sociale

Ex Ospedale di Orvieto: nessuna ipotesi ufficiale di vendita. Lo specifica il Presidente della Provincia rispondendo a un'interrogazione unitaria del centro sinistra

martedì 22 gennaio 2008
“Non c’č alcuna comunicazione ufficiale in merito alla ventilata ipotesi di vendita dell’immobile dell’ex-Ospedale di Orvieto”. Lo ha comunicato ieri in Consiglio il Presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, rispondendo ad un’interrogazione presentata dai Consiglieri Roberto Forbicioni (SD), Danilo Buconi (Sinistra unitaria per l’Italia), Marsilio Marinelli (PS) e Roberto Battistoni (PRC), in cui venivano chiesti chiarimenti in merito alla futura ubicazione degli uffici del Circondario Orvietano, ospitati proprio nell’ex complesso ospedaliero, qualora quest'ultimo fosse venduto. Nell’immobile, che per accordo di programma tra Asl Comune e Regione č recentemente passato al fondo regionale, la Provincia ha infatti dislocato alcuni uffici a seguito di una convenzione con il Comune e la Comunitŕ Montana, in considerazione dell'impegno della Provincia per la realizzazione de “Il Palazzo del Gusto” all'ex Convento di San Giovanni, di proprietŕ della Provincia stessa. "L’alienazione dell’immobile – ha spiegato Cavicchioli - dipenderŕ dalle decisioni che assumeranno la Regione e il Comune di Orvieto, tenendo conto della destinazione del bene che dovrŕ essere ulteriormente definita e dell’esito della conseguente asta per la sua vendita. In questo caso approfondiremo la questione con la Regione e lo stesso Comune inquadrandola nei rapporti complessivi tra gli Enti“. Il Capogruppo della SD, Roberto Forbicioni, ha invitato il Presidente della Provincia a vigilare sulla vicenda, sottolineando il rilevante ruolo di decentramento e le funzioni di raccordo che il Circondario svolge per gli utenti del territorio. Secondo tra Comune di Orvieto, Regione e ASL, l'immobile, il cui valore č stato valutato dall'Agenzia di Territorio pari a 6.137.2346,00 euro, a cui vanno aggiunte in aumento le opere migliorative realizzate dal Comune (che una commissione sta valutando e che dovrebbero grosso modo aggirarsi intorno ai 720mila euro), verrŕ assegnato alla Regione, che procederŕ alla riconversione e alla valorizzazione del bene secondo le previsioni urbanistiche del Comune di Orvieto. Le risorse al netto che proverranno dall'operazione saranno assegnate dalla Regione alla ASL 4, perché siano destinate - "in via preferenziale", si dice nell'accordo - allo sviluppo e alla riqualificazione dei servizi sanitari del territorio di Orvieto e per il piano di riordino del Nuovo Ospedale comprensoriale del Santa Maria della Stella.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire