sociale

Alla Galleria Falzacappa Benci torna di scena la solidarietà

sabato 19 maggio 2018
Alla Galleria Falzacappa Benci torna di scena la solidarietà

Fino a domenica 20 maggio alla Galleria Falzacappa Benci ad Acquapendente tornano i temi sociali e della solidarietà. Nei locali della galleria saranno esposte due mostre fotografiche sul tema delle condizioni di vita del popolo del Burkina Faso. Nella prima sala saranno esposti gli scatti dei fotografi romani Simone Tramonte e Fabiano Meli che hanno svolto un reportage in Burkina Faso accompagnando il personale della Onlus Nasara per il Burkina in uno dei tanti viaggi umanitari che l’organizzazione conduce nel paese africano.

Nella seconda sala si potrà osservare le opere dei bambini che frequentano l’asilo gestito dalla Onlus Nasara per il Burkina nel quartiere di Djicofè della capitale Ouagadougu , e che hanno rappresentato parte di un concorso fotografico svolto dagli stessi bambini all’interno della struttura scolastica.

“Non ti scordar di me !”,questo il titolo della mostra non è una mostra floreale e nemmeno una storia che ci racconta di amene vallate di montagna dove raccogliere fiori durante i caldi mesi estivi “Non ti scordar di me !” è l’appello che facciamo quando abbiamo bisogno di qualcuno che ci cammina vicino ma che in una dei tanti bivi della vita potrebbe decidere di deviare il percorso del proprio cammino e potrebbe inevitabilmente allontanarsi irrimediabilmente da noi .

"Se deciderete di entrare per visitare la mostra che vi proponiamo - affermano dalla Galleria - farete un esperienza che vi parlerà di amore e di odio, di ricchezza e di povertà, di felicità e di tristezza, ma anche e soprattutto di umanità, di solidarietà e di collaborazione. Entrate, osservate, riflettete, firmate e lasciate un commento se volete. Lasciare anche solo un'euro per la Onlus Nasara è quello che Vi chiediamo. Se poi vi va, chiedete o informatevi sull’operato di Nasara Onlus e di quello che Nasara prova a fare ogni giorno in Burkina Faso … anche durante la festa dei Pugnaloni!".

Commenta su Facebook