sociale

Nuovi imbonitori e nuove resistenze. Versi inediti di Laura Ricci

lunedì 25 aprile 2011
Nuovi imbonitori e nuove resistenze. Versi inediti di Laura Ricci

Il giardino delle delizie

Soffiano i nuovi imbonitori.
Dalle trombe di finti cherubini
infinite corolle esplodono,
tra pollini ingannevoli
brevi appassiscono.

La macchina è pervasiva
potente.

Cantano i nuovi imbonitori.
Su compiacenti note petali
di loto dolcisssimo sputano
che perdono e inebriano,
o amaro assenzio.

La macchina è pervasiva
potente,

spara nel guizzo di un flash
televisivo, nel travaso
abbondante della rete,
nel caos acustico
del nonsense dichiarativo.

Infinite vanitas più che mai
veloci fioriscono
pullulano cadono marciscono.

Le nuove armi l'instancabile
ragione e il cuore

la fatica infrattiva dell'amore.

Laura Ricci

Nell'immagine: Hieronymus Bosch, tavola centrale del trittico de Il Giardino delle Delizie

N.B. Non è permesso usare o riprodurre questi versi se non con espressa autorizzazione dell'autrice, facilmente contattabile anche tramite Facebook.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 marzo