sociale

A.L.I.Ce. in campo per la prevenzione cardiologica e non solo

venerdì 28 giugno 2019
A.L.I.Ce. in campo per la prevenzione cardiologica e non solo

Su iniziativa del dottor Cipriani, volontario A.L.I.Ce., e con la fattiva collaborazione dell’Associazione stessa, ha preso il via, vari anni fa,  un’attività di sensibilizzazione e di prevenzione, naturalmente gratuita, all’Istituto “Italo Calvino” di Città della Pieve, per l’esattezza si è iniziato dall’Istituto Professionale. Il dottore ha incontrato gli studenti, per la prima volta, sugli “Stili di vita”, nell’anno  scolastico 2012 - 2013.

L’anno successivo è stata introdotta anche la prevenzione secondaria, vale a dire: elettrocardiogramma, misurazione della  pressione con rilevazione di fibrillazione atriale, visita cardiologica, estesa ai due Istituti del “Calvino”,  vista la disponibilità di due aule, una per il Professionale ed una per il Liceo, attrezzate da A.L.I.Ce. per il primo soccorso.

Per  accedere allo screening è necessaria l’autorizzazione dai genitori. La scuola decide di far partecipare alle due iniziative, sensibilizzazione e prevenzione, le classi seconde. Ad oggi il dott. Cipriani con gli “Stili di vita”, dall’anno scolastico  2012 - 2013, ha incontrato circa 1.000 studenti del “Calvino”, solo quest’anno 114.

Per la prevenzione invece sono stati monitorati da marzo 2014 ben 718 studenti, sempre dell’Istituto di Istruzione di Secondo Grado, di cui 98 solo quest’anno. Una ventina di studenti del “Calvino” sono inoltre stati sottoposti a screening, nel corso dell’ultimo anno, per favorire il loro accesso all’AVIS locale.

Dal 2018 - 2019  ha avuto inizio anche la collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Pietro Vannucci”, dove, nella nuova sede della Secondaria di Primo Grado,  A.L.I.Ce., per volere di Franco Pilato, ha attrezzato un’aula di primo soccorso. Anche qui l’Istituto ha deciso di interessare le classi seconde, per la sensibilizzazione e la prevenzione. 70 gli alunni incontrati dal Dott. Cipriani sugli “Stili di vita”  e 63 quelli che si sono sottoposti a screening cardiologico.

In entrambi gli Istituti è stato sperimentato, quest’anno, l’incontro con i genitori delle classi che hanno aderito all’iniziativa, il Dott. Cipriani ha incontrato i genitori delle seconde del “Vannucci” il 1° febbraio e quelli del “Calvino” il 9 marzo. Un servizio quello offerto da A.L.I.Ce., grazie al lavoro dei suoi volontari, in primis del cardiologo, sicuramente lodevole sul piano della prevenzione e della formazione alle giovani generazioni.

Il dott. Cipriani poi, è bene ricordarlo, presta il suo servizio volontario e quindi gratuito, una volta al mese, anche alla sede di A.L.I.Ce., presso la Casa della Salute di Città delle Pieve, via Beato Giacomo Villa, 1; per l’accesso alla visita è necessaria la prenotazione,  telefonando al numero 0578 297091, da lunedì a sabato, dalle 10.30 alle 11.30  oppure scrivendo ad aliceumbriapieve@tiscali.it  indicando il proprio recapito telefonico, per essere ricontattati.

Sempre presso la sede il mercoledì, dalle 10.30 alle 11.30 si effettuano controlli di: colesterolo, trigliceridi, glicemia, pressione con rilevazione di fibrillazione atriale, ossimetria, il venerdì solo la pressione con rilevazione di fibrillazione atriale. Lo stesso avviene presso gli ambulatori medici a Po’ Bandino tutti i giovedì, 10.30 - 11.00, Ponticelli 1° e 3° mercoledì del mese, dalle 10.00 alle 11.00, Moiano, presso il Centro Salute Selva, 1° e 3° martedì del mese, dalle  9.00 alle 10.00. Ci sono poi gli screening occasionali e programmati nei paesi limitrofi, come Paciano dove, presso il Centro di Vita San Sebastiano, si effettuano incontri di prevenzione 2 volte l’anno, l’ultimo il 20 giugno, con una buona affluenza, in 25 si sono presentati all’appuntamento.

Ancora prevenzione con l’attività motoria, sotto la direzione della fisioterapista dott.ssa Melissa Mercanti e con la logopedia, rivolta anche ai bambini, con la dott.ssa Beatrice Catasti. Per informazioni e chiarimenti servirsi  dei riferimenti sopra riportati oppure recarsi di persona alla sede negli orari di apertura.

 

Commenta su Facebook