sociale

Adozione dei criteri di programmazione qualitativa per i pubblici esercizi

giovedì 23 luglio 2015
Adozione dei criteri di programmazione qualitativa per i pubblici esercizi

In esecuzione della delibera del Consiglio Comunale approvata all’unanimità il 10 giugno scorso, la Giunta ha stabilito di attuare le seguenti misure riguardanti la realizzazione di servizi igienici rispondenti all’abbattimento delle barriere architettoniche:

Nel Centro Storico di Orvieto vengono individuate e delimitate 4 zone caratterizzate dalla contiguità e immediata vicinanza rispetto alla posizione di servizi igienici pubblici accessibili alle persone diversamente abili. Tali che corrispondono ai quattro servizi igienici pubblici già esistenti e collocati nelle immediate vicinanze delle vie e piazze dove sono localizzati la maggioranza degli esercizi pubblici.

I titolari di esercizi pubblici di somministrazione che intendono avvalersi dei servizi igienici pubblici comunali, possono presentare la richiesta di convenzionamento con il Comune per l’utilizzo del servizio pubblico ricompreso nella zona del centro storico dove è localizzato il proprio esercizio;

Alla domanda dovrà essere allegata una relazione a firma di un tecnico abilitato iscritto all’Ordine, comprovante, attraverso descrizioni ed elaborati grafici, l’oggettiva impossibilità o comunque l’estrema difficoltà strutturale a realizzare i servizi igienici per disabili all’interno dell’esercizio, tale da compromettere la conformazione e la funzionalità dei locali che dovrà essere verificata dall’ufficio tecnico comunale;

La convenzione sarà stipulata secondo un apposito schema e avrà la durata di un anno rinnovabile con previsione di un contributo da versare in favore dell’ente dell’importo annuale di €. 2.400,00 (Euro 200,00 mensili).

In ogni caso, la possibilità di convenzionarsi con il Comune è subordinata alla valutazione, di volta in volta, delle preminenti esigenze d’interesse pubblico generale.

“Come è noto – dice il Sindaco, Giuseppe Germani - i criteri di programmazione qualitativa per i pubblici esercizi del centro storico sono stati recentemente integrati prevedendo che i servizi igienici per soggetti diversamente abili possono essere garantiti anche attraverso l’utilizzo dei servizi pubblici comunali contigui o posti nelle immediate vicinanze e privi di barriere architettoniche, previo convenzionamento con l’Ente stesso; inoltre, la Giunta Comunale si era impegnata ad individuare le zone di contiguità e immediata vicinanza tenendo in considerazione come punti di riferimento la posizione dei servizi igienici pubblici in maniera tale da non penalizzare gli esercenti e creando invece condizioni di equità e di rispondenza alle esigenze dei portatori di handicap. Con le nuove misure, nel contempo, vengono ampliate le possibilità di apertura di esercizi di somministrazione nel centro storico conformemente alle recenti modifiche normative e viene potenziata l’offerta dei servizi igienici pubblici comunali”.

Fonte: Comune di Orvieto

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno