sociale

Il messaggio di monsignor Marco Nunzi, priore di delegazione

martedì 19 maggio 2015
Il messaggio di monsignor Marco Nunzi, priore di delegazione

Ogni anno la Solennità del “Corpus Domini” riveste per tutta la Chiesa sparsa nel mondo una particolare occasione per rendere gloria a Dio che nel Suo Figlio Gesù, Pane di Vita, si dona a quanti Lo riconoscono Vivo e con cuore sincero Lo accolgono come Cibo e Bevanda di salvezza.

Soprattutto nella nostra Città di Orvieto, “culla” della Festa che l’ha resa e la rende famosa in tutta la Cristianità, siamo invitati a partecipare nella gioia al giorno dedicato interamente all’Eucaristia.

Papa Francesco ha indetto il Giubileo straordinario della Misericordia che avrà inizio il giorno dell’Immacolata il prossimo 8 dicembre. C’è un denominatore comune tra Eucaristia e Misericordia: è l’Amore di Dio rivelato da Cristo che a noi si dona e ci riconcilia con il Padre.

L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme come da tradizione, rende omaggio al termine del giorno del “Corpus Domini” alla Città di Orvieto con un concerto, quest’anno della Banda musicale della Guardia di Finanza, a quanti nella cornice stupenda di Piazza Duomo sigillano una giornata di preghiera e di Pace.

Ai Cavalieri e Dame dell’Ordine dico, mutuando le parole del Santo Padre: Non dimenticatelo, noi dobbiamo combattere con le armi dell’amore e della solidarietà, combattere la cultura dell’indifferenza e dello scarto, la discriminazione razziale o religiosa, il disprezzo della vita e della dignità umana, quale che sia la ragione che le motiva.

Le finalità caritative dell’Ordine Equestre sottolineano il senso e il valore dell’iniziativa e tutti noi con generosità siamo invitati a prenderne parte. A tutti il saluto cordiale e la riconoscenza per il dono della vostra preziosa partecipazione.

Mons. Marco Nunzi
Priore di Delegazione

 


Questa notizia è correlata a:

Fiamme Gialle al Concerto del Corpus Domini dell'Ordine Equestre del S.Sepolcro

Commenta su Facebook