sociale

Consap lancia l'allarme: "Rischio collasso sicurezza e conseguente tenuta democratica del paese"

giovedì 17 luglio 2014
Consap lancia l'allarme: "Rischio collasso sicurezza e conseguente tenuta democratica del paese"

“162 anni di Polizia di Stato e 200 anni dell’Arma dei carabinieri, questo è gloriosamente nella storia...del nostro paese”, i poliziotti replicano duramente alle dichiarazioni dell’ideologo delle Nuove Br Alfredo Davanzo che aveva definito le Brigate Rosse “gloriosamente nel passato di questa nazione”. E gravissimo reputano anche l’ assordante silenzio con cui queste dichiarazioni sono state accolte dai vertici delle Forze di Polizia, la riprova dell’assoluta incapacità di preservare il futuro della sicurezza nazionale sia da parte del Ministero dell’Interno che del governo attuale. E’ sempre più vicino e concreto infatti il rischio di collasso della sicurezza nel nostro paese. Anche questo governo, in perfetta continuità e “sintonia” con i precedenti, ritiene che la sicurezza interna del paese sia una spesa da tagliare anziché un obbiettivo sul quale investire per favorire anche la ripresa economica dell’Italia.

"L’azzeramento della capacità di azione delle Forze di Polizia - afferma il segretario nazionale Consap Stefano Spagnoli - genera il conseguente pericolo della tenuta democratica della Repubblica e questa è la minaccia che incombe anche sul Bel Paese e che è fortemente sottovalutata dal Governo. Oramai la mancanza di benzina per le auto delle FF.OO non è più un problema, tanto non ci sono le macchine sulle quali metterla...! Infatti i due terzi delle autovetture delle Forze di Polizia non sono più marcianti perché con oltre 300.000 chilometri o in avaria senza possibilità di riparazione per mancanza di fondi. Una farsa si è rivelata anche la dismissione su e-bay delle cosiddette auto-blu, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ne ha dimesse appena 85 e per ora ne sono state vendute solo 25 a prezzi di assoluta svendita.

Giubbetti antiproiettili scaduti, caschi per motociclisti scaduti, uniformi mancanti, munizionamento per le armi in dotazione insufficiente anche per l’addestramento del personale, etilometri inutilizzabili per mancanza di fondi per la revisione, chiusura di oltre 300 presidi della Polizia di stato, ventilata chiusura di almeno 80 Questure e molto altro, hanno determinato l’annullamento della capacita di intervento ed azione di quella che, in passato, era ritenuta la migliore Polizia d’Europa.

Uno stillicidio di risorse che ricade sui cittadini: ormai sempre più spesso per presentare una denuncia bisogna portarsi le fotocopie perché molti commissariati non hanno carta né fotocopiatrici funzionanti, gli uffici denunce sono un ricettacolo di rifiuti per il taglio di circa il 70% sulle spese per le pulizie ordinarie straordinarie per non parlare poi dell’indecenza dei servizi igienici e degli spogliatoi, per concludere con le famigerate camere di sicurezza delle Questure che sono ormai dei veri e propri ripostigli senza alcuna utilità pratica.

La questione, però, non finisce qui. Anzi, assume un rilievo ancora più drammatico se ragioniamo sui numeri dell’organico piuttosto che sui presidi. Per capire, prendiamo proprio la Polizia Postale. Secondo lo schema vigente, l’organico oggi dovrebbe contare 3.456 unità (in realtà, come sappiamo, si registra un calo fisiologico tra organico previsto e forza effettiva). Il piano, invece, farebbe scendere il numero a 1.850. E, ancora, la Polizia Ferroviaria: dai 7.765 dell’organico di oggi si arriverebbe addirittura a soli 4.500 o anche la Polizia Stradale dove la perdita di uomini attuale è di 4000 unità. Dai sindacati di settore dicono che la risposta arrivata dai vertici a tale problematica è stata molto semplice: coloro in sovrannumero saranno risistemati, in uffici o sottosezioni, creati ad hoc nelle questure.

Difficile a dirsi, però, dato che i numeri dicono che anche il personale delle questure scenderà vertiginosamente, passando dai 59.494 previsti oggi a 55.035. Insomma, quello che emerge è un taglio indiscriminato. Lo si evince chiaramente dal computo complessivo delle unità in forza alla Polizia: si passerà dalle 116.662 unità oggi attive ad un nuovo organico di sole 103.266 persone. Il rischio, insomma, è che quasi 14 mila poliziotti restino a spasso.

A ciò si aggiunge la mancanza del turn-over che determinerà, in brevissimo tempo, la totale dispersione dell’esperienza accumulata nei decenni dalle FF.OO. nella lotta alla micro e macro-criminalità, che non potrà essere trasmessa alle nuove generazioni di poliziotti per mancanza di quest’ultimi. A mero titolo esemplificativo, solo quest’anno, a fronte di 5000 uomini della sola Polizia di Stato che se ne andranno in pensione, soltanto 2500 saranno reintegrati. E questo ragionamento lo si deve ripetere per tutte la altre forze di Polizia. Si aggiunga poi che l’età media degli appartenenti alle FF.OO si attesta intorno ai 46 anni e quindi la risposta al crimine, invece sempre più variegato e giovane, sarà sicuramente sempre meno efficace ed adeguata.

Intanto cresce l’allarme per il prossimo autunno caldo dove le Forze di Polizia dovranno affrontare una piazza sempre più violenta e arrabbiata contro lo Stato, per queste attività si potranno sperimentare le nuove microcamere sul gilet tattico per filmare gli scontri, ma mancheranno caschi, u-boot e preparazione visto che ormai le Questure delle città sedi di manifestazioni utilizzano tutto il personale a disposizione, mandando allo sbaraglio colleghi che non sono mai stati addestrati per attività di ordine pubblico con caschi più grandi delle loro teste o peggio più piccoli, dando l’impressione che il concetto di “uniforme” sia ormai solo un luogo comune.

Da ultimo, ma non per importanza, il blocco degli stipendi, ormai fermi da quattro anni, e già si parla di un ulteriore blocco contrattuale e assegni di funzione fino al 2020, che ogni giorno che passa offende sempre più la dignità delle donne e degli uomini in divisa che rischiano la loro vita per gli altri poco più di 1000 euro al mese, demotivandoli e mettendolo a dura prova anche la loro abnegazione. (leggi vocazione)

In conclusione, lo stato in cui versano la Polizia di Stato e tutte le altre FF.PP. rischia di compromettere in modo serio la tenuta democratica del paese per l’impossibilità delle FF.OO di garantire, adeguatamente, l’ordine e la sicurezza pubblica su tutto questo arrivano le “farneticazioni” di Alfredo Davanzo, condannato a 9 anni di reclusione per la sua appartenenza al Pc-Pm (Partito comunista politico militare), di cui fu accusato di essere l’ideologo, e scarcerato alcune settimane fa in regime di liberazione anticipata (dopo 7 anni e 3 mesi), il quale, tra l’altro, ha affermato: “... Le Brigate Rosse appartengono gloriosamente alla storia ...” (Dal sito di Sardegna Reporter del 14/07/2014)".

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 marzo

"Giornate FAI di Primavera". Nel segno di Ippolito Scalza, la 25esima edizione

Tornano a splendere i dipinti delle chiese di S.Giovanni Battista e S.Caterina d'Alessandria

A Ficulle, visita alla Chiesa di Santa Maria Nuova ed eventi collaterali

"Festa dell'Iscrizione" in musica per l'Associazione Ex Alunni del Liceo Classico "Gualterio"

Per la Zambelli Orvieto, c'è l’appuntamento interno col Cesena

Nando Mismetti eletto presidente Upi Umbria dall'assemblea generale

"Camminare per conoscerci", il Comune presenta il calendario delle iniziative Trekking e Nordic Walking 2017

Provincia, mobilitazione no tagli: "Solo 500 euro per ogni scuola, sicurezza a rischio"

Informazioni sulle chiusure della circolazione per la gara podistica

73esimo anniversario dell'Eccidio di Camorena, il programma delle celebrazioni

Parlamento Europeo a Norcia. Marini: "Gesto concreto vicinanza a popolazioni colpite”

"Terra di Confine 2013", ed è subito magia. Domenica di degustazione alla Tenuta Vitalonga

"Cara Radio...sfiorami la mano". Al Mancinelli la coproduzione di Filarmonica, Scuola di Musica e TeMa

"Insieme a te non ci sto più". Al Teatro Spazio Fabbrica, il quintetto di Marco Morandi

Foto di una madre

Te la dò io, l'Euro

Tra Arpa e Confindustria Umbria si rinnova il dialogo sulle tematiche ambientali

Post-sisma, misure urgenti per l'intero comparto turistico

Orvieto incontra Jack Sintini. "La forza e il coraggio dello sport nelle avversità della vita"

Orvietana al Muzi, con il Cannara è il momento della verità

Moria di pesci in concomitanza con la piena. "Salviamo il lago di Corbara"

Rifacimento della segnaletica stradale, via alla seconda fase

"Per...Altro". Convegno AUCC e rappresentazione teatrale al Santa Cristina

Gli allievi dell'Alberghiero visitano Falesco e Museo delle Scienze Agroalimentari

Musical a Porta d'Orvieto, arriva "Las Aventuras de Luna"

Giuseppina Mellace presenta il libro "Delitti e stragi dell'Italia fascista dal 1922 al 1945"

Il Liceo Artistico va a scuola di benessere. Fra orti sinergici, laboratori integrati e Zen

Intorno alla Rupe cresce l'economia della Grande muraglia, in molti vogliono vendere ai cinesi

Bambini sotto shock per l’attentato. Come aiutarli?

Urla, polemiche e promesse: dibattito e voto in Regione su Le Crete

A Collevalenza la 34esima rappresentazione della Via Crucis

Pasqua a Lugnano in Teverina, tutti gli appuntamenti

Politica dei rifiuti o degli assensi?

Azienda Usl Umbria 2, nessuna riduzione o sospensione dei servizi durante le festività pasquali

Controlli rafforzati per il ponte di Pasqua. Arresti, denunce e allontanamenti

Anche la sezione primavera "L'Altalena" all'Ovo Pinto di Civitella del Lago

Psr Umbria 2014-2020: oltre 48milioni di euro per sviluppo locale

Maxi-concorso regione, prova preselettiva tra i 31.909 candidati

Mettere un freno all'accattonaggio, la Lega Nord chiede maggiori controlli

Partito il ciclo di conferenze su Bartolomeo di Alviano

Elisabetta Antonini e Marcella Carboni al Tuscia in Jazz con il loro progetto Nuance

72 anni fa l'eccidio dei Sette Martiri di Camorena, Orvieto li ricorda così

Anas: 4,5 milioni di euro in tre anni per la manutenzione ordinaria delle strade statali dell'Umbria

"Appendere...ad Arte". Mostra nell'ex chiesa di San Giacomo Maggiore

Servizio interforze per contrastare micro-criminalità, commercio abusivo e accattonaggio molesto

Anche la Cia è contraria all'ampliamento della discarica: "La Regione riveda le sue posizioni"

Pizze di Pasqua, i premiati della 14esima edizione. Degustazioni e solidarietà

Eccidio di Camorena, le iniziative del Centro di documentazione popolare

Geotermia e biomasse, il consiglio comunale dice no

Ripartire dall'olivicoltura per promuovere il territorio

Puc 3. Sì della giunta ai bandi per interventi di edilizia residenziale e attività produttive

"Netland". Alla sala polivalente, c'è l'assemblea informativa sul Puc 3

Al Teatro dei Rustici la Compagnia "Un Sacco DiVersi" presenta "Come d'autunno"

I pendolari di Orte pronti a manifestare contro la soppressione dell'Ic 598

I Porti della Teverina. Al Teatro dei Calanchi di Lubriano "I nuovi lineamenti delle mafie"

Dopo Fabio Bistoncini, il Cenacolo del Csco propone un incontro sull'educazione finanziaria

Lo Sportello d'Ascolto Integrato lancia una campagna di sensibilizzazione contro lo stalking

Energia elettrica interrotta. Restyling delle cabine Enel in località Padella e Poggente

Biomasse. Terzino replica al comitato e annuncia un incontro con i sindaci dell'alto Orvietano

"Con i cittadini per Castel Giorgio": "Lo chiedevamo da più di due anni"

"Prima di tutto Castel Giorgio": "Salvaguardia del territorio e mancanza di condivisione delle scelte amministrative"

Orvieto dice sì al Centro di ricerca e formazione per la salute e l'alimentazione

Lavezzini Parma vs Azzurra Ceprini Orvieto: 64 a 55. Mercoledì a Cagliari e sabato si chiude a Porano contro Umbertide.

Chi è chi. Antonio Amatulli, tecnico esperto ma soprattutto amico vero di Azzurra

Quando il destino si diverte ad intrecciare un'esistenza con un territorio

Al San Giovanni presentazione del Progetto Farsiccia e Consumer Test

L'Orvieto Basket fa 2 su 2, battuto anche Rieti

Sei patenti ritirate dai carabinieri per abuso di alcool e droga

Torna l'iniziativa "L'insalata della nonna" dedicato alle erbe spontanee mangerecce

Eolico sul Peglia. La Provincia replica a De Sio: "Nessuna norma elusa"

Catena di solidarietà dei dipendenti Enel per donare il sangue

Con la rassegna "Amarcord" la Montegabbione del passato rivive nei filmati amatoriali

Preadottato il nuovo calendario venatorio. Si parte il 2 settembre

"Primavera e poesia" al Caffè del Teatro con i Lettori Portatili

Al Mancinelli per "Visioni di futuro" Pannelli e Tagliabue portano in scena "A slow air"

Itw Lkw accanto a Legambiente e Kyoto Club per discutere di geotermia come sviluppo

Falsa inaugurazione? Luciani (Identità e Territorio) interroga la giunta sulla nuova sala operatoria

Il business dell'oro rubato fruttava 4 milioni l'anno. Manette anche nell'Orvietano