sociale

L'Arci Anziani di Sferracavallo via dalla sala polivalente. La gestione della struttura passa al Federico Mosconi

domenica 17 febbraio 2013
L'Arci Anziani di Sferracavallo via dalla sala polivalente. La gestione della struttura passa al Federico Mosconi

Cambiamenti al circolo Arci di Sferracavallo, che contribuiscono ad accrescere il clima di smobilitazione e di tensione che si respira da qualche tempo in città. Il circolo Arci Anziani dovrà lasciare i locali della Sala polivalente (situata al secondo piano) al gruppo sportivo "Federico Mosconi", che gestisce il campo sportivo di Sferracavallo e ora passa ad occuparsi anche della sala storicamente assegnata, in un tutt'uno, all'Arci anziani, che da sempre, oltre ad ospitarvi chi fa richiesta dello spazio, vi organizza attività che concernono l'invecchiamento attivo.

La convenzione tra Comune e Circolo Arci è scaduta dal 2009 e, mai rinnovata, è stata ora baipassata da questa decisione, condotta con motivazioni che i soci del circolo ritengono pretustuose. Nella lettera in cui si richiede di liberare i locali, firmata da un dirigente, si parla di un piano di "razionalizzazione e ottimizzazione degli spazi", ma secondo gli anziani così non è, anche perché la sala polivalente non ha una sua autonomia ma è strettamente connessa, per gli impianti e per i servizi, ai locali del primo piano.

Mentre sembra esserci poca speranza di ripensamento da parte dell'amministrazione comunale, in una brutta vicenda che quasi vede contrapporsi le esigenze di generazioni diverse, l'assemblea dei soci del Circolo Arci Anziani di Sferracavallo ha sottoscritto all'unanimità una lettera inviata alla vice sindaco e assessore allo sport Roberta Tardani per chiedere "spiegazioni ufficiali". Di seguito il testo della lettera, trasmessa dal circolo Arci agli operatori dell'informazione.

Spett. Vice-Sindaco Assessore Roberta Tardani,
Il circolo Arci Anziani di Sferracavallo da sempre si dedica a creare, nel nostro quartiere, un polo ricreativo ma anche culturale fatto di offerte di qualità, aperto alla società civile, alle associazioni e ai giovani. In data 16/02/2013, si è tenuta l'assemblea dei soci, e all'unanimità si è deciso di inviarle questa lettera, in merito alla questione riguardante la gestione della sala polivalente posta al piano superiore della nostra sede.

Conseguentemente alla sua decisione, di privare la nostra associazione di tale struttura per affidarne la gestione ad una associazione sportiva, le chiediamo di darci almeno dei chiarimenti pubblici considerato che ad oggi non abbiamo ricevuto delucidazioni private in merito alla questione.

Quello che le stiamo domandando è un lucido ragionamento sui motivi, reali e non politici, e le considerazioni che l'hanno spinta a compiere tale scelta. E se è vero che la sua azione di governo e la sua candidatura alle elezioni politiche "testimoniano sintonia con le esigenze delle nostre comunità" noi, la realtà associativa più grande e strutturata di Sferracavallo, ci saremmo aspettati ed ancora aspettiamo delle risposte.

Nell'attesa vorremmo condividere le ragioni che ci spingono ad opporci a questa sua presa di posizione, la prima delle quali è puramente tecnica. Se si conoscesse la struttura che ci ospita e che si vorrebbe dividere, si saprebbe che i vari impianti di luce, riscaldamento e soprattutto l'ascensore per i diversamente abili sono ubicati all'interno dei locali posti al piano terra e sarebbe quindi impossibile operare e fornire un qualsiasi servizio nella sala polivalente senza aver accesso ai locali del Circolo.

Il secondo punto che vogliamo usare per difendere la nostra posizione è la disponibilità che abbiamo dimostrato nei confronti di tutti coloro (privati ed associazioni) che nel tempo abbiamo avuto il piacere di accogliere, convinti che ogni tipo di aggregazione sociale può arricchire le piccole comunità che, come la nostra, sono spesso schiacciate da una modernità troppo poco equa. In questi anni di nostra gestione non abbiamo mai ricevuto alcuna nota di demerito, e ci siamo sempre impegnati affinché la sala fosse il più accogliente possibile.

Terzo punto che vogliamo portare all'attenzione è proprio quello dell'equità. Negli anni siamo stati vicini ad una territorio che spesso si è sentito abbandonato e ad una comunità, forse non notiziabile, che vive difficoltà la cui soluzione dovrebbe essere il vero obiettivo della politica e del governo.

Il circolo Arci Anziani di Sferracavallo c'è. Ci siamo indiscriminatamente per chi abita la nostra frazione e non. Ci siamo per chi "può" e chi "non può". Ci appassioniamo e adoperiamo perché l'anzianità dei nostri soci e concittadini sia attiva e perché i pomeriggi dei giovani che qui si raccolgono siano sani. Offriamo servizi concreti, non ultimo quello dell'Internet Free ed altri morali come l'esempio e la testimonianza di coesione tra generazioni diverse.

Per concludere e per dovere di cronaca ricordiamo che, soltanto dieci giorni fa, il Sindaco Concina ha posto il patrocinio per un'attività promossa dall'Arci provinciale da svolgersi presso la sala polivalente mentre oggi, lei ci toglie la gestione della sala tramite una lettera firmata da un dirigente. Constatiamo che le iniziative dei nostri amministratori oltre che non essere condivise con i cittadini, non sono condivise neanche all'interno della Giunta. Siamo veramente all'apice della partecipazione e della trasparenza!

Orvieto lì 16 febbraio 2013
All'unanimità l'assemblea dei soci del Circolo Arci Anziani di Sferracavallo.

Pubblicato da cittadino il 18 febbraio 2013 alle ore 07:53
Ma la sala si può continuare ad usare per feste, compleanni, iniziative varie? Perchè se i cittadini comunque possono usare la sala quale è lo scandalo se la richiesta da oggi verrà fatta al circolo o alla società sportiva? Mi sembra tanto una posizione partigiana.
Pubblicato da mao il 18 febbraio 2013 alle ore 08:56
qualcuno dovrebbe chiedere al vice sindaco se è una coincidenza che l assegnazione della sala polivalente di sferracavallo avvenga solamente quest'anno quando all'interno della locale squadea di calcio di terza categoria Federico Mosconi milita nel vero senso della parola un consigliere provinciale molto vicino a lei politicamente parlando
Pubblicato da teddo il 18 febbraio 2013 alle ore 10:13
Certamente, forti della protezione politica per troppi anni il circolo anziani ha monopolizzato tutta l'areA DEL CAMPO SPORTIVO,compresa la sala polivalente che come da progetto iniziale doveva servire alla Comunità di Sferracavallo e non solo al circolo anziani, ma come si sa', nei tempi passati tutto era dovuto, ad una parte di abitanti che erano tanto vicini alla vecchia amministrazione e, che potevano far buono e cattivo tempo, forti anche dei loro compaesani amministratori,tanto che l'area del campo sportivo incluso, veniva denominata sezione della sinistra.
Ora se esiste un gruppo sportivo,con problemi economici è giusto questo cambio, dove possono uscire risorse per il mantenimento di attività sportive, nel bene di tutti coloro, specialmente i giovani, che usufruiscono degli impianti sportivi, quindi ben venga questo cambiamento anche perchè, la cultura dello sport è preferita alla sedentarietà del gioco delle carte.
Pubblicato da Laura il 18 febbraio 2013 alle ore 18:21
Secondo me è giusto che la sala sia passata in gestione alla società e non più ai sinistroidi del circolo; considerato soprattutto che la sala viene spesso presa in affitto dai bravi ragazzi di sferracavallo,giovani, spavaldi e futuristi...insomma, nulla a che spartire con una logica antifascista.
Pubblicato da Titti il 19 febbraio 2013 alle ore 15:07
vorrei ricordare alla Signora e Assessore alla sport ,nonchè vicesindaco del comune di Orvieto, che finalmente tutta la verità sulla sala polivalente di Sferracavallo sta venendo alla luce.
Nella riunione che Lei ha tenuto al circolo nel mese di luglio ha ribadito e lo ha fatto fino a pochi giorni fa che il cambio di gestione della sala polivalente è stata un'idea del Comune, invece adesso nella sua risposta ad una lettera aperta di chiarimento afferma che è stata la società sportiva a chiederne la gestione.Ora mi sembra che ,se già c'erano delle acredini tra le due realtà, tutto ciò si amplifica perchè nessuna delle due parti vuole cedere le armi e la sua affermazione secondo me butta ancora benzina sul fuoco.mi auguro comunque che un accordo tra le due società presenti a sferracavallo possa avvenire per dare un segno tangibile che i cittadini sono molto più intelligenti di chi li comanda.
pace a tutti.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte

Meteo

giovedì 23 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 13.7ºC 79% buona direzione vento
15:00 17.6ºC 59% buona direzione vento
21:00 9.4ºC 95% buona direzione vento
venerdì 24 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 15.3ºC 71% buona direzione vento
15:00 19.9ºC 45% buona direzione vento
21:00 11.1ºC 80% buona direzione vento
sabato 25 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.6ºC 59% buona direzione vento
15:00 19.4ºC 43% buona direzione vento
21:00 10.9ºC 91% buona direzione vento
domenica 26 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.2ºC 68% buona direzione vento
15:00 14.9ºC 41% buona direzione vento
21:00 6.9ºC 81% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni