sociale

In ricordo di Pino. Una perdita per l'intera comunità fabrese

martedì 17 agosto 2010
di Germana Monni

Si chiamava Giuseppe, ma a Fabro tutti lo conoscevamo come "Pino". E' stato un professionista serio ed impegnato nel suo lavoro. Così come impegnato lo era nei confronti della comunità fabrese tutta. Impegnato
politicamente e socialmente.

Oggi non c'è più. Ed è con grande dolore che lo voglio ricordare. Una perdita che si farà sentire. Sempre pronto a scattare quando qualcuno lo chiamava per il suo lavoro. Non conosceva orari. La Banda musicale "Anni Verdi" l'ha avuto come Presidente, oltre che come musicista.

Era uno che "ci credeva". Aveva un suo modo di fare: semplice e bonario. Tutti lo abbiamo conosciuto così, e questa era la sua caratteristica.
Da ieri ci ha lasciato. Son certa che sentiremo molto la sua mancanza.
Addio Pino.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire