sociale

Il vescovo Tuzia ad Assisi, alla consacrazione della Provincia al Cuore Immacolato di Maria

giovedì 22 giugno 2017
Il vescovo Tuzia ad Assisi, alla consacrazione della Provincia al Cuore Immacolato di Maria

"Un evento, posto al centro delle attività capitolari, ha reso questa quarta giornata di Capitolo davvero speciale per tutta la Provincia Serafica dei Frati Minori dell’Umbria. Il Ministro provinciale, p. Claudio Durighetto, ha formulato – al termine della santa messa presieduta dal Vescovo di Orvieto-Todi, S.E. Mons. Benedetto Tuzia, alle 12 nella chiesa conventuale di Montesanto – l’atto ufficiale di Consacrazione della Provincia al Cuore Immacolato di Maria.

P. Claudio, all’inizio della celebrazione, aveva salutato il Vescovo, Pastore della Chiesa in cui si sta celebrando il Capitolo provinciale intermedio, chiedendogli di accogliere l’atto di affidamento a Maria, perché «tutta la Provincia possa dire, come San Giovanni Paolo II, “totus tuus” a colei che è corredentrice e mediatrice, già Regina dell’Ordine dei Minori». Il Vescovo, da parte sua, ha espresso apprezzamento e affetto per i luoghi, come Montesanto e La Spineta, segnati dal passaggio di Francesco d’Assisi e – lungo i secoli – dai francescani. Poi, durante la messa ha pronunciato l’omelia di cui riportiamo alcuni passaggi:

«Siamo qui per poter rispondere alle suggestioni e alle pressioni che lo Spirito opera in noi, lo stesso che ha accompagnato l’esperienza di Gesù ed in particolare il suo inserimento nella nostra storia attraverso il grembo di Maria. La Vergine di Nazareth è la piccola che sa celebrare la storia grande che Dio compie in lei, indicando a noi come leggere la nostra personale storia, quella dell’Ordine, della Chiesa e di ogni uomo: uno sguardo nuovo da cui scaturisce lode e gratitudine.

Oggi celebriamo la vostra consacrazione a Maria che, come ogni consacrazione, è una consegna. Nello specifico, a lei che è esperta di consegna con quell’“eccomi” con cui si rende completamente disponibile ad essere strumento nelle mani di Dio. Ugualmente voi vi rendete disponibili a lasciarvi utilizzare da Dio per ciò che Lui vorrà. Insieme a lei, e come lei con lo sguardo rivolto a Cristo, possiate vivere la vostra consacrazione e il servizio nell’adempimento della volontà del Padre.

Maria, con la sua consacrazione a Dio, ci insegna a vivere la nostra consacrazione, personale e comunitaria, con un cuore donato e fiducioso, e ad assumere uno sguardo materno e premuroso sui nostri fratelli. In definitiva Maria ci consegna sei parole sole, nelle quali è svelato tutto il senso di quanto celebrate oggi: “fate tutto quello che vi dirà!”: “fate” la Parola, cioè ascoltatela ed incarnatela».

Prima della celebrazione eucaristica, la mattinata era trascorsa con un paio di sessioni di lavoro dedicate all’ascolto di don Andrea Lonardo, Direttore dell’Ufficio Catechistico e Servizio per il Catecumenato della Diocesi di Roma, sul tema odierno: la pastorale ordinaria. Don Andrea, parlando ai frati riuniti nel salone romanico del Convento di Montesanto, ha subito dichiarato di non poter disgiungere la catechesi dal primo annuncio: la prima, senza perdere la propria natura formativa, non può che essere nello stesso tempo sempre un annuncio che si rinnova e si approfondisce. Il vero annuncio, poi, quello con cui lo Spirito raggiunge il cuore dell’uomo, nessuno può dire quando e come avviene: un momento che al momento sembra poco significativo, potrà rivelarsi in seguito quello propizio.

Siamo in un momento definito “drammatico” da don Andrea. Nella fede, però, questo momento può essere “favorevolissimo”, a patto che la fede sia forte innanzitutto in coloro che annunciano, richiamando così all’importanza di essere adulti, nell’umanità e, appunto, nella fede. Diversi altri contenuti sono stati esposti da don Andrea, anche con la proiezione di un breve contributo video. Al termine della relazione c’è stato un tempo riservato al confronto in aula, durante il quale i frati gli hanno rivolto tanta gratitudine per i contenuti trasmessi e per la passione con cui sono stati riferiti, ma anche domande sul catechismo, sui vari cammini prospettati, sulla possibilità di rendere missionaria la pastorale ordinaria, sulla relazione personale del pastore con i membri del Popolo di Dio come condizione previa all’annuncio, …

Il pomeriggio è ripreso con i lavori in gruppi, nei quali i frati hanno potuto confrontarsi su quanto ascoltato da don Andrea e su ciò che ritengono non possa mancare nella pastorale ordinaria portata avanti nei conventi, nelle parrocchie e nelle altre realtà che fanno riferimento alla Provincia. Ritornati in Aula, al consueto riporto del lavoro di ciascun gruppo, è seguito un tempo di confronto e chiarificazione che si è protratto fino alla chiusura della giornata, ancora in preghiera con la recita del Vespro".

È possibile seguire dettagliatamente il Capitolo dal sito www.assisiofm.it.

Fonte: Ufficio Stampa dei Frati Minori di Assisi

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 aprile

"Gli Ordini mendicanti e predicatori nella Diocesi di Orvieto-Todi: la povertà come ricchezza"

Anche la Compagnia delle Lavandaie della Tuscia alla Sagra dell'Aparago Verde

Alla Festa della Birra Artigianale di Piazza del Popolo, anche "I Fritti della Castellana"

"Una birra per piacere, senza sballo si può". Se ne parla con Cittaslow e A.Ge.

"Occhi sulla Luna. Un omaggio al nostro satellite naturale"

Soffiava il vento

Nei weekend estivi, i giovani del Servizio Civile aprono la Torre e il Palazzo Comunale

"Diversità e integrazione" a Rocca Ripesena, in festa per "Il Paese delle Rose"

Il Palio dei Comandi ai runners della Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Guasti alla linea telefonica, è possibile contattare il Comune da Facebook

La Zambelli Orvieto volta pagina, la semifinale comincia a San Giovanni in Marignano

Per "Parrano Feudo 900" iniziativa con le scuole dell'Alto Orvietano a "La Badia" di Ficulle

Festa della Liberazione, pomeriggio di iniziative alla Fortezza Albornoz

La Corte dei Conti accerta il ripiano finanziario e la conclusione del Piano di riequilibrio pluriennale

"Claudia Giontella, una archeologa e la sua dialettica del territorio"

Match point al PalaPorano per la Vetrya Orvieto Basket

Cinema Teatro Turreno, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia dona l'immobile a Comune e Regione

Per "San Pellegrino in Fiore", sei visite guidate tra chiese, fontane e palazzi

Chiusura temporanea del casello autostradale di Orvieto per lavori di pavimentazione

Inaugurato il Polo tecnologico per l'Umbria dell'Università Internazionale Uninettuno

Caso discarica, ancora 10 giorni. Italia Nostra contesta la Soprintendenza

Il direttivo Fisar si rinnova: 5 su 7 sono nuovi consiglieri, Amilcare Frellicca nuovo delegato

Disabilità, le famiglie in presidio sotto il palazzo della Regione

Venticinque secco al Lotto

Orvieto FC, prima vittoria per le ragazze del calcio a 11. Big match contro il Ciconia

Punture di vespe, "l'Ospedale è in grado di affrontare con efficacia queste situazioni"

'Sette giorni di... vini nella provincia di Terni'. Dal 24 al 30 aprile degustazioni con prelibatezze a Orvieto, Ficulle, Amelia e Terni

Il programma della manifestazione

'Umbria, verde rinascita dell'italico vino': convegno giovedì 26 aprile

Il Team Eurobici Orvieto si fa onore alla ‘10° gran fondo dei Colli Albani’

Soddisfazione dello SDI per Ségolène Royal candidata alle presidenziali francesi. Lo segnala il consigliere provinciale Marinelli

Supera le 179 mila adesioni la raccolta firme per la Legge di iniziativa popolare per la tutela e la gestione pubblica dell’acqua. Obiettivo: 500 mila firme per dare più forza alla proposta di legge

Convegno del Centro studi Gianni Rodari venerdì 27 aprile: 'La mente scientifica - Come fare Scienze a scuola'

Ripartito il fondo regionale 2007 alle Comunità montane. Oltre 535 mila euro alla Monte Peglia e Selva di Meana

All'insegna del rinnovamento nominata la nuova segreteria dell'Unione Comunale DS Orvieto. I FORUM CIVICI altro elemento di novità

Villa San Giorgio in cantiere. Pronti tra 450 giorni la nuovissima Residenza Protetta e il Centro Riabilitativo

Voci su un'ipotetica cava di basalto in località Biagio: un'interpellanza del consigliere Imbastoni per saperne di più

Contraddittorio educare gli studenti al riciclaggio e al mangiar sano e farli mangiare con stoviglie di plastica. Perché non si installa una lavastoviglie all'Ippolito Scalza?

Bella affermazione per l'orvietano Gian Marco Fusari, vincitore del Premio Nazionale Musica d'Autore