sociale

Il tribunale per i diritti del Malato incontra i vertici ASL sui diritti dell'utenza ospedaliera. Positiva la ripresa del dialogo

giovedì 14 gennaio 2010

Si è recentemente svolto ad Orvieto un incontro con la nuova Direzione della ASL di Terni, richiesto a dicembre 2009 dal Tribunale per i diritti del malato. All'incontro, erano presenti la dottoressa Maria Flavia Pirola, nuova direttrice sanitaria dell'Asl, e il dottor Giampiero Giordano, direttore sanitario facente funzioni dell'ospedale di Orvieto. A rappresentare il Tribunale per i diritti del malato è intervenuto Odero Montanini, responsabile della sezione di Orvieto.

I problemi sollevati nel corso dell'incontro dal Tribunale per i diritti del malato, riguardanti l'ospedale di Orvieto:
- necessità di un maggior rispetto della "privacy", soprattutto lungo i percorsi che conducono alle sale operatorie dove, in seguito alla presenza di altri servizi, i pazienti in attesa di un intervento chirurgico o che lo hanno appena terminato, sono ben visibili da altri utenti sia esterni che interni, sia in entrata che in uscita dalle sale in questione (la promessa che era stata fatta al Tribunale per i diritti del malato di trasferire sia la sala gessi che l'accesso alla farmacia è rimasta tale)
- necessità di realizzare un punto unico per il ritiro dei referti di laboratorio, di quelli radiografici e delle cartelle cliniche, anche per consentire un incremento delle ore nelle quali è possibile il ritiro
- necessità di migliorare l'accesso in ospedale dalle rampe che, attualmente, essendo incustodite, sono fonte di frequenti liti soprattutto al mattino e nelle giornate invernali e di migliorare la segnaletica che orienti in modo più efficace gli utenti lungo i percorsi interni ed esterni
- necessità che il punto di ascolto del Tribunale per i diritti del malato, aperto in seguito alla presenza di volontari tutta la settimana, tranne il sabato e la domenica, e che fornisce utili informazioni a molti utenti e raccoglie da loro anche le necessarie segnalazioni, sia informato preventivamente sui cambiamenti che nel corso del tempo avvengono nella struttura ospedaliera, sugli orari e su tutto ciò che ha riflessi nei confronti degli utenti

Nonostante tali problemi fossero stati sollevati da tempo e conosciuti quindi dalla precedente Direzione ed anche dalla nuova, sia perchè erano stati elencati nella richiesta d'incontro sia perchè il nuovo Direttore Generale si avvale della collaboratori della vecchia gestione, i rappresentanti della Asl non hanno fornito per ora risposte alle richieste oggetto dell'incontro, impegnandosi ad approfondire le diverse problematiche.

Il direttivo del Tribunale per i diritti del malato di Orvieto valuta positivamente la ripresa del dialogo con la direzione generale e auspica che effettivamente siano fornite in breve tempo le risposte ai problemi sollevati,intende ribadire l'urgenza di garantire finalmente il potenziamento del "nuovo" ospedale di Orvieto, a dieci anni dalla sua inaugurazione, la cui necessità si avverte rilevando il persistente esodo di orvietani presso altri presidi, anche in seguito alle lunghe liste di attesa attualmente esistenti, e l'esodo, appena iniziato, del personale sanitario, in parte a causa di pensionamenti. Il direttivo del TDM rileva ancora una volta che i vari processi di riorganizzazione, promossi dalla Regione dell'Umbria nel corso degli anni, non sono risultati essere sempre compatibili con il modello iniziale di ospedale di emergenza-urgenza, in quanto sarebbe stato necessario che la Regione avesse messo a disposizione del nostro presidio risorse umane, finanziarie e tecnologiche ben più consistenti rispetto a quelle effettivamente concesse. Si consideri che con una struttura cinque volte più ampia di quella del vecchio ospedale le risorse disponibili non sono aumentate e, pare impossibile e invece è vero, soprattutto recentemente, i posti letto si sono rivelati nel complesso insufficienti. Occorre aggiungere che l'ospedale presenta già segnali di invecchiamento strutturale, su cui occorre intervenire così come, nel contempo, su alcune "rifiniture" ancora mancanti.

Tale incompatibilità tra risorse e modello di ospedale di emergenza-urgenza potrebbe assumere un minore rilievo se, eventualmente, mutasse il modello, in direzione di un ospedale di territorio, ma, a questo punto, verrebbe meno la necessità di costruire l'ospedale unico di Narni-Amelia, che invece risulta tra le priorità nei compiti assegnati al nuovo Direttore Generale.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 novembre

A piedi sul "Sentiero dei Vigneti", camminando nella storia con l'Asds Majorana

La Fondazione e la sua partecipazione in Cassa di Risparmio di Orvieto Spa

"Cultura per il No Profit". Un bando per la gestione di tredici gioielli demaniali

Pressing della minoranza, "Sia Orvieto la sede della stazione MedioEtruria"

Nebbia di me

Zambelli Orvieto con grande concentrazione al derby di San Giustino

Ode per la ragazza del Discount

Dentro questo mio accanito desiderio

Caterina Costantini e Lucia Ricalzone al Boni con "Il Club delle Vedove"

Finisce nel fiume Paglia, in buone condizioni l'operaio salvato dai vigili del fuoco

"La rivoluzione giovanile del '68" apre l'anno del Centro di Studio "Bonaventura da Bagnoregio"

Azzurra, Ipc Srl è match sponsor del prossimo turno di campionato

Nuove prospettive turistiche dalla valorizzazione della Via Romea Germanica

Piano di tutela delle acque, la giunta regionale preadotta l'aggiornamento

"Van Gogh Shadow", la cultura multimediale in mostra a Palazzo dei Priori

Sisma, riunione fra Regione, Protezione Civile e Anas per ripristino viabilità

Il Comune incontra i cittadini. Il quarto appuntamento è a Torre San Severo

Glicine dunque

Il Comitato Risparmiatori risponde alla Fondazione Cro

Si presenta il "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile"

Insieme per dire basta alla violenza sulle donne. Iniziative a Orvieto, in Umbria e a Roma

"La Via della Misericordia nel Lazio. Immagini e riflessioni nell'anno del Giubileo e dei Cammini"

Ferraldeschi (Storia e futuro): "Un'amministrazione comunale che non c'è"

All'Unitre si presenta il libro "Sopportare pazientemente le persone moleste"

Unioni civili. Scontro al calor bianco tra M5S e Sel in consiglio

Sosta gratuita per quattro ore dal 14 dicembre. "Identità e Territorio" contraria

La Regione in campo con 12milioni di euro per il bacino del Paglia, ora la speranza è che partano i lavori

Elezioni Regionali: il Pd ha deciso di concedere il bis a Catiuscia Marini

Caso licenza ex Coop, il Comune batte i pugni: "Non siamo intenzionati a concedere proroghe"

Prima seduta del Cda del Centro Studi: Carlo Mari eletto presidente

Percorso di formazione “Fede Bene Comune - Nuova Civitas”, un momento di approfondimento e riflessione

Dalla chiusura del Giubileo un progetto di speranza e sostegno per l’Oratorio parrocchiale grazie al Rotary di Orvieto

Battipaglia – Azzurra Orvieto: 79 – 59. Rimbalzi difensivi, palle perse e altro fanno la differenza

"La Chiesa dei poveri. Dal Concilio a papa Francesco". Si presenta a Orvieto il libro di monsignor Bettazzi

Completati i lavori di adeguamento del depuratore. Venerdì l'inaugurazione

La tv tedesca racconta in un documentario come Orvieto si salvò dai bombardamenti

Omphalos: "In una città che sostiene tutte le famiglie si vive meglio"

La Compagnia del Limoncello porta in scena "Cercasi Scalandrino"

La figlia di Aldo Moro al convegno della Polstrada: "Lo Stato siamo tutti noi"

Enel effettua taglio piante e deramificazione nei pressi delle linee elettriche