sociale

Carla Del Ponte dedica il Premio ai Diritti Umani alla Fondazione Falcone. Un riconoscimento alla sua azione contro "la banalità del male"

domenica 24 maggio 2009
di laura
Carla Del Ponte dedica il Premio ai Diritti Umani alla Fondazione Falcone. Un riconoscimento alla sua azione contro "la banalità del male"

Interessante e toccante, in questa nona edizione del Premio internazionale ai Diritti Umani "Città di Orvieto", la cerimonia di consegna del riconoscimento, svoltasi nella Sala dei Quattrocento del Palazzo del Popolo di Orvieto nella giornata di sabato 23 maggio. Una data quest'anno non casuale, ma scelta appositamente, in relazione alla personalità premiata, perché coincidente con la strage di Capaci in cui, il 23 maggio 1992, sull'autostrada A29 nei pressi dello svincolo di Capaci e a pochi chilometri da Palermo, furono uccisi in un agguato il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, anch'ella magistrato, e tre agenti della scorta. Il Premio, istituito e organizzato dal Comune di Orvieto sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e attribuito, ogni anno, a soggetti o organizzazioni che si sono distinti nella difesa dei diritti umani, come è noto è stato conferito in questa edizione a Carla Del Ponte, che con Giovanni Falcone aveva avuto in quegli anni stretti rapporti di lavoro per le sue coraggiose indagini sulla criminalità organizzata, scampando ella stessa a un altro attentato al giudice organizzato nei pressi della sua villa.



L'importante riconoscimento è stato attribuito a Carla Del Ponte, che attualmente ricopre la carica di ambasciatore per la Svizzera in Argentina, soprattutto in relazione alla sua attività come Procuratore capo del Tribunale Penale Internazionale prima per l'ex-Jugoslavia e poi per il Ruanda a partire dal 1993. Il suo compito: quello di fare giustizia alle vittime dei due genocidi consumati dalla crudele ideologia della pulizia etnica di Milošević in Serbia e degli Interahamwe e Impuzamugambi nei tremendi 100 giorni del Ruanda, in cui furono massacrate circa un milione di persone appartenenti alle minoranze Tutsi e Hutu. E di fare giustizia, come ha sottolineato nella sua Lectio magistralis dopo la consegna del Premio, portando in giudizio i mandanti dei crimini. "E' immensamente importante - ha affermato - l'istituzione dei Tribunali internazionali, perché spezza l'impunità dei potenti che non si sono mai sporcati le mani direttamente".

Carla Del Ponte che - come racconta nel suo libro "La caccia", da ragazzina dava la caccia ai serpenti nel suo villaggio svizzero per venderli al fine di produrre siero antivipera - ha rammentato come lo sguardo sull'altro sia, nel suo lavoro, uno sguardo repressivo, per un cammino verso la giustizia e la pace. Un cammino che non avrà mai fine, ha sottolineato, perché anche se ogni volta, a partire dall'olocausto, sembra di poter dire never again, nascono tuttavia sempre nemici, nuovi nemici e non si riesce a riportare la pace. Ciononostante l'azione della Giustizia internazionale verso i crimini contro l'umanità non demorde, e se i Tribunali internazionali dovranno cessare entro il 2010, nel frattempo è stata istituita la Corte permanente internazionale, che avrà in modo stabile questo compito.



Carla Del Ponte è stata accolta da un pubblico numerosissimo composto in gran parte dagli studenti delle scuole superiori di Orvieto che, durante la mattinata, hanno presentato i loro lavori di approfondimento realizzati sul concetto di "diversità": etnica, di genere, comportamentale, che spesso suscita intolleranza e atti discriminatori violenti. Calorosissima l'accoglienza, che ha strappato alla giudice, come lei stessa ha confessato, qualche momento di emozione: insolita, ha detto, e costantemente da rimuovere nella sua professione. "Ho semplicemente lavorato con passione ed energia - ha affermato nel ringraziare per il premio e per la medaglia della Presidenza della Repubblica - in un lavoro che mi è sempre piaciuto tanto. Questo premio non è solo per me, ma per tutti i collaboratori ai quali, nel mio lavoro, mi sono appoggiata. Bisogna che qualcuno sia sempre accompagnato da tanti altri: solo così si può riuscire".

Il premio (10 mila euro) che, come è nello statuto dello stesso non è personale ma va devoluto a qualche opera di significato umanitario, è stato dedicato da Carla Del Ponte alla "Fondazione Giovanni e Francesca Falcone".

Molto toccante, prima della consegna, il breve intervento di Clelia Piperno, membro fondatore della Giuria, che ha ricordato, a proposito dell'assurdo che sembra essere in ogni genocidio, le teorie di Hannah Arendt ne "La banalità del male". Quale la discriminante tra male e bene? Nell'interrogarsi a lungo, per scrivere la motivazione del premio, Clelia Piperno identifica il male con il rumore - le grida di chi ha paura, dei torturati e delle violentate, delle famiglie che vengono separate, il fragore delle armi e delle esplosioni - e il bene, invece, con il silenzio: il silenzio della riflessione, dei percorsi ardui e rigorosi, quello stesso silenzio in cui Carla Del Ponte deve aver meditato, blindata per otto anni in un piccolo e sicuro appartamento dell'Aja, le sue azioni e le sue difficili decisioni di giudice.



In nome dell'inviolabilità dei diritti umani, contrapponendo la sua competente e decisa azione contro l'impunità dei potenti, negli anni in cui è stata Procuratore del Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia ha portato a processo 161 alti responsabili politici e militari di crimini di guerra: per 116 il procedimento è terminato, per 45 è ancora in corso; 2, tra cui il noto generale Mladic, sono invece latitanti.

La cerimonia del Premio ai Diritti Umani, nato nove anni fa da un'intuizione dell'ex sindaco di Orvieto Stefano Cimicchi che è tuttora membro della Giuria, è stata presieduta dal Sindaco del Comune di Orvieto Stefano Mocio, dall'Assessore ai Grandi Eventi Culturali Pirkko Peltonen, dal Giudice della Corte Costituzionale Gaetano Silvestri e dal Membro Fondatore della Giuria del Premio Clelia Piperno (nella foto che segue con Stefano Cimicchi). Presenti il Vescovo di Orvieto, Monsignor Giovanni Scanavino, e le alte cariche istituzionali, tra cui il procuratore della Repubblica di Terni e il Prefetto di Terni. L'evento, per la sua eccezionalità, ha richiesto un forte impegno delle forze dell'ordine, con servizi di prevenzione, vigilanza, ordine e sicurezza pubblica particolari a partire dai giorni precedenti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 ottobre

"Gli Scalzi di Orvieto: storia di una Confraternita". Presentazione del libro di Luca Giuliani e visita alla chiesa

Riparte "Train...to be cool". La Polizia Ferroviaria di nuovo nelle scuole

"Etruria e Roma". All'Unitre, le lezioni di storia antica a cura di Giuseppe M. Della Fina

Autovelox sulla Cimina. Moneta rassicura: "Serve per controllare revisione e assicurazione"

"Autumn in Todi, suoni e sapori d'autore" nella Città di Jacopone

Pietro

"Giulia Farnese, la Bella". Visita guidata teatralizzata al Castello Orsini

"Dirty Dancing" al Mancinelli. Atteso ritorno per la Compagnia Mastro Titta

"A spasso con ABC" per le meraviglie del Lazio. Narratori del futuro in cerca di un altro sguardo

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. All'ordine del giorno, scuole e strade

"Progettare in Europa". Trenta associazioni al corso di formazione del Cesvol

Nuovi orari di apertura al pubblico degli Uffici Demografici

Un libro per ricordare l'ex sindaco Palozzi, a quindici anni dalla scomparsa

Aperto un conto corrente per sostenere il restauro della Chiesa di Titignano

Al Csco inaugurato il corso per "Tecnico specializzato in accoglienza". In mostra l'arte di Fasasi

Grossi all'Unitus per "Gli usi civici nella Tuscia: la storia, il regime giuridico e l'utilizzazione economica"

E45-E55 Orte-Mestre, via all'ammodernamento delle barriere di sicurezza per oltre 78 milioni di euro

"Un pomeriggio dal dottor Cechov". Appuntamento in Biblioteca per "Libriamoci"

Verso la tariffa puntuale dei rifiuti. L'esecutivo approva il progetto di implementazione del sistema

La lotta all'ictus per tutta l'Umbria riparte da Orvieto

Il Teatro Comunale "Accademia degli Avvaloranti" alza il sipario sulla nuova stagione

Dalla Tuscia all'Amiata, fino in Val d'Orcia. Dove l'autunno si lascia gustare

Olio protagonista con "Frantoi Aperti". Fiumi di oro verde irrigano l'Umbria

La valutazione dell'annata olearia 2016, la vicinanza della Regione al comparto

Dei fiori e di ricordi

Orvieto Fc, vittoria in rosa contro Agello

"Scantinate nel borgo". Tre giorni da bere, tra cantine aperte e sapori tipici

L'Umbria da Papa Francesco. Anche San Venanzo partecipa al pellegrinaggio giubilare

La "Fiera della Castagna e dei Prodotti Tipici della Montagna" compie trent'anni

Ad Ospedaletto gli "Amici del Monte Peglia" organizzano la Fiera della Castagna

Umbria Jazz Winter, aperte le prevendite. Ecco chi arriva a fine anno

Via libera all'accordo di programma per nuovi servizi sanitari. Investimenti per oltre 33 milioni di euro

Ad Orvieto Scalo apre "Rosso Vivo". Nuova pizzeria nei locali dell'ex Coop

A cena con Paci e Ceccherini, a Porta d'Orvieto arriva "La Iena del Don Matteo"

"Tutti per uno". Pranzi e cene di solidarietà nel Lazio per ricostruire l'Alberghiero di Amatrice

Vetrya Orvieto Basket all'esordio casalingo in campionato

Manutenzione in arrivo sulle strade comunali, ecco i centri abitati e zone esterne interessate

"La salute è servita. Come è cambiata la mensa scolastica". In distribuzione l'opuscolo informativo

Gnagnarini fa chiarezza sulla situazione finanziaria del Comune

Di Girolamo ufficializza le dimissioni in Consiglio provinciale

A Caprarola via al ciclo "Esodi". Per parlare di migrazioni, accoglienza e integrazione

In basilica concerto dalla Banda Musicale della Polizia di Stato

"Lago nostro, futuro nostro". Proiezione al Museo della Navigazione delle Acque Interne

"AironeLab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!"

Manutenzione stradale, presto i lavori. Approvato l'odg presentato da Luciani

Polemiche sui conguagli in bolletta, la Sii chiarisce i contorni della vicenda

Al Museo del Fiore, per imparare a costruire una mangiatoia per gli uccellini

Vendemmia amorosa

In 500 tra volontari e disabili Unitalsi per la Giornata del Malato

Due solitudini e un abito. La sartoria di Pino Strabioli e Alice Spisa convince il Mancinelli

Alzheimer: una lotta contro la disabilità. Un convegno per comprenderlo

Gli allievi dei corsi estivi ospiti a Milano della stagione concertistica di Casa Verdi

Vergaglia (M5S) interroga l'assessore su sviluppo e marketing territoriale per Bardano

Assegnato a Robert Triozzi il premio internazionale "The heart before all"

Linux Day 2014. Il 25 ottobre la giornata dedicata al software libero ed open source.

Di odio si muore tutti

Orvieto Felice e le idee nuove (nuove?) per la cultura.

Pregiudicato denunciato. In macchina aveva un coltello da 25 centimetri

Microchip gratuito per cani, l'iniziativa del Comune a favore degli amici a quattro zampe

A caccia di fantasmi nel Castello di Alviano

Il Centro di documentazione contribuisce al festival di scambio e formazione

Motori caldi per la 27esima Mostra mercato nazionale del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità

Truffa dei salumi biologici, i suini macellati a Orvieto fino al 2010

L'Orvietana non regge il passo della capolista, all'Amerina i tre punti

Domenica di amarezze: il Ciconia ritrova la via della sconfitta

Riesce l'iniziativa "Puliamo la Piave", ma è polemica su un mandorlo tagliato

Grande domenica di festa per l'Orvieto Basket

Vittorio Franchetti Pardo presenta il volume "La cattedrale di Orvieto: origine e divenire. Scritti editi e inediti"

Dal Prusst 625 mila euro da destinare alla realizzazione del Parco Urbano del Paglia

Gli studenti puliscono e riscoprono un tratto della "Selciata dei Cappuccini"

In barba al commissario

Tagliare, sanare o lasciare: è il giorno dell'improrogabile Consiglio del riequilibrio. Mercoledì 20 ottobre Orvietonews.it seguirà la seduta con frequenti flash in diretta

Sul concerto anche un'interrogazione della consigliera Belcapo

Orvieto e il suo Bilancio

20 ottobre 2010 - Flash dal Consiglio Comunale. La relazione del Sindaco Concina - Disavanzo 2010 a 9 milioni e mezzo di euro da sanarsi con alienazioni. Iter ex Piave da definirsi entro il 2011. Derivati.

L'intervento del Presidente del Consiglio Comunale. Frizza annuncia il suo voto favorevole al bilancio e al documento di Concina

Gli assenti

Alcuni interventi e la replica del sindaco

Dichiarazioni di voto. Tonelli vota a favore e strappa il documento del centro sinistra. Passano le linee programmatiche 11 a 6

Flash dal Consiglio Comunale. Il Bilancio dell'assessore Romiti. Passa il Bilancio e l'anatra zoppa non c'è più

LINUX DAY 2010 - sabato 23 ottobre al Centro Studi. Linux e Scuola per un "cantiere di libera cultura"

"La serva padrona" di Giovanni Battista Pergolesi al Santa Cristina di Porano sabato 23 ottobre

"Il PDCI e il centro sinistra espellano i consiglieri favorevoli alla Giunta Concina": duro dissenso della segreteria provinciale di PRC

Ambiente. 150 studenti di Narni in visita all'Oasi di Alviano

Le linee di indirizzo per il risanamento del Comune di Orvieto

Il PD Orvieto si prepara all'espulsione di Frizza e Meffi: "Finalmente il Partito Democratico può ripartire da una base di maggiore chiarezza"

Un Assessore in mezzo ai giovani

De Sio: "La maggioranza conseguita è il frutto di un'assunzione piena di responsabilità"