sociale

Il comitato del no di Monteleone: "L'alternativa dell'unione è possibile"

giovedì 17 aprile 2014
Il comitato del no di Monteleone: "L'alternativa dell'unione è possibile"

Il Comitato del no a questa fusione ringrazia quanti hanno contribuito a far vincere la posizione di rifiuto a un progetto di riorganizzazione amministrativa "che - ribadisce - avrebbe voluto cancellare per sempre dalla cartina geografica Monteleone d'Orvieto e chiudere per sempre le porte del Comune, trasformandolo in municipio".

"Un progetto - sottolineano dal Comitato - che, come ha ben compreso la popolazione che si è espressa al voto, si è caratterizzato per tempi troppo stretti e mancanza di un accurato studio di fattibilità. Imperdonabile responsabilità in quanto le istituzione interessate e i soggetti coinvolti nella diffusione delle posizioni a favore, decidendo di impegnarsi in tempi così ridotti anziché avvalendosi di un metodo adeguato, hanno vanificato quella che poteva essere, se intrapresa nelle modalità giuste, un'opportunità per il territorio". Per questo il Comitato del no vuole sottolineare l'importanza dell'elaborazione di un progetto di Unione -negli anni prospettata dalla politica anche attraverso convegni ma mai concretizzata- non solo per associare le funzioni ma anche per permettere di creare delle opportunità di sviluppo anche in termini di promozione del territorio e di turismo. E magari anche di occupazione".

Elisabetta Guidantoni, Luca Scutigliani, Alessandra Carnieri, Elisa Giuliacci e tutti coloro che hanno contribuito al progetto, mettendo a rete la propria competenza nel rispetto e ascolto del gruppo e dei vari comitati territoriali, si sono riuniti lunedì sera al Campo della Fiera, alla presenza del consigliere provinciale (FdI) Francesco Tiberi, del capogruppo delle forze di opposizione a Fabro Walter Moretti e di alcuni membri degli altri gruppi del no. Il momento conviviale è servito per festeggiare il risultato referendario e ribadire -come ben espresso dalla gustosissima torta realizzata da Pina Di Raco- che "Monteleone vive". "E continuerà a farlo - ribadiscono i promotori - grazie al contributo dei tanti e motivati giovani che si sono battuti affinché la storia, la tradizione e l'identità monteleonese non fosse dispersa da scelte politiche non condivise dalla maggioranza dei votanti al referendum".

Pubblicato da Ri Unione il 17 aprile 2014 alle ore 08:16
Visto che incredibilmente vi trasformerete tutti in liste elettorali per le amministrative, a dimostrazione del vostro distacco dalla politica, sarà ora che diciate ai cittadini con chi e come volete fare questa Unione, o volete continuare a parlare di fuffa per un altro mese, prendendoci in giro?
1) chi partecipa all'Unione?
2) dove avrà sede? perchè una sede dovrete metterla obbligatoriamente.
3) visto che dovrete accorpare tutte le funzioni comunali, ogni comune manterrà gli attuali dirigenti, o procederete ad una riorganizzazione del personale, con la speranza di qualche risparmio per le tasche dei cittadini?
4) ogni comune manterrà le attuali tariffe e tasse, o potremo sperare in una riduzione?

Illuminateci
Pubblicato da Ri Unione, keep calm and shut up il 17 aprile 2014 alle ore 11:38
è incredibile come solo il PD locale abbia il diritto di presentare liste elettorali, mentre i movimenti di liberi cittadini non possono. Avete una logica cosi incastonata nei vostri canoni che presentare una lista elettorale solo per il bene e amore del proprio territorio non riuscite a comprenderlo. E' un concetto troppo fuori dalla normalità. Signor Ri-Unione, si faranno le amministrative e in base ai risultati si getteranno le basi per questo territorio. Intanto chi ha proposto la fusione e non ha mai creduto nelle Unioni fin dall'inizio è meglio che non si presenta per niente e va a casa!
Pubblicato da Ri Unione il 17 aprile 2014 alle ore 13:32
Ma che voi avevate preparato le liste da prima di dicembre, ormai l’hanno capito anche i bambini e che tutta questa bagar per il no è conseguenza del vedersi sparire la possibilità di un pò di potere pro domo vostra.
Quello che non capite è che perderete la vostra credibilità nel momento in cui vi candiderete, perché di questo avete accusato il pd per tutta la campagna referendaria e siete peggio di loro.

Detto questo rispondete a quelle quattro domande che vi ho fatto, non fate i politicanti di bassa lega. Rispondete ai cittadini nel merito, visto che vi volete candidare a governare questo territorio. Fatice vede quanto sete brave e quanto c’avete le idee chiare.
Pubblicato da Daniele Zanna Bianca Mariani il 17 aprile 2014 alle ore 14:17
In tutta la mia esperienza lavorativa non ho mai visto 5 aziende mettere insieme gli operai e mantenere le amministrazioni. Dovrà scontrarsi con il fattore umano. Ne riparleremo tra 5 anni con chi la propone valutandone i risultati. In bocca al lupo...
Pubblicato da openmind il 17 aprile 2014 alle ore 15:16
Sig. Daniele lei è ottimista: 5 anni? secondo me durano 5 mesi, perchè come fanno i duri e puri dei comitati del no a dividere le poltrone con i politici di destra, di RCI e di SEL che li hanno appoggiati? Secondo lei riescono a resistere tutti insieme appassionatamente? Ribadisco che mi siedo sulla riva del fiume...
Pubblicato da king il 17 aprile 2014 alle ore 15:40
Ecco quà, questa mancava proprio, male chi ha velocemente e troppo a ridosso di una tornata amministrativa proposto l'unione , peggio chi prima spinge per non farla e poi dice che bisgonerà farla per forza.......ma se l'italia e nello stato in cui è lo sapete di chie la colpa ????? : DEGLI ITALIANI SCHIZOFRENICI E CHE FANNO POLITICA SULLE SPALLE DI TROPPA GENTE IN BUONA FEDE.

DISSE IL MARCHESE DEL ...... SALATA CHI ZOMPA , E SPERIAMO CHE ZOMPI ALTO ALTO.........E' RIMASTO SOLO LUI!!!!!! E SPERIAMO CHE I PINOCCHI DELLA POLITICA NON LO PRENDANO A MARTELLATE COME FECE IL PINOCCHIO DELLA FAVOLA!!!!!!! BUON 25 MAGGIO A TUTTI!!!!
Pubblicato da Eraldo Casavecchia il 17 aprile 2014 alle ore 18:02
Un augurio a tutti coloro che hanno a cuore Monteleone , chiunque sia sappia che è un onore lavorare per un paese così bello , non rovinatelo con le liti e con la superficialità ma bensì fatelo diventare un grande paese perchè se lo merita e se poi dovesse unirsi o fondere con altri comuni rimarrà sempre una perla di paese.

Pubblicato da Ri Unione, keep calm and shut up il 17 aprile 2014 alle ore 18:39
A parte che non sono a conoscenza di questo fatto chi e dove stava preparando una lista a dicembre. A monteleone non credo proprio. Ripeto, anche se fosse è reato preparare una lista elettorale? dove e da quando? molto più grave è cercare di evitare le elezioni amministrative mettendo un piedi una fusione senza alcun piano o progetto in 3 mesi. Un castello di carte caduto alla prima folata grazie al voto dei cittadini e in alcuni casi con largo margine. La maggioranza va rispettata e qualcuno farebbe bene a chiedere scusa davanti ad una simile disfatta.
Pubblicato da Per Ri Unione il 18 aprile 2014 alle ore 11:43
Si risponde sommariamente alle domande poste:
1) chi partecipa all'Unione? Risp. - Tutti i 5 Comuni.
2) dove avrà sede? Risp. - Comune dove il NO alla fusione ha avuto la maggioranza di voti.
3) visto che dovrete accorpare tutte le funzioni comunali, ogni comune manterrà gli attuali dirigenti, o procederete ad una riorganizzazione del personale, con la speranza di qualche risparmio per le tasche dei cittadini? Risp. - Ogni Comune manterrà gli attuali dirigenti, e procederà ad una riorganizzazione del personale solo sinergica, ottenendo così risparmio per i cittadini, e lasciandogli inalterati i servizi.
4) ogni comune manterrà le attuali tariffe e tasse, o potremo sperare in una riduzione? Risp. - Attuando quanto risposto al punto precedente si otterrà una riduzione delle attuali tariffe e tasse.

Cordiali saluti.


Pubblicato da cittadino per il cambiamento il 18 aprile 2014 alle ore 20:22
Oltre le posizioni del Si e del No,rispetto a un progetto di fusione,che è venuto fuori a pochi mesi dalle elezioni,non vedo cosa ci sia di anormale,se alcuni cittadini,si stavano organizzando per porsi come alternativa,alle attuali amministrazioni comunali.Ritengo che la vera democrazia,sia quella dell'alternanza,come altre realtà ci insegnano,e non quella di una sola parte politica al comando per oltre 50 anni.Credo che il sistema di potere che si è creato in Umbria,sia sotto gli occhi di tutti,senza bisogno di tante spiegazioni. Se forze politiche che hanno primeggiato a livello nazionale,in Umbria non sono andate mai oltre il 40 per cento,un motivo ci dovrà pur essere. Dicevo di gruppi di cittadini,soprattutto giovani,che mentre si stavano organizzando per motivi elettorali,hanno dovuto,non per volere loro,ma delle amministrazioni uscenti e i loro o il loro partito di riferimento,sterzare sul problema fusione.
Ritengo che si siano battuti per ostacolare la fusione,non tanto perchè gli veniva meno la possibilità di candidarsi alle imminenti elezioni,ma perchè gli veniva tolto il proprio comune,con un metodo frettoloso e poco trasparente,che non poteva lasciarli indifferenti.
Si fanno delle domande e si chiedono delle risposte. A chi chiedeva agli amanti del comune unico,di piano programmatico,si sentiva rispondere che non era compito loro,ma dei futuri amministratori. Non ci resta che aspettare il nuovo che avanza,perchè cambiare si puo!
Pubblicato da Lord_Wind il 20 aprile 2014 alle ore 01:23
Concordo con Ri Unione, keep calm and shut up, solo ed esclusivamente il tiranno PDP, vuole continuare a tiranneggiare sull'Alto Orvietano per ridurlo ancora peggio di quello che ha fatto fino adesso. Voleva solo la fusione per non dare la possibilità ai cittadini di votare liberamente. Fortuna si chiama Partito Democratico. xD
Pubblicato da stefano moretti il 24 aprile 2014 alle ore 11:15
Con minimo, necessario distacco temporale, intervengo sul tema per l'attenzione affettiva e culturale che ho nei confronti di Monteleone .Ho apprezzato ed apprezzo l'impegno dei molti giovani per il no alla fusione, dopo aver criticato, pubblicamente, lo sciagurato tentativo della Giunta regionale dell'Umbria e del Sindaco di Fabro ,di stravolgere equilibri istituzionali consolidati, la cui modifica, pur necessaria,'deve avvenire con ampia partecipazione e massima condivisione, non solo nell'Orvietano ma in tutta l'Umbria, regione che, a sua volta, deve mettersi in discussione come pure ha iniziato a fare qualche esponente della sinistra regionale come Fabrizio Bracco. Tanto premesso, non vedo il festeggiamento, poiché le divisioni, pure avvenute tra monteleonesi, non hanno bisogno di brindisi, dato tra l'altro l'esiguo vantaggio numerico con cui il no si e' imposto,ma di sarti che le ricucino;soprattuttto non vedo al presenza di consiglieri piu' o meno noti di questa o quell'altra istituzione, appartenenti all'ex centro destra, visto che , a Roma, tale categoria di appartenenza e' da tempo superata vuoi per la composizione della maggioranza di governo , vuoi per i cinguettii amorosi tra Renzi e Berlusconi. Pensare di far coincidere il no , di natura assolutamente trasversale, con il centro destra ed i suoi supposti rappresentanti e farne addirittura lista elettorale, sarebbe un errore, tale da sciupare tutto il valore aggiunto ed il significato dell'impegno referendario.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 aprile

Allarme sicurezza, sale in ospedale per una visita e le rubano l'auto

#OrvietoSocialTour. Occhi da top Instagramers per raccontare la grande bellezza

Luci basse per l'Earth Day. Al Colle del Duomo, di notte l'arte si racconta

Il nuovo tour dei Brahmanelporto parte dalla Germania

Modifiche temporanee alla circolazione stradale, il mercato trasloca in Piazza Cahen

Consenso al Pd su sostegno alle frazioni e gestione diretta dei servizi turistici e culturali

Orvieto dice addio ad Enrico Medioli

Festa della Liberazione, le iniziative a Todi per il 25 Aprile

Il Comune di Parrano per la libertà di Gabriele Del Grande

Al via "Il Maggio dei Libri". In Umbria una settantina di iniziative e la presentazione di kit-lettura per bambini

Usl Umbria 2: "Altre cinque strutture hanno superato le verifiche per l'accreditamento"

A scuola di sicurezza, con la Polstrada. Via a un nuovo ciclo di incontri di educazione stradale

In Duomo l'ultimo saluto. Germani: "La città lo ricorderà"

Geotermia. Nogesi: "Assalto alla diligenza con la complicità del postiglione"

Inaugurato il Centro di ricerca e documentazione sulla disabilità

"Aspettando i Pugnaloni 2017", presentazione dei bozzetti al Teatro Boni

Da Bardano al resto dell'Umbria, l'abbassamento delle temperature compromette la produzione agricola

Consap chiede l'istituzione di un presidio di polizia in ospedale

Orvieto4Ever 2017. È "Victory", il tema del concerto-evento con Andrea Bocelli

Pd, macchina organizzativa al lavoro in vista delle primarie

TeMa, lettera aperta di Calcagni al sindaco Germani

Madonna del Fossatello in festa per la 277esima ricorrenza

Buon lavoro al Laboratorio per la Biennale dello Spazio Pubblico

Dramma sulle strade orvietane, muore quarantenne in moto

Escursione guidata alla scoperta delle antiche miniere e fornaci di Vetriolo

Voleva gettarsi dall'Albornoz. Ragazzo orvietano salvato da agente di Polizia

Lotta all'abusivismo. I tassisti orvietani non ci stanno e alzano la voce

Furto nella notte in un'abitazione a Pianlungo. Oro e contanti nel bottino dei malviventi

Servizi migliori a costi più bassi. Avviato dal SII il monitoraggio dei contatori abusivi

Fabro. Dal 23 aprile al 22 maggio "Il Mito di Garibaldi". Mostra storica al Castello di Carnaiola

Svolgimento della "Via Crucis" nel Centro Storico e ad Orvieto Scalo. Indicazioni per la circolazione

La Giunta regionale approva il regolamento per contributi all'attività e all'impiantistica sportiva

Calandrino, Buffalmacco e la giostra del Presidente

Allerona. Mostra fotografica di Ellen Emerson dedicata alla magia dell'albero: 23 aprile - 8 maggio

L'Assessore al Turismo e Commercio Marco Sciarra interviene sulla questione "tassisti abusivi"

Confagricoltura Umbria in prima linea per la sicurezza in agricoltura. A breve l'avvio di nuovi corsi di formazione

Ultime partenze. Si conclude la gestione dei migranti tunisini al centro Caritas di Orvieto

Operazione "Pasqua sicura". Carabinieri in azione, due arresti per tentato furto

Continua la Conferenza programmatica del PD Orvieto. Prossime tappe centrate sull'ascolto dei cittadini

E' ancora possibile studiare e lavorare in democrazia?

Premiate le migliori pizze di Pasqua dell'Orvietano al Palazzo del Gusto

Il PdCI Orvieto su una battuta "infelice" di Fabio Fazio: "Il PdCI e Rifondazione comunista esistono ma Fazio non lo sa perché guarda troppa tv"

"Il Mosaico Risorto. Inediti di Cesare Nebbia tra restauro e valorizzazione". Spazio espositivo a Palazzo Coelli fino al 23 maggio

"Le vie della tessitura" a Palazzo dei Sette. Mostra di artigianato ed arte tessile

Settimana della Cultura. Il Duomo di Orvieto oggetto di una visita organizzata dal Comune di Castel Viscardo

Cordoglio per la scomparsa del collega Marcello Martinelli

Protezione Civile. Sabato 24 aprile ad Orvieto assemblea regionale del Volontariato

Local on line, la forza dell'informazione dal territorio. Al Festival del Giornalismo in corso a Perugia il punto su ruolo, problemi e prospettive delle news locali

Elogio dell'erba verde

Diserbo a raffica? No grazie!

"Non numeri ma persone". Mostra fotografica alla Chiesa di San Rocco

Verso OrvietoComics #2. Una locandina che farà storia

"Abruzzo un anno dopo" mostra fotografica della Protezione Civile di Orvieto

Avviato l'iter partecipativo per definire il Quadro Strategico di Valorizzazione del centro storico

"Il Ruggito dell'Eccellenza Italiana". Alla Tenuta Vitalonga festa in campagna in compagnia delle rosse di Maranello

Porano apre il progetto "Strade Sicure" nei piccoli Comuni della provincia di Terni. Intervista al presidente ACI Bartolini e al vice sindaco Conticelli

Venerdì a San Venanzo "La foresta incantata", spettacolo teatrale di Solidarietà

L'assessore Sciarra: "La legge 12 non prevede l'esclusiva alla partecipazione delle associazioni di categoria". Intanto il coordinamento dei commercianti convoca un'importante assemblea per il prossimo lunedì

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni