo, i risultati parlano da soli e comunque i programmi della SocietĂ  sono stati ampiamente rispettati; infatti l’obiettivo principale era quello di crescere i giovani e noi lo abbiamo fatto, basti pensare che in prima squadra hanno giocato ben 26 ragazzi, compresi quattro di classe ‘87”.
Ora anche per l’Orvieto Basket iniziano i movimenti estivi che per ora non danno per certo Brandoni sulla panchina della serie C2: ”Non avrei problemi a rimanere, ma è possibile anche che ci sia qualcun altro al mio posto nella prossima stagione” commenta Brandoni.
Infatti potrebbe anche essere possibile un avvicendamento tra tecnici che vedrebbe la prima squadra affidata a Giuseppe Zannini oppure a Marco Corba, attuali tecnici delle categorie giovanili, con lo stesso Brandoni coseguentemente indicato per la guida di Juniores o Cadetti.
Nota tra l'altro ribadita dallo stesso Presidente Biagioli, che ha recentemente dichiarato che potrebbe non essere Brandoni il tecnico della prima squadra, ma che ha comunque escluso l'arrivo di tecnici attualmente esterni alla SocietĂ .
Per quanto riguarda i giocatori, la brillante stagione ha messo in luce molti ragazzi tra i biancorossi: per gli ’84 Grillo così come per Salucci e Bocchino ci sono notevoli richieste da club di serie C di Umbria e Lazio, addirittura anche da qualche squadra di serie B; seguitissimi anche gli ’86 Berrocal e De Angelis, che sono stati a volte decisivi per i successi orvietani.
Rimane incerta la permanenza di Gianfranco Tigani; nonostante il pivot abbia visto crescere il suo affiatamento con la squadra e la sua forma fisica nella seconda parte della stagione, la sua permanenza e l’eventuale arrivo di altri innesti è subordinata agli eventuali trasferimenti dei giovani sopracitati; "Dovremo attendere ancora qualche giorno per vedere chi dei ragazzi deciderĂ  di lasciare l'Orvieto, soprattutto per motivi universitari; allora valuteremo anche l'ipotesi di andare sul mercato per formare una squadra competitiva, ma su questo argomento verrĂ  data piena facoltĂ  di decisione ai tecnici, dei quali noi abbiamo completa fiducia" conclude il Patron Biancorosso, che comunque conferma che tutto dovrebbe definirsi in maniera migliore nei prossimi giorni.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità