sociale

Turismo e ZTL. Lettera al Direttore di un viaggiatore multato

lunedì 20 aprile 2009
di Francesco Paolo Grasso

Preg.mo Direttore,

mi permetto di inviarvi questa mia in quanto ritengo utile che quanto accaduto, sia portato a conoscenza della comunità di Orvieto, su quanto può capitare a chi viene a visitare la vostra bella cittadina.

Il 3 di dicembre 2008 scorso, decido di fermarmi ad Orvieto per visitare il centro storico, e vi arrivo intorno alle 21,00 (con anche un po' di nebbia) da alcune indicazioni cerco l'Hotel Corso, seguo le indicazioni e vi arrivo, la sciando la macchina nella piazzetta, vado alla reception per accreditarmi.

Contestualmente chiedo dove mettere la macchina, mi viene detto che va lasciata fuori e all'indomani alle otto va tolta per le limitazioni di traffico. Non essendo soddisfatto di tale soluzione, rinuncio al pernottamento in quell'albergo e vado alla ricerca di altra soluzione, che mi permette di trovare anche un posto auto. Soluzione che trovo presso l'Hotel Oasi dei Discepoli alle ore 21, 45.

Il giorno 8 di aprile mi vedo ricapitare un verbale di € 78,60 perché circolavo senza autorizzazione nella zona a traffico limitato. Telefono al comando dei vigili, e mi viene detto che se avevo dormito in un albergo del centro mi avrebbero tolto la multa, diversamente va pagata.

Allora mi chiedo :

A quanti è capitato quanto successo a me;

Gli operatori sono contenti di queste limitazioni;

Alle 21,36 un forestiero che danno può arrecare se in cerca di un albergo ignaro delle limitazioni presenti????

Lascio a voi le conclusioni, a me personalmente sembra che quanto predisposto dal Comune rappresenti una cattiva organizzazione, e una forte limitazione allo sviluppo delle attività economiche presenti.

La ringrazio per l'attenzione che vorrà dedicarmi e l'occasione mi è gradita per porgere cordiali saluti

Francesco Paolo Grasso
Genova

Commenta su Facebook