sociale

Spiragli per il tessile orvietano. Appello della Cgil al territorio

venerdì 13 dicembre 2013
Spiragli per il tessile orvietano. Appello della Cgil al territorio

"Dalle ceneri dell'apparato produttivo tessile industriale di Orvieto da oggi risorge una piccola realtà produttiva, che è riuscita a ripartire, nonostante le innumerevoli difficoltà, con una piccola produzione legata al settore pelle". Lo comunicano in una nota Filctem-Cgil e Camera del lavoro di Orvieto.

"Il progetto aziendale - dicono - prevede uno start-up con 8 addetti per arrivare in prospettiva a regime a circa 15 lavoratrici. Una piccola buona notizia in un panorama desolante; questo progetto imprenditoriale è l'unico ad aver visto la luce dopo la chiusura di M. Manifatture avvenuta il 4 dicembre u.s. Infatti nel piano industriale di M.Manifatture nata a sua volta dalle ceneri del fallimento di Sphera , prevedeva una sinergia fra gruppi industriali legati alle produzioni in tessuto e altri alle produzioni in pelle che avrebbero così ampliato la gamma dei prodotti offerti ai clienti facendo leva sulle competenze della manodopera locale.

Purtroppo la dimensione del progetto è, come già previsto in origine, di ridotte dimensioni in termini occupazionali legate alle specificità dei capi prodotti e quindi delle originarie 64 dipendenti di Sphera, ridotte a 30 in M.Manifatture oggi ritrovano collocazione in prospettiva, al massimo circa 15 lavoratrici. Evidentemente una soluzione di qualità in termini produttivi, ma insufficiente in termini occupazionali. Per queste ragioni rinnoviamo l'appello agli imprenditori del settore, seri e motivati, alle istituzioni affinché si possa favorire al più presto il rilancio di un settore come quello del tessile di alta gamma che in questo territorio può contare, oltre ad una logistica favorevole, su manodopera altamente qualificata che può rappresentare un significativo valore aggiunto in questo settore.

Il fattore tempo è determinante anche perché molte lavoratrici espulse dai cicli produttivi, come nel caso di Sphera e Grinta hanno già terminato il periodo di copertura degli ammortizzatori sociali o lo stanno terminando, aumentando non solo la schiera dei disoccupati cresciuti in maniera esponenziale negli ultimi tre anni ma anche i livelli di reddito medio disponibile nel territorio.
La filiera della pelle potrebbe essere, se opportunamente incentivata e messa in sinergia con altre realtà del territorio, finora restate nell'ombra, una significativa nuova opportunità che fino ad oggi non è emersa in modo adeguato rispetto alle potenzialità che invece può esprimere.

Il Piano del Lavoro della Cgil nelle sue declinazioni territoriali avevano già da tempo individuato nella costruzione di filiere integrate il possibile percorso per ricostruire nei vari settori nuovi canali di produzione e nuove occasioni di lavoro, questo ambito ne è un esempio ma Orvieto può costruire anche in altri settori percorsi simili purché ci sia una condivisione ampia tra i vari attori del territorio a cominciare dagli imprenditori".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 novembre

A piedi sul "Sentiero dei Vigneti", camminando nella storia con l'Asds Majorana

La Fondazione e la sua partecipazione in Cassa di Risparmio di Orvieto Spa

"Cultura per il No Profit". Un bando per la gestione di tredici gioielli demaniali

Pressing della minoranza, "Sia Orvieto la sede della stazione MedioEtruria"

Nebbia di me

Zambelli Orvieto con grande concentrazione al derby di San Giustino

Ode per la ragazza del Discount

Dentro questo mio accanito desiderio

Caterina Costantini e Lucia Ricalzone al Boni con "Il Club delle Vedove"

Finisce nel fiume Paglia, in buone condizioni l'operaio salvato dai vigili del fuoco

"La rivoluzione giovanile del '68" apre l'anno del Centro di Studio "Bonaventura da Bagnoregio"

Azzurra, Ipc Srl è match sponsor del prossimo turno di campionato

Nuove prospettive turistiche dalla valorizzazione della Via Romea Germanica

Piano di tutela delle acque, la giunta regionale preadotta l'aggiornamento

"Van Gogh Shadow", la cultura multimediale in mostra a Palazzo dei Priori

Sisma, riunione fra Regione, Protezione Civile e Anas per ripristino viabilità

Il Comune incontra i cittadini. Il quarto appuntamento è a Torre San Severo

Glicine dunque

Il Comitato Risparmiatori risponde alla Fondazione Cro

Si presenta il "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile"

Insieme per dire basta alla violenza sulle donne. Iniziative a Orvieto, in Umbria e a Roma

"La Via della Misericordia nel Lazio. Immagini e riflessioni nell'anno del Giubileo e dei Cammini"

Ferraldeschi (Storia e futuro): "Un'amministrazione comunale che non c'è"

All'Unitre si presenta il libro "Sopportare pazientemente le persone moleste"

Unioni civili. Scontro al calor bianco tra M5S e Sel in consiglio

Sosta gratuita per quattro ore dal 14 dicembre. "Identità e Territorio" contraria

La Regione in campo con 12milioni di euro per il bacino del Paglia, ora la speranza è che partano i lavori

Elezioni Regionali: il Pd ha deciso di concedere il bis a Catiuscia Marini

Caso licenza ex Coop, il Comune batte i pugni: "Non siamo intenzionati a concedere proroghe"

Prima seduta del Cda del Centro Studi: Carlo Mari eletto presidente

Percorso di formazione “Fede Bene Comune - Nuova Civitas”, un momento di approfondimento e riflessione

Dalla chiusura del Giubileo un progetto di speranza e sostegno per l’Oratorio parrocchiale grazie al Rotary di Orvieto

Battipaglia – Azzurra Orvieto: 79 – 59. Rimbalzi difensivi, palle perse e altro fanno la differenza

"La Chiesa dei poveri. Dal Concilio a papa Francesco". Si presenta a Orvieto il libro di monsignor Bettazzi

Completati i lavori di adeguamento del depuratore. Venerdì l'inaugurazione

La tv tedesca racconta in un documentario come Orvieto si salvò dai bombardamenti

Omphalos: "In una città che sostiene tutte le famiglie si vive meglio"

La Compagnia del Limoncello porta in scena "Cercasi Scalandrino"

La figlia di Aldo Moro al convegno della Polstrada: "Lo Stato siamo tutti noi"

Enel effettua taglio piante e deramificazione nei pressi delle linee elettriche