sociale

Preoccupazione di Confcommercio per la microcriminalità sulla rupe

lunedì 21 aprile 2008
Dopo alcuni fatti gravi che hanno colpito Orvieto e la seconda rapina al negozio del centro storico Alter Ego, il Presidente di Confcommercio Giuseppe Santi ha espresso la sua preoccupazione per il clima che si sta venendo a creare sulla rupe: Non si pu pi continuare ad andare avanti in questo clima di insicurezza; possiamo dire che siamo entrati in un clima di guerra dichiarata. Al di l delle scelte pi o meno discutibili che i vari governi hanno effettuato nel corso degli anni per tamponare il problema della criminalit, necessario intervenire concretamente per far fronte in modo efficace e rapido alla situazione. Secondo Santi serve ora pi che mai una sinergia di intenti e iniziative tra forze dellordine, sindacati, associazioni di categoria e amministrazione per attivare iniziative di controllo reali attraverso un supporto tecnico di chi conosce bene il problema e di chi possiede i mezzi per poterlo risolvere.Prima di formulare ogni ipotesi fondamentale, a suo avviso, fare il punto della situazione per verificare quali sono le zone maggiormente colpite utilizzando, se verr ritenuto opportuno, aree di videosorveglianza o rafforzando i controlli. La presenza sempre pi consistente di rom e vagabondi nella zona di Piazza Del Commercio ad Orvieto scalo e tra le strade di Orvieto, sta generando un clima di insicurezza che si sta diffondendo tra la gente. Il Presidente stesso ha riportato di un episodio successo qualche giorno fa nell'ufficio di ConCommercio in piena mattina: un rom ha cercato di entrare con la forza dopo un rifiuto ad aprire la porta e il personale si visto costretto ad avvertire i Carabinieri per allontanarlo. Santi sottolinea che verificato ultimamente un incremento di episodi di criminalit collegati alla presenza massiccia di immigrati comunitari e non. Le rapine erano un fatto eccezionale e sporadico. Da un rapporto presentato a giugno 2007 dal ministro dellInterno Giuliano Amato sulla criminalit nel 2006 risulta che in Italia gli stranieri costituiscono il 51 per cento dei denunciati per rapina o furto in abitazione, il 45 per cento per rapina, il 39 per cento per violenze sessuali, il 36 per cento per gli omicidi consumati e il 31 per cento per quelli tentati, il 27 per cento per lesioni colpose. Se a queste percentuali si sottrae quella relativa agli immigrati regolari, si sale al 74 per cento per omicidio, al 72 per cento per il tentato omicidio, al 62 per cento per violenza carnale e al 63 per cento per sfruttamento della prostituzione. E gli immigrati sono una percentuale molto al di sotto del 10 per cento della popolazione italiana. "I dati parlano - conclude il Presidente di Confcommercio - e ci aspettiamo iniziative anche territoriali su un fenomeno che non pu pi essere visto in chiave buonista laddove nel resto dItalia si iniziano a comprendere queste dinamiche e ad intervenire in modo efficace e pertinente".

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"