sociale

Costruire droni? Un gioco da ragazzi. I 19 anni di ingegno di Federico

venerdì 20 maggio 2016
di Fabio Bellumore
Costruire droni? Un gioco da ragazzi. I 19 anni di ingegno di Federico

"I miei genitori sono contenti di quello che faccio, anche se ogni tanto passo giornate intere chiuso in "laboratorio" cercando di sviluppare nuove parti elettroniche da applicare ai droni e agli aeroplani". Federico ha appena 19 anni e da tre fabbrica, nel suo laboratorio casalingo di Alviano, quelle macchine volanti che planando fotografano e riprendono i territori. Fatiche, sconfitte, nuove sfide e tanto lavoro. Tutto senza lasciare da parte lo studio, carta vincente da affiancare alle abilità della pratica e dell'ingegno. "Frequento il primo anno di ingegneria informatica a La Sapienza di Roma" ricorda Federico Fiorini.

Studio che, per ora, gli porta via ore preziose da dedicare alle nuove sfide. Ma che sarà fondamentale. Oggi Federico ha quattro doni, tra questi anche quello del debutto, che ci racconta così "il primo volo è stato in un campo abbastanza grande, lavorato per essere seminato. Ero inesperto di volo modellistico. Naturalmente - entra nei particolari - vado in campo dopo aver fatto delle prove senza eliche sul tavolino di casa. Connetto la batteria, e sento che fa qualche suono. Accendo il radiocomando, vedo che la ricevente sul modello dà segno che riceve il segnale e continuo. Provo quindi a dare un po’ di tensione ai motori per farli ruotare. Qualcosa si muove. Quindi prendo coraggio e faccio alzare il "drone" da terra. Lo sento subito ipersensibile ai comandi. Ci siamo".

Ma facciamo un passo indietro e capiamo cosa è un drone. "I droni si utilizzano in vari ambiti; sono molto utilizzati per le riprese video aeree ma se equipaggiati nel giusto modo permettono anche di fare rilievi topografici veramente ottimi. Questo è l'uso che ne faccio: aerofotogrammetria e rilievi. Cerco sempre di migliorare il prodotto apportando modifiche rendendolo più efficiente ai vari tipi di uso". L'origine della passione del "giovane inventore" nasce in seguito ad uno stage, tramite la scuola, in un'azienda di Terni che sviluppa questo prodotto.

"Da lì, un po' la mia voglia di imparare - dice Federico- un po' la curiosità mi sono informato e piano piano ho cercato di costruirmene uno tutto mio". In merito alla vera e propria costruzione per Federico sembra un vero e proprio gioco da ragazzi, infatti "non ci vuole molto per assemblare la parte meccanica, questione di qualche giorno. Il lavoro più grande è sistemare al meglio fin da subito la parte elettronica". Per i materiali poi larga parte del materiale lo acquista in Cina, ma non sempre. Altri, quando serve maggiore qualità, li prende nei grandi centri europei di modellismo.

Poco dopo aver avuto le prime soddisfazioni vedendo che il modello di drone, bene o male volava, Federico comincia a fare delle migliorie. "Qui sono iniziati i problemi - ci racconta- i sensori da calibrare cominciavano a diventare abbastanza e non sapendo le giuste procedure me le inventavo utilizzando sempre un certo ragionamento logico. Sempre peggio, non c'era più modo che il modello si riuscisse ad alzare in volo senza che si capovolgesse. Ho passato circa 4 mesi a cercare di capire come calibrare i sensori". Questo è stato il peggior periodo "non riuscivo più a trovare una soluzione e preso dallo sconforto volevo abbandonare. Poi un pomeriggio dopo vari giorni di pausa, mi è venuta in mente una prova da fare. Era l'ultima carta che mi rimaneva da giocare e finalmente è stata la salvezza. Fatta quest'ultima prova si cominciava a vedere qualche risultato e finalmente ho ripreso a credere nei miei progetti".

Non solo droni. I prossimi progetti di Federico saranno dei modelli di aereo in grado di volare autonomamente sotto le direttive di un operatore a terra e che saranno anche in grado di permettere un volo assistito, qualora si volesse pilotare nel modo classico. Un altro progetto è quello di riuscire a sviluppare droni dal peso minore di 300 grammi. Intanto il laboratorio di Federico è in continua fase inventiva-produttiva: Circuiti stampati, frese e una stampante 3D auto-cosruita. Ma, alla fine gli chiediamo, da dove viene questo ingegno. Ed eccoci serviti dall'umiltà di Federico "di ingegno c'è poco, basta solo documentarsi, applicarsi e impegnarsi un po' nel portare a termine il progetto. Anche mio padre è ingegnoso nel suo settore, quello meccanico, ha sempre una soluzione a tutto".

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 agosto

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni