sociale

Da ottobre "Primo piano" insabbiato a notte fonda. Protestano la redazione del TG3 e la Tavola della Pace

lunedì 19 maggio 2008
"Vogliamo Primo Piano in prima serata." Così Flavio Lotti e Grazia Bellini, coordinatori nazionali della Tavola della pace, intervengono sulla decisione del Consiglio di Amministrazione della Rai di spostare la trasmissione Primo Piano a notte fonda. La presa di posizione scaturisce, insieme a quella altrettanto drastica e allarmata di tutta la redazione del Tg3, dalla decisione presa a fine mandato, dal Consiglio di amministrazione della Rai. Da ottobre, infatti, Tg3 e Primo piano, che da 10 anni occupano la seconda serata di Raitre, saranno spostati a notte fonda e al loro posto ci sarà una striscia di intrattenimento. "Se c'è da spostare il programma di approfondimento del TG3 - continua la Tavola della Pace - la Rai lo deve mettere in prima serata e non a notte fonda. Basta con gli spazi di approfondimento per nottambuli. Da lungo tempo centinaia di organizzazioni, laiche e religiose, ed enti locali chiedono alla Rai più informazione di qualità al servizio dei cittadini, più informazione dal mondo sul mondo, più attenzione alle persone e meno gossip, più spazio alla società responsabile e meno spazio ai politici. La Rai non può rispondere togliendo anche quel poco che c'è. Che semmai va rinnovato e migliorato. Se il Consiglio di Amministrazione della Rai decidesse di confermare la sua decisione provocherebbe un'ulteriore frattura con i cittadini che pagano il canone e ancora aspettano di ricevere in cambio un buon servizio pubblico". "Vogliamo più informazione di qualità che riporti la vita delle persone e la realtà del mondo in primo piano e in prima serata - concludono Lotti e Bellini -. Per questo obiettivo, la Tavola della pace sta lavorando all'organizzazione di una manifestazione nazionale per un'informazione e una cultura di pace da tenersi davanti alla sede della Rai."

Commenta su Facebook