sociale

Nasce l'associazione "Elisa Lardani Marchi. Corpo dato per Amore"

sabato 17 ottobre 2015
di Davide Pompei
Nasce l'associazione "Elisa Lardani Marchi. Corpo dato per Amore"

Nasce per essere una mano tesa. Per allargare lo sguardo tra le realtà esistenti. Per integrarle, metterle in connessione, senza sostituirsi né sovrapporsi ad esse. Germoglia, discreta, con la precarietà dei sogni e la determinazione delle idee, come risposta condivisa a un desiderio di continuità.

Fedele all'essenza della giovane donna, madre e professionista impegnata nell'ascolto e nell'aiuto degli altri, che l'ha ispirata. In coerenza con il suo percorso umano, terrenamente interrottosi il 28 febbraio, dopo aver fatto dono per la quarta volta della vita.

È in sua memoria, e in ideale comunione con lei, che mercoledì 7 ottobre si è formalmente costituita, ad opera della famiglia e di un gruppo di persone vicine e disponibili a collaborare, l'associazione "Elisa Lardani Marchi. Corpo dato per Amore". Con uno statuto lavorato a maglie larghe, il logo realizzato da Simona Rizzica e molte idee in cantiere.

"Il nostro – spiega Luca – è l'inizio di un cammino che non sappiamo dove ci porterà. Per non correre il rischio di trasformarsi in un fuoco di paglia, per ora preferiamo essere una semplice scintilla che gradualmente potrà innescare altro. Ci piacerebbe creare una rete, per sostenere chi ha bisogno di aiuto.

L'essenza dell'associazione è quella di accogliere e, con il tempo, vorremmo anche dare forma a un luogo cittadino deputato a questo, dove tutti, a partire dalle madri, possano sentirsi accolti. Uno spazio concreto, dove sia anche possibile respirare bellezza, arte e musica. Pensiamo anche di organizzare incontri e seminari, per giovani e famiglie e promuovere attività di volontariato.

A partire dall'esperienza umana che abbiamo vissuto, l'intenzione è quella di mettersi al servizio di realtà come l'ospedale e provvedere con eventuali donazioni alle esigenze concrete, fornendo sostegno alle situazioni problematiche e contribuendo all'acquisto di macchinari e attrezzature sanitarie per svolgere attività di prevenzione e cura, in particolare inerenti la maternità".

Ma anche far riscoprire alla famiglia la sua vera identità e favorire la realizzazione di una "famiglia di famiglie". Già presentata al vescovo Benedetto Tuzia, l'associazione non vuole però connotarsi come esclusivamente cattolica, piuttosto aprirsi a tutti. Tra gli imprenditori locali, alcuni hanno già garantito il loro sostegno.

Sollecitato da più parti, il progetto ha preso forma in estate. La prima uscita, pubblica ma senza clamore, sarà offerta dal momento conviviale, programmato in collaborazione con la Pastorale Familiare Diocesana per domenica 18 ottobre alle 18.30, nella ricorrenza del 38esimo compleanno di Elisa, da festeggiare "insieme e in maniera molto speciale", nella Chiesa di San Bernardino, in Piazza Marconi.

"Per Amore – osserva Luca – Elisa ha dato il suo corpo, si è spesa completamente. Non mi piace esaltarne la figura - a lei che è rimasta sempre in penombra non sarebbe piaciuto - ma portarne avanti l'essenza. Elisa ha lasciato un segno di bellezza. Cristianamente, ne avverto la presenza e questo mi dà tanta pace". È una Presenza, che va oltre l'assenza. Perché forte come la morte è l'amore. Anzi, l'Amore.

 

Per ulteriori informazioni:
corpodatoperamore@gmail.com
https://www.facebook.com/elisalardanimarchi/timeline

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"