sociale

Più sicurezza sui luoghi di lavoro. "La prevenzione si studia a scuola"

martedì 26 novembre 2019
Più sicurezza sui luoghi di lavoro. "La prevenzione si studia a scuola"

Promossa da INAIL Direzione Territoriale di Perugia-Terni, Confartigianato Imprese Terni, Comune di Orvieto e da FISMIC Confsal in collaborazione con gli Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado di Orvieto, mercoledì 4 dicembre dalle 9.30 alle 12 presso la Sala Consiliare del Comune di Orvieto, si svolgerà la Giornata della Sicurezza sui Luoghi di Lavoro che ha per tema "La prevenzione si studia a scuola".

L’iniziativa realizzata dall’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Confartigianato Imprese si fonda sulla convinzione che la prevenzione degli infortuni, sul lavoro in particolare, e la percezione del pericolo necessitino innanzitutto di un approccio culturale e condiviso tra Stato (Enti Pubblici) e Privati (Parti sociali: sindacati dei datori e  dei lavoratori) e  proprio per  questo debbano apprendersi fin dalla  scuola.

L’edizione 2019 della Giornata della Sicurezza verterà oltre che sull’alfabetizzazione istituzionale in tema di Inail e contratto di lavoro, sull’esame delle statistiche nazionali e regionali in materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali e la dimostrazione scientifica che “prevenire” gli infortuni sia possibile.

Il Focus sarà poi incentrato sugli Infortuni in itinere, in particolare quelli stradali e, su richiesta degli Istituti partecipanti, sul rischio elettrico. Ne parleranno: il Dott. Diego Piergrossi (Responsabile della Sede INAIL di Orvieto e Docente di Diritto della Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro) e l’Ing. Roberto Sacco (Funzionario Tecnico del Comune di Orvieto). 

L’ottava edizione della Giornata si svolgerà in due sessioni, alle 9.30 presso la Sala Consiliare Comune di Orvieto e alle 12 presso il Polo Scolastico di Ciconia. I lavori si apriranno con il saluto del Sindaco, Roberta Tardani e l’introduzione di: Lorenza Nistri - Direttore INAIL della Sede territoriale Perugia-Terni, Mauro Franceschini - Presidente di Confartigianato Imprese Terni e Giovacchino Olimpieri di FISMIC.

Interverranno Diego Piergrossi - Responsabile Sede INAIL di Orvieto che parlerà degli “Infortuni sul lavoro, disciplina e prevenzione: infortuni in itinere” e Roberto Sacco Funzionario dell’Ufficio Tecnico Comune di Orvieto che tratterà del “Rischio derivante dall’utilizzo di impianti ed apparecchiature elettriche”. Dopo lo spazio per il dibattito, la giornata si concluderà con la consegna degli attestati di partecipazione agli Istituti Scolastici intervenuti.

Le finalità della giornata che coinvolge imprese, scuole e professionisti sono state illustrate martedì 26 novembre nel corso della conferenza stampa che si è svolta nella Sala delle Quattro Virtù del Palazzo Comunale di Orvieto, a cui hanno partecipato il Responsabile della Sede INAIL Sede di Orvieto Diego Piergrossi, il Presidente di Confartigianato Imprese Terni Mauro Franceschini e Eros Salvati di FISMIC.

Appuntamento aperto dalla lettura del seguente messaggio del Sindaco, Roberta Tardani, assente per altri impegni istituzionali, ma che ha voluto comunque testimoniare la vicinanza del Comune di Orvieto all’iniziativa: “Le dimensioni del problema della sicurezza sui luoghi di lavoro continuano a essere preoccupanti nel nostro Paese. Nel 2018 sono stati oltre 600mila gli infortuni e più di mille i morti in Italia e la tendenza del 2019 evidenzia un aumento con l’Umbria che continua a detenere un triste primato tra le regioni.

La sicurezza sul lavoro deve rappresentare una priorità e non è soltanto una questione di inderogabile rispetto delle regole ma soprattutto un problema culturale. Per questo serve un maggiore e costante coordinamento tra Istituzioni, Sindacati e Associazioni per accrescere la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro. L’iniziativa messa in campo in questi anni nella nostra città dalla Confartigianato Imprese Terni, dalla Fismic e dall’Inail va proprio in questa direzione e come Amministrazione Comunale non possiamo che condividere la scelta del tema di quest’anno che accende i riflettori sull’importanza di partire dalle scuole e dai giovani per costruire dalle basi una cultura della prevenzione”.

“Sono già 8 le edizioni della Giornata per la Sicurezza sui luoghi di lavoro che svolgiamo con il Comune di Orvieto che ha credito e crede nell’importanza di lavorare nella direzione della cultura della sicurezza e della percezione del pericolo a partire dalle giovani generazioni” ha affermato Diego Piergrossi che ha aggiunto “ugualmente importante è la percezione scientifica del fatto che gli incidenti avvengono principalmente per un deficit di attenzione, come dimostrano i cosiddetti infortuni ‘in ititener’ e su strada che rappresentano oltre il 50% degli infortuni mortali, basti pensare che 1 su 2 avviene con mezzi di trasporto e 2 su 3 avvengono su strada, sia con veicolo che senza veicolo. E’ quindi evidente che questi due aspetti vanno analizzati attentamente per prevenire infortuni gravissimi o addirittura mortali e per comprendere che un incidente che può apparire fatale poteva invece essere prevenuto”.

“La giornata della Sicurezza sui luoghi di lavoro – ha concluso - avrà due momenti: il primo alle ore 9.30 presso il Comune di Orvieto con gli studenti dell’Istituto Professionale e del Liceo Classico, poi presso il Polo Scolastico di Ciconia per gli studenti del Liceo Scientifico e degli altri Istituti che hanno aderito all’iniziativa. Su richiesta di alcuni istituti abbiamo inserito tra gli argomenti della giornata anche un focus dedicato al rischio elettrico. Desidero esprimere il compiacimento del Direttore Lorenza Nistri, Direttore dell‘INAIL e mio personale perché ancora una volta siamo riusciti a realizzare una alleanza fra enti pubblici e parti sociali, datoriali e dei lavoratori. Un sinergia fondamentale per il sistema Paese per la nostra regione in particolare”.

“La Giornata della Sicurezza sui luoghi di lavoro con gli studenti, è una tradizione che Confartigianato porta avanti con grande piacere perché cosa c’è di meglio che la cultura per educare alla sicurezza e agli infortuni ‘in itinere’, in particolare, di cui troppo spesso c’è una sottovalutazione proprio culturale e una scarsa conoscenza dell’uso dell’autovettura” ha detto Mauro Franceschini di Confartigianato. “In realtà si danno per scontate certezze che non ci sono quindi bisogna cercare di educare, formare  e trasmettere ai giovani la cultura della sicurezza stradale. ciò è propedeutico per avere in futuro cittadini e automobilisti molto più consapevoli e rispettosi delle norme nella certezza che solo comportamenti corretti portano alla salvaguardia della vita umana”.

“Siamo felici di essere stati coinvolti in questa partnership e ringrazio INAIL, Confartigianato Imprese e Comune di Orvieto per l’occasione che ci danno di lavorare con i giovani alla formazione di una cultura consapevole del lavoro e dei rischi sottesi” ha detto il rappresentante di FISMIC, Eros Salvati. “La sicurezza sul lavoro è un argomento che è anche un indirizzo molto importante perché i giovani, che ancora guardano il mondo da fuori, crescendo devono poter contare su un sistema lavorativo più sicuro, grazie proprio alla maggiore responsabilizzazione dei lavoratori e al raggiungimento di una maggiore consapevolezza generale. Ringrazio il Comune di Orvieto che è sensibile a questi temi, perché iniziative come questa sono lodevoli, anzi dovrebbero essere portate avanti anche da altri Comuni proprio per far crescere e aiutare la diffusione di una coscienza nuova della sicurezza del lavoro”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto

Commenta su Facebook