sociale

Cortile di Francesco. Migranti, l'Umbria accoglie e non rifiuta

lunedì 18 settembre 2017
Cortile di Francesco. Migranti, l'Umbria accoglie e non rifiuta

 “Preferiamo essere accusati perché accogliamo, piuttosto che essere accusati perché abbiamo rifiutato di accogliere bambini, giovani, donne e uomini che provengono da Paesi poveri del sud del mondo”. Lo ha dichiarato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, in un’intervista per il sito sanfrancesco.org a margine del “Cortile di Francesco” che si è concluso domenica 17 settembre ad Assisi.

A portare il suo saluto alla conferenza finale con il Ministro degli Interni, Marco Minniti, e il cardinale Gianfranco Ravasi, sul tema dei migranti e dell’accoglienza, intitolata “Genti del Mediterraneo”. “Aver dedicato una parte del Cortile di Francesco ai temi più attuali, come quello del’accoglienza dei migranti - ha sottolineato la presidente - indica che questa terra vuole essere non solo terra di dialogo, ma anche di accoglienza”.

“Con grande orgoglio l’Umbria ospita questo appuntamento e ringraziamo i frati del Sacro Convento di Assisi, il Pontificio Consiglio della Cultura e la Conferenza Episcopale Umbra per averlo reso possibile.

Il Cortile - ha aggiunto - è un luogo alto, di confronto delle idee, dialogo, pensiero e cultura. Un luogo di cui abbiamo bisogno in questi tempi in cui siamo chiamati a scelte difficili e complesse. Per questo c’è bisogno di incontri, riflessioni, spiritualità e umanità. Gli ospiti presenti alla manifestazione permettono di fare tutto questo ad Assisi, in Umbria”.

Commenta su Facebook