sociale

Grande partecipazione all'incontro su "Come difendersi da truffe e raggiri"

mercoledì 8 maggio 2019
Grande partecipazione all'incontro su "Come difendersi da truffe e raggiri"

Salone del Centro Sociale di Orvieto Scalo gremito per l'annunciato incontro promosso dall’Anteas  Cisl Orvieto in collaborazione con FNP-Pensionati – Coordinamento donne tenutosi sabato 4 maggio e dedicato a "Truffe e raggiri ai cittadini. Come difendersi". All’iniziativa ha preso parte il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto rappresentato dal commissario Filippo Girella e  dall’ispettore Glauco Clementucci.

La presentazione della serata è stata affidata ad Andrea Mazza, socio collaboratore Anteas Orvieto, che nella sua esposizione ha ribadito come il tema della sicurezza sia oggi molto importante e  collegato a quello dell’ordine pubblico nella misura in cui si intende la conservazione della pace sociale. "La sicurezza dei cittadini - è stato ribaidito - va tutelata proprio per consentire a tutti di vivere in una società libera, fondata su principi etici e sul rispetto reciproco".

Lo Stato, secondo Mazza, delega alle forze dell’ordine il mantenimento della sicurezza dei cittadini e per questo a loro va la gratitudine di tutto il consesso civile. "Ma tutto ciò non basta - ha detto - è necessario che anche i cittadini siano accorti e avveduti per non cadere vittime di facili truffe e raggiri. Ed è proprio da incontri come quello odierno che nasce quella stretta collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine atta a garantire la massima sicurezza collettiva.

Ricordiamoci sempre che la sicurezza è un tema delicato, da affrontare con determinazione, ma anche con equilibrio. La sicurezza è troppo importante per tutti noi, riguarda tutti noi, e non puo’ essere 'strumentalizzata' da chi ne fa un uso di parte da agitare con populismo e demagogia per meri fini propagandistici. Durante la serata, si è ampiamente parlato di un fenomeno sempre piu’ diffuso come quello delle truffe e raggiri agli anziani e ai cittadini in genere". 

Sono stati portati degli esempi da parte dei relatori circa le strategie  architettate da veri e propri "professionisti" del reato: da varie proposte telefoniche misteriose tese a capire gli aspetti caratteriali delle persone da raggirare, dalla vendita di oggetti di valore a bassi prezzi, dai raggiri e truffe perpetrati tramite internet e molto altro. Più volte, Girella ha ribadito quanto sia fondamentale la segnalazione da parte del  cittadino di situazioni sospette, che se considerate per tempo, portano a volte ad arginarle.

Al termine dell’incontro è stata consegnata dai relatori una serie di opuscoli contenenti  delle indicazioni e linee guida che i cittadini devono considerare per evitare di incorrere in situazioni spiacevoli che possono portare ad essere vittime di reati.  Rocco Ienco, organizzatore dell’incontro insieme ad Andreina Sperati, rispettivamente vicepresidente e presidente Anteas-Orvieto, si ritiene pienamente soddisfatto dell’evento che non risolve certo tutti i problemi di sicurezza ma è riuscito ad avvicinare sempre di più i cittadini alle forze dell’ordine. Senza il contributo collaborativo di tutti, il lavoro di queste ultime è decisamente più complesso.

"Come associazione - affermano gli organizzatori - un ringraziamento al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto nelle persone del dottor Girella e del dottor Clementucci che hanno illustrato con professionalità una serie di casistiche utili alla prevenzione di truffe e raggiri, rispondendo e chiarendo dei quesiti che i partecipanti hanno posto loro. E’ doveroso ringraziare il Centro Sociale Ancescao di Orvieto Scalo nella figura del suo presidente Corrado Barbini che ha messo a disposizione i locali per questa iniziativa. Un Centro Sociale che da qualche anno è sede  di tante iniziative culturali, sociali, ludico-ricreative rivolti a bambini, giovani ed anziani".

Commenta su Facebook