sociale

Italia Nostra Umbria rinnova le cariche 2014-2017. Lucio Riccetti vicepresidente

domenica 16 novembre 2014
Italia Nostra Umbria rinnova le cariche 2014-2017. Lucio Riccetti vicepresidente

Si è tenuta a Foligno domenica 16 novembre l’assemblea regionale di Italia Nostra dell’Umbria, convocata espressamente per il rinnovo degli incarichi del presidente uscente, avv. Gianfranco Angeli, tuttora titolare della sezione di Foligno, nonché dell’ex vicepresidente, avv. Urbano Barelli, assurto a vicesindaco della città di Perugia.

Con voto unanime da parte di tutte le sezioni, Italia Nostra dell’Umbria ha confermato per il triennio 2014-2017 piena fiducia al presidente Angeli, il quale, all’esito dell’elezione, ha ringraziato i presenti per poi aggiungere: “Interpreto questo attestato di stima nei confronti miei e di Italia Nostra come un’esortazione rivolta a tutti noi per fare ancora meglio in difesa dell’Umbria, sin da domani mattina!“.

Viene così premiato un rigoroso impegno civile che perdura da venti anni, diuturna attività fatta di battaglie spesso controcorrente, ma sempre volte all’affermazione del cruciale valore della cultura e della protezione del paesaggio, testimonianze coniugate al più fecondo raccordo anche con decine di comitati locali il cui coordinamento umbro è stato pro tempore affidato a Italia Nostra e all’avv. Angeli.

Conformemente allo statuto associativo, da oggi l’azione del presidente sarà supportata da due nuovi vicepresidenti: il dott. Lucio Riccetti, studioso di storia e di storia dell’arte medievale, a capo della sezione di Orvieto, e il dott. Andrea Liberati, giornalista, apicale della sezione di Terni. Per Riccetti “Da oggi sarà ulteriormente rafforzata la nostra azione a salvaguardia del patrimonio storico-artistico e paesistico, specialmente in questo momento critico. E, anche tramite petizioni pubbliche già in essere, indirizzeremo i nostri sforzi pure a tutela della pregiata area dell'Alfina”.

I vicepresidenti, entrambi in Italia Nostra da diversi lustri, durante il proprio mandato hanno segnalato alla pubblica opinione la gravità del degrado ambientale dell’Umbria Sud: a Orvieto, con la discarica RSU ‘Le Crete’, la più grande pattumiera regionale, che, nonostante plateali criticità, viene ancora ampliata, pur essendo collocata a nemmeno tre chilometri da una Rupe contro le cui millenarie vedute si sferrano in tal modo colpi devastanti; a Terni poi, con la discarica industriale Thyssenkrupp, la più grande del centro Italia, parimenti in via di espansione a dispetto delle indagini giudiziarie e della prossimità al sito naturalistico delle Marmore. E, di nuovo, nell’Orvietano, per lottare contro enormi impianti geotermici, dal potenziale distruttivo per interi paesi della civiltà del tufo; e, infine, a Terni, dove, secondo il vicepresidente Liberati, “Dopo la scoperta degli alimenti contaminati da metalli pesanti e diossine, dovremo da subito lavorare per la più ampia sostenibilità delle produzioni, coniugando salute e lavoro”. Queste e altre le sfide dell’associazione in Umbria per il triennio a venire.

Italia Nostra compirà 60 anni nel 2015. Nel solco di una grande storia, Italia Nostra dell’Umbria farà dunque ancora una volta appello alle forze vive della regione per tutelare concretamente il patrimonio storico-artistico e il paesaggio, nobili valori evocati dall’art. 9 della Costituzione repubblicana, ma soprattutto fragili bellezze delle quali è doveroso occuparsi con occhi puliti e cuore sincero.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità