sociale

Entusiasmo in crescita per il progetto "Il cielo in una stanza". Nuovi talenti e nuove sorprese: a Morrano l'emozione e la vibrazione del ricordo

domenica 17 maggio 2009
di Loretta Fuccello, tutor del progetto per la per lAssociazione Comunit Nazareth

Giovedì 14 maggio, presso la Casa natività di Maria, residenza protetta per Anziani che si trova a Morrano, frazione di Orvieto, si è svolta la seconda puntata del Progetto "Il cielo in una stanza", che prevede interventi di animazione teatrale e musicale nelle case di riposo degli anziani dell'ambito territoriale di Orvieto. Il progetto, finanziato dal Cesvol e proposto e realizzato dall'Associazione Comunità Nazareth, propone alla fine dei dieci incontri tenuti nelle case di riposo partecipanti, che in tutto sono otto, una performance finale, che anche nella seconda edizione ci ha rivelato nuovi talenti e emozionanti sorprese. Magistralmente guidati dalla regista Felizitas Scheich, dalla cantante Martina Sciucchino e dal prestigioso accompagnamento alla fisarmonica di Sandro Paradisi, che unisce simpatia, disponibilità e talento in un mix davvero speciale, anche gli ospiti della casa di Morrano hanno stupito il folto pubblico presente con una miscellanea di canzoni, dalla "Bella Romanina" a "O surdato innamorato" "Roma nun fa la stupida stasera".

Vocalist d'eccezione Daniela, in tenuta da gran sera, dalla voce appassionata già sperimentata nel corso della sua esperienza canterina nella capitale, Maria, stupende modulazioni di voce naturale autentica, anni 93, Romana, ironica e allegra; presentazione impeccabile di Emanuela e direzione orchestrale di Gino. Applauditissimo tutto il repertorio, che comprendeva anche emozionanti pezzi come la intramontabile "Mamma".

Il video, sapientemente montato da Feli Sceich, che è riuscita a ridurre un prezioso materiale fatto di 7 ore di registrazione in 15 minuti di deliziosi volti, storie e ritratti, ci ha portato, sulle onde della colonna sonora de "Il cielo in una stanza" in omaggio al titolo del progetto, a vivere l'emozione di un puzzle di vite che portano all'interno della casa tutta l'emozione e la vibrazione del ricordo, spesso unico legame con la vita passata.
Anche in questo caso, come già a Baschi abbiamo apprezzato la disponibilità e l'assistenza affettuosa delle operatrici di Morrano, la competenza e la attenta collaborazione della animatrice Leda, la partecipazione di Valentina, Alfredo e la stupenda Gabriella, che ci nutre di leccornie dolci e salate condite di sorrisi e di vero amore. Molto apprezzata la presenza delle signore del Volontariato Vincenziano e la presidente della Crocerossa di Orvieto.

Il nostro successo e la nostra gioia è stata alle stelle per la partecipazione di un bel gruppo di fedelissimi, anziani e operatrici, della casa Vincenziana di Baschi, tra i quali l'insuperabile Danilo, che ci ha ancora una volta omaggiato delle canzoni di Fabrizio De Andrè.

L'idea dello scambio culturale tra Case di riposo ci sembra veramente un punto qualificante del nostro progetto, considerate le difficoltà che si prospettano ogni volta che si tratta di abbandonare lo spazio rassicurante delle case, difficoltà che si possono superare una volta che si è motivati anche dalla sana voglia di divertirsi! Un grazie emozionato va a loro, uomini e donne, a volti, sguardi, voci, storie di vite vissute, che ci fa bene ascoltare e prendere in considerazione, in una pausa del nostro folle correre quotidiano.

Appuntamento al prossimo spettacolo del nostro Progetto di cui daremo puntuale comunicazione.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"