sociale

"Diverso da chi?". Rassegna all'aperto al Centro Viva su cinema e disabilità

mercoledì 27 maggio 2015
"Diverso da chi?". Rassegna all'aperto al Centro Viva su cinema e disabilità

Si chiama "Diverso da chi? Cinema e disabilità" ed è la nuova rassegna cinematografica all'aperto promossa dall'associazione culturale italo-tedesca Viva di Orvieto che avrà luogo da martedì 9 giugno a mercoledì 1 luglio nel cortile della sede, al civico 49 di Via del Duomo. In caso di maltempo, le proiezioni si effettueranno all'interno con accessibilità per disabili. L'ingresso è libero per i soci Viva.

"Tema centrale della rassegna - anticipano gli organizzatori - è la disabilità nelle sue forme più diverse, dalla paraplegia alla cecità, dalla sindrome di Tourette a quella della vita delle persone vittime del Contergan. La rassegna offre l'opportunità di sentire come la vita esprima se stessa nella diversità, dimensione che ci tocca personalmente nella relazione con l’altro.

Il rifiuto di chi è diverso nasce dalla paura, radice di pregiudizi e portatrice di solitudine. Con questa proposta scegliamo di guardare in faccia l’essenziale: migliorare la capacità  di sorprenderci a guardare con sguardo aperto a chi più di altri porta nel mondo la differenza nel modo di esserci e di agire. Ciò che ci avvicina a tutti nella differenza è la possibilità di condividere le emozioni e il loro portato interiore".

Quattro, i film che dalla sorpresa condurrano all'interesse per il sentire umano. Quattro serate per entrare nel mondo della differenza. L'obiettivo è quello di sensibilizzare il grande pubblico e coinvolgerlo nel dibattito sempre attuale sulle questioni della diversità e dell'integrazione nella società di oggi. Una scelta di prospettiva inusuale e politicamente scorretta che riassume lo spirito dell’intera rassegna: affrontare un tema difficile con uno sguardo nuovo e coinvolgente, fuori da ogni pregiudizio.

Apriranno le serate della rassegna gli interventi dei rappresentanti delle associazioni e delle cooperative da anni impegnati sul territorio nel settore sociale e quelli delle persone direttamente coinvolte dalla tematica, apportando così conoscenza ed esperienza. I film in programma raccontano la vita della disabilità con approcci inconsueti e sorprendenti, non ultimi quelli della commedia o del road movie:

- Vincent vuole raggiungere il mare (Vincent Will Meer) sarà il film dell'apertura della rassegna, martedì 9 giugno alle 20.30 un road-movie girato da Ralf Huettner tra il 2009 e il 2010. Vincent ha la sindrome di Tourette, Marie soffre di anoressia e Alex ha un disturbo ossessivo-compulsivo; ospiti di una clinica, dove sono approdati loro malgrado, fuggono alla volta dell’Italia in un rocambolesco viaggio alla ricerca del mare.

- La pellicola Rosso come il cielo (Rot Wie Der Himmel) mercoledì 17 giugno alle 20.30 sarà proiettata integrata da audio descrizione per non vedenti e sottotitoli per non udenti. Una storia realmente accaduta, un modo per il regista italiano Cristiano Bortone di mettere in luce sia le problematiche dei non vedenti, relegati in istituti differenziati, sia le capacità artistiche di un uomo che ha costruito il successo sulla diversità.

- Segue una commedia tragica, Corri se puoi (Renn, wenn Du kannst) mercoledì 24 giugno alle 20.30 di Dietrich Brüggemann che racconta l’amicizia tra un ragazzo colpito da una grave paraplegia e un giovane operatore in servizio civile. I due si troveranno in concorrenza per conquistare il cuore di una giovane violoncellista.

- Ultimo film in programma, mercoledì 1 luglio alle 20.30 il documentario NoBody’s Perfect, vincitore nel 2008 del German Film Award. Il regista Niko von Glasow si mette in gioco in prima persona per far luce sulla vita delle vittime di un farmarco, il Contergan, che alla fine degli anni Cinquanta causò la nascita di bambini con gravi malformazione degli arti.

Commenta su Facebook