sociale

"Gratuita e a caro prezzo: la violenza". Al Moody, lo spettacolo multimediale dei Lettori Portatili

lunedì 14 novembre 2016
"Gratuita e a caro prezzo: la violenza". Al Moody, lo spettacolo multimediale dei Lettori Portatili

Violenza sulle donne, violenza sugli uomini, violenza sugli omosessuali, violenza sui bambini, sugli homeless, sui Rom, sugli anziani, sugli ammalati, violenza sui migranti, genocidi di popoli, violenza sugli animali, violenza sulla natura; negli stadi, nelle scuole, nei paesi oppressi dalle guerre, per ogni dove; violenza dalla televisione, dalla pubblicità, dai mezzi di comunicazione. È per reagire a questo clima dilagante di violenza e per stimolare una riflessione sulle infinite forme che la violenza assume - anche quelle sotterranee, dalle manipolazioni alla violenza passiva - che l'associazione “Lettori Portatili” di Orvieto sta lavorando a un progetto che, con uno spettacolo multimediale, si sta avviando alla sua conclusione.

Con il titolo "Gratuita e a caro prezzo: la violenza", lo spettacolo, curato da Enrica Rosso sia nella scelta dei testi che nella sceneggiatura e nella regia, sarà rappresentato al Moody Art Space di Orvieto Scalo, viale 1° Maggio n. 7, mercoledì 23 e giovedì 24 novembre alle ore 21. La parte multimediale è curata da Massimo Achilli. Nelle stesse giornate sono previste due matinée per le scuole.

Il progetto, svolto con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto e con il patrocinio del Comune di Orvieto, intende essere un contributo che attraverso la forma espressiva della lettura interpretativa ad alta voce, supportata da interventi musicali, immagini e filmati, recuperi pensieri e posizioni utili alla comprensione del fenomeno e alle ragioni delle sue origini, così da andare a realizzare non solo una rappresentazione scenica, ma un evento più complesso di informazione sociale e civile. Non è una finalità nuova per l'associazione “Lettori Portatili”, da diversi anni impegnata su problemi sociali particolarmente critici, che ha già proposto al pubblico orvietano vari spettacoli su temi che vanno dalla mancanza di lavoro alla condizione dei non vedenti, dal rispetto e dalla cura delle diversità ai disagi giovanili; questa volta, data l'urgenza e la diffusione del problema, l'assunzione di responsabilità è ancora più forte e si traduce in uno spettacolo ancora più coraggioso e ambizioso.

“La violenza è antica come il mondo - affermano i Lettori Portatili - ma avremmo voluto sperare che una società avanzata, civile e democratica non nutrisse le cronache di abusi, omicidi e stupri. Assistiamo invece a un dilagare di fenomeni violenti in quasi tutte le aree geografiche e sociali del nostro mondo: potremmo dire che non c’è ambiente antropico o naturale che non sia permeato di una violenza latente, sempre pronta a esplodere per i motivi e nei modi più diversi, e con una efferatezza che spesso ha dell’incredibile. Molto si discute, e anche si fa, settorialmente, in merito alla violenza di genere, al bullismo nelle scuole e a varie altre manifestazioni; ma quanto accade quotidianamente induce a considerare la violenza un fenomeno globale, da indagare nella complessità delle sue manifestazioni e da contrastare e smascherare con la ragione e con ogni mezzo culturale disponibile. Per tenere alta la guardia, e perché la violenza non continui a proliferare dando luogo a un intero sistema che è violento in sé, e dunque più difficile da ostacolare.

Partecipano allo spettacolo Patrizia Belcapo, Luigia Caracausi, Olimpia Cesaroni, Grazia Fioco, Loretta Fuccello, Aldo Fusco, Emanuela Leonardi, Gabriella Maltese, Celeste Pierantoni, Elisabetta Porceddu, Massimo Raimondi, Laura Ricci, Enrico Ridolfi, Cecilia Stopponi, Federica Volpi.

Prezzo unico: 10 euro
Per informazioni e prenotazioni: 349.4680019 - 338.3494837 - ass.lettoriportatili@gmail.com

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 dicembre

Anatomia di un addio

Fine settimana da incorniciare per l'Orvieto FC. Palmerini: "Stiamo crescendo"

"Tanto per dire", seconda edizione. Al Liceo Classico "Tacito" torna il corso di dizione

Jazz e strumenti antichi al Museo Archeologico Nazionale in occasione di Ujw

Celebrata la Giornata Garibaldina, in memoria della battaglia di Mentana

Inaugurata la prima area di sgambatura per cani, previste altre due

Denunciata dalla Polizia una giovane pluripregiudicata

Partita la procedura di rilascio del passaporto elettronico

Rischio ghiaccio per i contatori, i consigli per proteggerli ed evitare spese

Umbria.GO raddoppia e si presenta nella versione dedicata ai pendolari regionali

Campagna Ocm Vino 2017/2018, incrementate le risorse a sostegno delle imprese

"Intrecci", inaugurata la scuola di alta formazione della famiglia Cotarella

"Concerto di Natale" nella Sala Unità d'Italia del Palazzo Comunale

"Geotermia a bassa e media entalpia, rischi e conseguenze"

"È nato un Re povero". Rappresentazione nei Giardini di Villa Faina

Presentata l'edizione 2018 della "Guida ai sapori e ai piaceri della regione Umbria" di Repubblica

Vetrya riceve il Premio Imprese per l'Innovazione di Confindustria e il Premio dei Premi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Eletto il nuovo Coordinamento delle Cittaslow Italiane. Barbara Paron al vertice

Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri

"Madonna con Bambino appare a San Filippo Neri", il dipinto su tela torna a splendere

Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

E dico ancora di Bianca

"La Tregua di Natale. Lettere dal Fronte". Lettura ad alta voce in Biblioteca

Nuovo video di Francesco Barberini in Campania con la LIPU

Infiltrazione d'acqua a scuola, le precisazioni del Comune