sociale

Sanità. Galanello (Pd) e Stufara (Prc): "Sede Asl a Terni è una necessità dell'intero territorio provinciale". I gruppi di minoranza sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

martedì 22 gennaio 2013
Sanità. Galanello (Pd) e Stufara (Prc): "Sede Asl a Terni è una necessità dell'intero territorio provinciale". I gruppi di minoranza sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

"La posizione assunta dal Consiglio comunale di Terni in merito alla sede dell'Asl 2 è pienamente condivisibile e riassume le necessità dell'intero territorio provinciale, non solo della sua città capoluogo". Il consigliere regionale Pd Fausto Galanello e quello di Rifondazione comunista Damiano Stufara, intervengono così nel dibattito relativo all'individuazione definitiva, dopo l'approvazione da parte della Regione Umbria della riforma sanitaria, della sede della seconda Asl regionale. Commentando l'approvazione in Consiglio comunale a Terni di un atto d'indirizzo sull'argomento, entrambi si dicono "concordi con quanto espresso dai consiglieri del capoluogo provinciale in merito alla localizzazione nella propria città della sede legale, amministrativa, operativa e gestionale dell'Azienda sanitaria locale n. 2". "Si tratta - specificano i due consiglieri regionali - di una posizione chiara e ben argomentata, già da noi sostenuta fin dall'approvazione in Consiglio regionale della riforma della sanità".

La riorganizzazione del sistema sanitario regionale, che è ora incentrato su due sole AUSL territoriali e due Aziende Ospedaliere, perseguendo così l'obiettivo di un notevole abbattimento dei costi, sta a cuore anche ai gruppi di minoranza al Comune di Orvieto. "Le Aziende Ospedaliere - sottolineano in una nota congiunta Pd, Prc e Psi - saranno concentrate una a Perugia ed una a Terni mentre è ancora da definire la questione delle AUSL. La sede Legale della AUSL n. 1 sarà sicuramente a Perugia, mentre per quella della AUSL n. 2 è ancora in corso un serrato confronto tra gli amministratori dei Comuni di Terni e Foligno".

I Gruppi consiliari della minoranza ribadiscono quindi con convinzione che la sede deve essere Terni, che rappresenta il centro geografico della nuova ridefinizione territoriale ed è punto di equilibrio fra le diverse aree. "Parallelamente e con altrettanta convinzione - concludono - poniamo l'attenzione sui gravi problemi che affliggono il sistema sanitario orvietano che dovranno essere rapidamente affrontati. Ci preoccupa molto la qualità dei servizi sanitari e l'accessibilità ad essi. Riteniamo in particolare che debba essere tutelato il ruolo del Presidio Ospedaliero Santa Maria della Stella come legittimamente inquadrato nella rete dell'emergenza/urgenza regionale, ma anche come ospedale di un territorio cerniera tra l'alto Lazio e la bassa Toscana, con forti capacità di attrarre pazienti da queste aree, con i conseguenti vantaggi economici per la sanità locale e regionale".

"Sentiamo il dovere - concludono - di rappresentare queste necessità e di rivendicare per questo territorio dignità e attenzione da parte delle istituzioni, puntando a riqualificare e potenziare le nostro strutture, sostenendole con risorse economiche e umane e con strumenti tecnologicamente avanzati, che ci evitino la marginalizzazione dal sistema sanitario umbro. Certi di un impegno formale da parte della Giunta Regionale a rappresentare in egual misura e pari dignità i territori, seguiremo con molta attenzione i successivi nuovi sviluppi".

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate