sociale

I Pagliacci in campo per aiutare Anna, la mamma che ha perso gli arti per un tumore inesistente

martedì 9 aprile 2019
I Pagliacci in campo per aiutare Anna, la mamma che ha perso gli arti per un tumore inesistente

"Stiamo sostenendo la causa di Anna, sperando nel coinvolgimento di tutta la città visti gli elevati costi delle protesi. I Pagliacci sono impegnati in questa raccolta fondi, ma serve l’aiuto di tutti". L’appello di Alessandro Rossi è per Anna Leonori, 46 anni, ternana, che ha perso gambe e braccia a causa degli interventi che ha subito per un tumore che non c’era. Un calvario, durato quattro interminabili anni, che non ha tolto ad Anna il sorriso e la voglia di lottare.

Anna ha seguito i consigli di Bebe Vio, a Terni per i campionati di scherma paralimpica, che l’ha indirizzata nella clinica di Budrio. “Lì ti seguono passo dopo passo e non sei un numero. Si tratta però di cure sono molto costose e senza aiuti sarei costretta a sospenderle” dice Anna, con due figli di 9 e 13 anni da crescere. Per Anna Leonori si sono mobilitati i vigili urbani di Terni e i dipendenti della Treofan e ora a sostenere la sua causa c’è anche la onlus I Pagliacci, guidata da Alessandro Rossi. Da 10 anni in prima linea per alleviare la degenza dei bimbi nel reparto di pediatria dell’ospedale di Terni, dove a breve inaugura la sala cinema, e presente laddove c’è bisogno.

“Il mio è un appello ai cittadini e alle istituzioni: aiutiamo Anna a vivere una vita il più possibile normale” dice Alessandro Rossi, che sta valutando di estendere la raccolta fondi su una piattaforma web. Per sostenere Anna Leonori c’è il conto corrente di Banca Intesa San Paolo (IT20G0306914413100000001302).

 

 

 

Commenta su Facebook