sociale

Lavori alla scuola di Porano. Replica della cittadina che ha segnalato il caso

sabato 11 gennaio 2014
di Paola Paolini

Ringrazio Il vicesindaco Conticelli per la dettagliata descrizione delle procedure che hanno portato all'apertura del cantiere presso la scuola di Porano.
Come cittadina sono naturalmente felice che contributi europei, tramite la regione Umbria ed il comune di Porano, possano essere usati per rendere più sicura la nostra scuola.
Come cittadina, nonna ed ex amministratrice (autorottamata in quanto di lungo corso e di una certa età) non posso che essere alquanto sbalordita che, per rendere nel futuro più sicuro l'edificio scolastico, si espongano ora ad innegabili rischi e disagi gli alunni e tutto il personale scolastico.
Quando ho visto, immediatamente la chiusura della scuola per le vacanze natalizie, iniziare a materializzarsi l'impalcatura intorno all'edificio mi sono compiaciuta della lungimiranza dell'amministrazione che, pensavo, approfittava di questo periodo per lavori più o meno urgenti.
Ben presto, però, mi sono resa conto che l'imponenza del cantiere indicava che le operazioni sarebbero senz'altro andate ben al di la delle vacanze natalizie; per capire non mi ha aiutato di certo la mia abituale frequentazione dell'albo pretorio dove non ho trovato risposte alle mie curiosità, che cominciavano, però, a divenire timori per quello che si vociferava in giro.
Come cittadina, nonna e, soprattutto, come ex amministratrice ( che durante lo svolgimento di questo ruolo non si è mai dimenticata di essere anche cittadina) non potevo credere che qualcuno potesse veramente pensare che opere di tale portata possano convivere con una scuola funzionante e che, data la situazione, possa essere effettivamente attuato un "piano di lavoro finalizzato ad evitare l'interferenza dei lavori con i bambini e con il regolare svolgimento delle lezioni".
Tralascio le mie considerazioni sulla sicurezza, non sono un'esperta e non è mia competenza, ma se si è ritenuto, ieri, di apportare modifiche all'impianto del cantiere è evidente che il mio "buon senso " non funziona poi tanto male.
E' evidente che i lavori, dato l'apparato burocratico che noi tutti purtroppo conosciamo, non potevano essere realizzati nell'estate 2013; forse, però, avrebbero potuto essere eseguiti nell'estate 2014.
A quanto ne so, altri comuni che hanno ottenuto fondi all'interno dello stesso programma regionale POR FESR 2007-2013, Asse II Ambiente e prevenzione dei rischi, Attività 2.1.1 Piani e interventi per le prevenzione dei rischi naturali, Azione 3 bis, hanno pensato bene di portare a termine tutte le procedure burocratiche per non perdere il finanziamento e di dare l'avvio ai lavori al termine dell'anno scolastico, garantendo ora e per il futuro la sicurezza dei bambini e degli operatori, evitando, sicuramente, l'interferenza dei lavori con i bambini e con il regolare svolgimento delle lezioni.
Un'ultima cosa: per essere proprio chiara e togliere qualsiasi possibilità di fraintendimento dichiaro che questo è e vuole essere un intervento politico; e lo è perché si occupa di "cosa pubblica", che riguarda la quotidianità di una comunità che ha il diritto e anche il dovere di interrogarsi su quello che le succede intorno, che deve avere il coraggio delle proprie opinioni e della loro libertà di espressione.
Questa è la POLITICA
Un amministratore, di destra, sinistra, centro, civico o qual si voglia, non può essere lasciato solo nell'espletamento delle sue funzioni.
Parola di ex amministratrice! Grazie alla stampa per la risonanza


Questa notizia è correlata a:

Il gruppo di minoranza "Insieme per Porano" interviene sui lavori alla scuola materna e primaria

Pubblicato da Marco Conticelli il 11 gennaio 2014 alle ore 19:14
Gentile Paola, apprezzo la compostezza del tuo intervento e sono pienamente d’accordo in merito alla “solitudine” degli amministratori .
Bene hai fatto a svelare l' identità della "nonna" , è sempre antipatico dover interloquire con un anonimo.
Nel merito degli aspetti più tecnici, non essendo nessuno di noi esperto soprattutto in materia di sicurezza, lascerei questa delicata responsabilità a chi ne ha titolo essendo per questo nominato e remunerato.
Proprio per questo vengono nominati i responsabili della sicurezza che redigono i relativi piani, predisposti regolarmente anche per questi lavori (completi di tutto e contenenti anche l'analisi dei rischi da interferenze, non c'è quindi bisogno del DUVRI), tenendo conto di una possibile coabitazione con le attività didattiche, inevitabile in quanto i lavori avranno una durata di circa 8/9 mesi. Iniziando questi lavori nel periodo estivo, 2013 o 2014, comunque gli stessi avrebbero intaccato o intaccherebbero le attività didattiche ed inoltre si rischierebbe seriamente di non rispettare i tempi dettati dalla Regione per chiudere i lavori e rendicontare ai fini del finanziamento.
Come ho già fatto presente, non c’è stato ad oggi un solo giorno di compresenza tra lavori ed attività didattiche. Sul pieno rispetto della sicurezza dei bambini e del personale, GARANTITA dal Piano di Sicurezza e Coordinamento predisposto dal Coordinatore della Sicurezza, stiamo ulteriormente lavorando unitamente alla dirigenza di circolo ed i lavori non inizieranno fin tanto non sia tutto definitivamente concordato.
Sarà un comunicato condiviso da Amministrazione comunale e Circolo Didattico a chiudere definitivamente questa vicenda.

Un caro saluto

Marco Conticelli
Pubblicato da mamma preoccupata il 12 gennaio 2014 alle ore 09:43
Carissimo Vice Sindaco vedo che ha risposto molto velocemente agli articoli pubblicati nei giorni scorsi sui giornali locali. Non capisco allora perché altrettanta disponibilità non l'ha spesa per noi genitori (pochi o tanti che siamo) preoccupati per questi lavori. Siamo preoccupati sì e non da quando altri hanno pubblicato articoli come dice Lei per seminare panico nelle famiglie e ottenere così consensi primaverili, ma lo siamo già dal 20 dicembre data di inizio lavori. Le rivolgerò alcune domande a cui spero darà risposta. Se il cantiere era in regola allora perché è stato sospeso?
Perché in un cantiere del genere che dovrà permanere per diversi mesi non c'è neanche un bagno chimico per gli operai tanto che durante le vacanze sono stati utilizzati quelli della materna? Perché la Scuola non è stata avvisata in tempo dell'entità dei lavori in modo tale da mettere al sicuro materiale scolastico anche di un certo valore come ad esempio cinque LIM
donate dalla Fondazione Cassa Di Risparmio di Orvieto pochi giorni prima delle vacanze?
Secondo Lei è giusto che i bambini stiano in un ambiente poco pulito? Lei sarebbe tranquillo a mandare i suoi figli dentro un cantiere come è attualmente la nostra scuola? Infine ho capito che per ovvi motivi tecnici i lavori non potevano iniziare nell'estate passata, ma perché non li avete posticipati nell'estate prossima? Del resto il finanziamento era stato ottenuto, i lavori assegnati, e soprattutto sarebbero stati molto PIU' VELOCI dato che non c'era nessuno dentro e per questo anche MENO COSTOSI dato che molte transenne, pareti di legno per creare aule provvisorie, costi aggiuntivi per le pulizie, orari della scuola da rispettare, ecc. non sarebbero serviti. Forse giustamente Lei è tranquillo visto che per la posizione che occupa è a conoscenza dei lavori e di come verranno svolti, mentre noi genitori essendo all' oscuro di tutto ( anche on line sul vostro sito i documenti relativi non sono disponibili), nessuno ci ha dato precise spiegazioni e non ci rimane che fare affidamento ai nostri occhi. Chiedevamo troppo se nei giorni scorsi ci avesse rassicurato sulla faccenda direttamente invece che dal giornale? Spero che non mi venga anche a me fatta l'accusa di "fare Politica", sono solo una mamma preoccupata che aspetta spiegazioni. Poi vedrà che se tutto verrà fatto nella regolarità e nella sicurezza saremo noi per primi a ringraziarla e ad essere soddisfatti e felici dei lavori.
Pubblicato da Soccolini Andrea il 12 gennaio 2014 alle ore 16:26
Viste le polemiche nate per i lavori di adeguamento della scuola vorrei dire che è giusto mettere in sicurezza i locali ma è altrettanto importante pensare alla sicurezza dei ragazzi e del personale che ci lavora. Non si può mandare a scuola dei bambini dentro un cantiere dove devono seguire lezioni in mezzo alla polvere che ricordo è pericolosa per le vie respiratorie oltre che hai rumori per non parlare delle strumentazioni appena installate che si possano rovinare. Allora mi chiedo perché prima di iniziare i lavori non si è convocata un' assemblea pubblica con i genitori e i dirigenti scolastici e spiegare loro i lavori e ascoltare le loro ragioni e alla fine concordare un calendario condiviso delle opere?

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 aprile

Colpo di scena in Consiglio Comunale. Loriana Stella dimissionaria

Patto di amicizia fra Orvieto e Pesaro nel segno di Padre Gianfranco Maria Chiti

"Tentazioni", personale di pittura di Ioan Pascu al Centro Studi "Città di Orvieto"

Sei nuovi ingegneri "junior" dal Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni di Orvieto

"Voci del Sacro". Sabato 24 aprile a Guardea la "Passio secondum Joannem"

In difesa del Tribunale di Orvieto: interrogazione Belcapo in Consiglio. Barberani: "L'aria che tira non è incoraggiante"

Interrogazione Gialletti sulla disciplina transitoria riguardante gli allietamenti: "Tutti devono attenersi a delle regole". Il Sindaco: "a molti sfugge la distinzione tra allietamento ed intrattenimento"

"La scultura lignea in Italia, in Umbria e nella Diocesi". Sabato 24 aprile seminario a cura della associazione "Pietre Vive"

Episodi di vandalismo, a matrice politica e non, compiuti nel territorio comunale. Rosmini: "deplorevoli e frutto di stupidità"

Ancora su Commercio e Turismo. Chi discrimina chi?

Anas, i diserbanti utilizzati sulle strade di competenza non sono dannosi né per l'uomo né per l'ambiente

Effetto Stella: entra in Consiglio Cecilia Stopponi

Vicenda Grinta Srl. Tutto rimandato a fine maggio, l'azienda ha tempo un mese per trovare soluzioni concrete

"Dalla traccia alla prova. Il contributo dei RIS all'attività della Polizia Giudiziaria e della Magistratura": Fabro incontra i suoi illustri cittadini

L'Italia che non finisce di stupire. Assurda la proposta Fieg sulla tassa Internet per finanziare l'editoria

Guido Scorza: "L’idea è inaccettabile e giuridicamente illegittima. Nel Paese dei dinosauri paga sempre l'innovazione"

Il Gala perde e attende l'ultimo impegno. In arrivo il 1° Torneo Gala5

I legali degli indagati all'opera per il dissequestro: "in regola i permessi per costruire"

Lo stalking diventa reato autonomo. Non tutto è perfetto ma si esce finalmente dal silenzio

Viabilità, sicurezza e servizi all'area residenziale ed industriale di Bardano, respinta in Consiglio la mozione del Gruppo Misto

Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni di Orvieto: laureati altri otto ingegneri "junior"

Istituite forme di previdenza e assistenza complementare per il personale della Polizia Municipale

Il Comune di Orvieto aderisce alla Carta Europea per l'uguaglianza e le parità fra donne e uomini nella vita locale

Paolo Trippini scelto per concorrere al premio "Miglior Chef del Centro Italia"

Vauro e la Rai, tra nuovi partigiani e vecchi regimi

Le cave si stanno mangiando il bel Paese. Un contributo alla Settimana della Cultura

1600 euro i fondi raccolti dai Giovani Democratici per l'Abruzzo

25 aprile: "E' una ricorrenza di tutti, festeggiamola insieme". Molte le iniziative a Orvieto e nel Comprensorio

A Castelviscardo incontro tra Fausto Ermini e Massimo Tiracorrendo

A San Venanzo intitolazione della Biblioteca Comunale a Stefano Millesimi. Mostra personale di pittura dell'artista

Passeggiata ecologica a San Venanzo

La Sapienza intitola a Sante De Sanctis l'aula magna delle facoltà di Psicologia

A Montegabbione incontro su "La battaglia dimenticata". Pomeriggio sportivo con la cronoscalata Faiolo-Montegabbione

Ad Orvieto in mostra le opere di Paolo Antonini

"Un Canto per la Vita". Al Palazzo dei Congressi la Corale Polifonica della Cattedrale di Orvieto

25-26 aprile sull'altopiano dell'Alfina manifestazione di aeromodellismo

Partito da Orvieto il VII Giro Podistico dell'Umbria sotto il maltempo

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni