sociale

Senso civico e bisogno di legalità. Diversi cittadini contrari all'annullamento delle multe per i varchi elettronici.

martedì 19 agosto 2008
di Jacopo Teodori
Il 12 agosto il Sindaco Stefano Mocio e il Vice Sindaco Marino Capoccia hanno incontrato alcune associazioni (Adiconsum, Anna Petrangeli, Federconsumatori, Pasquale Graziani, Cittadinanza Attiva, Gianni Mencarelli, e il Gruppo Consiliare Altra Città, Maurizio Conticelli), per parlare delle numerose multe che in breve tempo erano state emesse in relazione ai varchi elettronici della ZTL. Da parte dell'amministrazione è stata espressa la volontà di non accanirsi contro quei cittadini che hanno contratto multe nei primi periodi d'istallazione della zona a traffico limitato. In un momento nel quale a livello nazionale personalità di spicco della cultura, come Eugenio Scalfari, discutono sul venire meno di una coscienza civile e critica nella società italiana, tale argomento ha portato alcuni cittadini ad intervenire direttamente nella discussione anche attraverso il nostro giornale on-line. Gli interventi sono stati nella totalità contrari ad un'”amnistia” delle contravvenzioni, mostrando un grande senso civico di parte della cittadinanza orvietana. Significativo è che il non voler vedere annullate le multe effettuate non è un'idea propria solamente di persone che non sono state soggetto di contravvenzione ma è anche quella di alcuni cittadini che hanno preso le multe e le hanno pagate. Protestare, secondo la maggioranza dei commentatori, è un diritto ma se si sbaglia prima si deve pagare e poi si possono esprimere le proprie rimostranze. Nel caso specifico alcune proteste dei cittadini orvietani non sono del tutto ingiustificate in quanto nel primo periodo d'istallazione delle videocamere i segnali d' indicazione delle zone a traffico limitato non erano del tutto chiari e in alcuni casi assenti completamente. Sicuramente l'adeguamento - per esempio i semafori che indicano la chiusura o l' apertura delle zone ZTL- che l'amministrazione comunale ha effettuato, anche grazie ad una forte sollecitazione da parte dell'opposizione, ha reso la segnalazione più evidente e chiara ai cittadini orvietani e ai turisti che molto spesso sono incappati in multe, non comprendendo che la strada era chiusa al traffico. Rimane comunque aperta la questione delle molte multe che sono state emesse nel primo periodo di attivazione dei varchi elettronici: da un lato non sembra opportuno annullare totalmente tutte le multe, anche perché ci possono essere casi di volontaria contravvenzione al divieto; dall'altro ci possono essere molti casi di persone che inconsapevolmente sono passate nella zona ZTL, magari più volte in pochi giorni, cosa che può avere portato più di una multa e una cifra notevole da pagare. Queste persone poi, una volta resesi conto del divieto, probabilmente hanno smesso di contravvenirvi. Sicuramente riuscire a distinguere ora, a distanza di mesi, i primi casi dai secondi non è semplice se non del tutto impossibile. L'amministrazione fino ad ora non si è esposta e le dichiarazioni sono state generiche. Sarà un problema che dovrà essere affrontato dopo la pausa di ferragosto, un problema apparentemente piccolo ma che in realtà sembra suscitare un grande interesse nella cittadinanza e che innegabilmente, anche in prospettiva delle elezioni comunali del 2009, dovrà essere risolto in modo veloce ed efficace. Sperando che il tutto non si concluda con un solito “pasticcio all'italiana” dove si tenta in tutti i modi di “salvare capre e cavoli”.
Pubblicato da Gianni.Mencarelli il 20 agosto 2008 alle ore 17:50
Gentile sig. Teodori nessuno a mai sostenuto che le infrazioni al codice stradale debbano essere "condonate", non enfatizziamo i commentatori anonimi che non hanno uno spiccato senzo civico secondo me, dal momento che anonimamente criticano senza farsi riconoscere,ma questo un problema loro.Lei nel suo intervento mette in evidenza ci che le associazioni hanno fatto rilevare all'amministrazione comunale, facendo osservare che esiste un fenomeno di migliaia di cittadini che hanno sbagliato in perfetta buona fede e non per fare i "Furbetti" anche perch evidentemente la informativa data con i mezzi elettronici e della TV locale o con incontri settoriali, non aveva raggiunto con capillarita tutti i cittadini.
Daltrocanto come lei osserva IL FENOMENO SI E' MOLTO RIDOTTO DAL MOMENTO DEL'IMPLEMENTAZIONE DEI SEMAFORI che dimostrano la insufficienza della segnaletica,seppure regolamentare.C' da dire inoltre che a nessuno fa piacere se informato di lasciare circa 80 sotto ad una telecamera,( non siamo masochisti.) Abbiamo chiesto se tecnicamente possibile, di allungare il periodo di prova fino al momento dell'immissione delle segnaletica luminosa, facendoci carico anche come Associazioni di una nuova campagna informativa che raggiunga tutti. Va dato atto alla disponibilit dell'amministrazione a ricercare soluzioni al tavolo tecnico, per salvaguardare anche sul piano sociale quanti hanno sbagliato anche pi di una volta per sola distrazione. Le multe se pervenute in tempi brevi sarebbero state il deterrente per non reiterare le infrazioni. Multa come sistema educativo e non repressivo o per fare cassa...
Cordiali saluti Gianni Mencarelli di Cittadinanzattiva
Pubblicato da Pasquino il 21 agosto 2008 alle ore 12:11
Premetto che sono contrario alle ZTL all'interno di Orvieto,perche',viste le dimensioni della cittadina, la presenza dei vigili ai varchi nelle ore di divieto,risolverebbe egregiamente il problema.I vigili si obietta sono pochi.
Ma l'apparecchiatura per la sua intallazione ed il suo "mantenimento" tecnico,non costa certo meno della assunzione di carente personale,salvo che anche la ZTL non sia una scelta molto politica.E forse in questo modo, anche i cittadini di Ciconia,Scalo e Sferracavallo avrebbero avuto il "piacere" di incontrare qualche volta il VV.UU,come incontrano spesso i "troppi" comunali amministrativi.
Raramente salgo ad Orvieto,perhe' come si ripresenta oggi mi angoscia,ricerdandomela in tempi magari piu' brutti,ma vivi e pieni di socialita' aggregante,con le sue arene per il cinema e ballo,la pista di pattinaggio; la Fortezza delll'Albornoz che per tutto il mese di agosto era una"gioia" di niziative gestite e create solo dall'Azienda di Turismo e dal Comune.
Ma due giorni or sono,mi trovavo di nuovo sulla Rupe e nel mentre la zona ZTL era vuota,lungo tutte le altre strade le auto erano in sosta sia sulla destra che sulla sinistra della carreggiata e,date le strette vie, rendevano pericoloso il transito sia alle auto che ai pedoni.e quei parabrezza erano tutti privi di multa..Ed allora?
E ritornando al problema,quale utilita' civica e civile ha il cercare per "distrazione" la benevolenza comunale,quando questa e' inflessbile per altri divieti?
O la legge anche questa volta non deve essere eguale per tutti?
La multa ,per qualsiasi motivo essa venga fatta,almeno che non sventoliamo di nuovo la "vecchia" bandiera del "vietato vietare",non e mai stata,non lo e',ne' sara' mai educativa,ma solo repressiva perche tutti ,presume la legge,avendo la patente,devono essere in grado di rispettare le norme della cicolazione,anche se personalmente ho la convinzione,che come in tutti i comuni italiani,anche ad Orvieto certi divieti siano molto utili alle casse comunali.E se i divieti ci sono,nel bene o nel male, non sono figli di N.N.e di questo tutti i cittadini ne sono consapevoli.




Pubblicato da mauro ricci il 22 agosto 2008 alle ore 12:21
Egr, Sig. Mencarelli,

sono un Orvietano che ha preso la multa il 16 marzo (secondo giorno) e che ha pagato 82 EUR.
Sono anche l'unico dei commentatori che si detto contrario alla sanatoria con tanto di nome e cognome ( vero quello che lei dice che fare commenti anonimi senza nemmeno i saluti finali non per nulla indice di alto senso civico), quindi non tutti eravamo anonimi.

Per non sono d'accordo con lei per alcuni motivi:
-nelle infrazioni amministartive (qui non siamo nel penale) non sustite una differenza fra buona o cattiva fede, se non rispetto un segnale perch sono un pirata della strada o solo perch sono distratto commentto la stessa identica infrazione.
- tutti noi sapevamo delle ZTL (io dico la verit lo sapevo ma ho sbagliato la data nella mia testa)
- nessuno credo abbia voluto fare il furbetto ma abbia semplicemente dimenticato che sarebbero partiti "davvero".

Sono d'accordo con Lei nel fatto che :
- sacrosanto che adesso con i semafori molto pi ovvio e meno cervellotico.
- personalmente sono favorevole ed assolutamente d'accordo con lei di accorpare ad unica multa chi ripetutamente passato in pochi giorni varie volte (in fondo se sbaglio giusta la sanzione, per mi si deve evidenziare subito, e se arriva per tempi tecnici dopo due mesi deve essere considerata una sola volta tra l'infrazione e quando mi si recapita la multa)
.... Multa come sistema educativo e non repressivo o per fare cassa...

Ah.. per tornare a cose molto pi terra terra ...e nel caso la sanatoria per i primi tempi poi ci fosse...cosa succede a chi ha gi pagato ? come si fa di solito in Italia...chi ha dato , ha dato , ha dato, chi ha avuto, avuto avuto scordamice u passat simme e' napule paisa'

Cordiali saluti
Ing. Mauro Ricci

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 novembre

Parcheggi gratis nel periodo natalizio, la mozione della minoranza va in discussione a fine mese

Orvieto riceve al Parlamento Europeo di Bruxelles il riconoscimento internazionale di "Comune Europeo dello Sport 2017"

Eventi natalizi dedicati a popolazioni colpite da sisma

Sisma in Umbria, riunito il Comitato strategico per rilancio del turismo

Sempre bandiera rossa

Riforme ed assetto dirigenti regionali, in arrivo il disegno di legge

Attenti a quei due, Barili e Abbate presentano "Antologica" al Teatro dei Calanchi

Sogni sul lago

Pd: "Serenità nell'attesa dell'esito delle indagini. Inopportune e incoerenti le opposizioni"

Villa Paolina

Consiglio provinciale, nel 2017 si va a nuove elezioni

San Venanzo aderisce alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Al Mancinelli "Non ho peccato abbastanza". Il teatro denuncia la violenza

In morte di un amico

Dalla giunta regionale un milione e settecentomila euro per gli asili nido

Un torrone natalizio per aiutare i terremotati della zona di Norcia

"Crash Scene. Indicazioni Salva Vita", nell'ambito della Campagna ACI "Strade Sicure 2016"

L'Arma celebra Virgo Fidelis. "Date speranza a chi l'ha perduta"

Uno zar alla corte del re tartufo. A Ivan Zaytsev il Vanghetto d'Oro 2016

Si dimette l'assessore Martino. Entro 48 ore, nuovo ingresso in giunta

La pallacanestro orvietana compie 70 anni. In corso i preparativi per le celebrazioni

Liberati (M5S): "Quinto giorno di assordante silenzio da Catiuscia Marini"

"Lo scrittore non ha fame", il nuovo coinvolgente romanzo di Maria Letizia Putti

"Lo Yoga di Yogananda". Presentazione del libro e workshop esperienziale

Dopo il terremoto, controlli nelle scuole. "Alla Barzini, le problematiche non sono riconducibili al sisma"

Fonti del Tione, risolti i problemi con la sostituzione dei filtri

Sì al pre-dissesto in Provincia, nonostante il parere negativo dei Revisori dei Conti

Servizio tributi, prelievo di 44 mila euro. In consiglio, letta la nota della Fondazione Cro

Ztl, segnaletica stradale e manutenzione. Sollecitazioni bipartisan in consiglio

PalaCongressi, a gennaio 2017 la pubblicazione del bando europeo

Un fiore per Bianca

Frana di Sugano, si attende il secondo finanziamento per terminare la messa in sicurezza

Piene del Paglia e gestione dell'emergenza, l'amministrazione prova a fare chiarezza

Torquati e Balestra, chi sfiora il ridicolo?

Le mille voci di Antonio Mezzancella animano il pomeriggio a "Porta d'Orvieto"

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, i supermercati dell'Orvietano coinvolti

Istituto di beneficenza "Piccolomini Febei", nel cda entra Piergiorgio Pizzo

La riqualificazione del centro storico passa per la rimozione dei pali, sì unanime del consiglio

Incidenza tumorale a Bagni, botta e risposta in consiglio

"Trattenere dal contributo italiano al bilancio Ue le risorse per la ricostruzione post-terremoto"

Impiantistica sportiva di Ciconia nel degrado, la vicesindaco ridimensiona

Aree Interne, ok alla bozza di strategia. Respinta la risoluzione sulla MedioEtruria

Meteo

mercoledì 22 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.4ºC 92% buona direzione vento
15:00 12.1ºC 93% buona direzione vento
21:00 11.2ºC 99% foschia direzione vento
giovedì 23 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 11.1ºC 96% scarsa direzione vento
15:00 13.5ºC 85% buona direzione vento
21:00 10.8ºC 98% discreta direzione vento
venerdì 24 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 11.5ºC 90% foschia direzione vento
15:00 14.7ºC 74% buona direzione vento
21:00 10.6ºC 98% buona direzione vento
sabato 25 novembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 12.1ºC 94% foschia direzione vento
15:00 13.6ºC 77% buona direzione vento
21:00 11.2ºC 96% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni