sociale

"Scommesse vinte su nido e disabilità. Colmate lacune importanti"

giovedì 8 agosto 2019
"Scommesse vinte su nido e disabilità. Colmate lacune importanti"

L’assessore al Sociale del Comune di Manciano, Valeria Bruni scrive ai cittadini e stila un bilancio sul settore del sociale. “Ricordo che l’asilo nido era aperto solo la mattina e la nostra amministrazione è riuscita ad allungare l'orario, abbiamo creato una zona notte per far dormire i bambini, cosa che permette alle famiglie di avere un servizio fino alle 16, con una pausa di chiusura di un mese durante l'anno. Il servizio ha un costo in assoluto tra i più bassi della regione e forse anche di buona parte d'Italia.

Un servizio che quest'anno vede una lista di attesa di quasi 10 famiglie che non hanno potuto usufruire del servizio perché lo spazio per accogliere i bambini ne prevede 14: lavoreremo anche in tal senso. Abbiamo organizzato, per la prima volta la colonia estiva che è partita con un po’ di scetticismo come con tutte le novità e nei giorni ha visto una buonissima risposta. Il lavoro che era già cominciato al centro di aggregazione La Pesa sta vedendo i suoi frutti sotto tanti punti di vista e per tante situazioni: dall’unione dei ragazzi ai percorsi di autonomia delle persone portatrici di disabilità.

Questo grazie al grande lavoro di Cinzia Tomassoli, Beatrice Lombardi e Elga Rossi che portano avanti la Consulta per il sociale e le Politiche giovanili con tanto amore e sacrificio. Nella metà di settembre verranno effettuati gli ultimi controlli sulla ‘Cupolina’ per partire poi con i lavori per i 12 posti di residenza sanitaria per disabili che daranno, grazie alla Asl, un servizio di cui il territorio ha tanto bisogno e probabilmente anche qualche posto di lavoro. C’è ancora molto da fare per aumentare, magari, aggiungere un giorno in più al servizio psichiatrico.

Ci stiamo occupando di 13 soggetti tra tutele e amministrazioni di sostegno a tante criticità sia sociali che a livello di dipendenze; tantissimi inserimenti lavorativi e tanti a supporto di carenze psichiatriche e di recupero: tutti con grandi risultati. Devo dire grazie a Roberta Caldesi che ha percepito subito quali fossero le urgenze e le necessità dei territori sui cui lavorare e un grazie particolare agli operatori, agli assistenti sociali, medici e infermieri che spesso, anche sotto organico, cercano di ascoltare le difficoltà e superarle. Inoltre, stiamo facendo tanti interventi per agevolare la vita dei diversamente abili, stiamo costruendo bagni pubblici per portatori di handicap, rampe per l’accesso dove non esistevano come nelle scuole e negli ambulatori”.

Fonte: Comune di Manciano

Commenta su Facebook