sociale

La legge non č tassativa per tutti: troppo fumo nella casa comunale. Lo segnala un cittadino salutista

giovedì 15 novembre 2007
La legge, in qualche caso, non sembra essere tassativa per tutti; o forse, piů semplicemente, ci sono leggi che sono considerate meno importanti di altre e verso le quali si deroga con una certa indulgenza. E' il caso della 16/01/2003 sul divieto di fumo nei luoghi pubblici di lavoro e di svago che, dopo lunghe vicissitudini e modifiche dei regolamenti di attuazione, č entrata definitivamente in vigore nel gennaio 2005. La legge, sul cui fronte si č molto impegnato nei due anni e mezzo del suo mandato l'allora Ministro della Salute Sirchia, ha soprattutto lo scopo - in Italia come nel resto d'Europa e con un rigore davvero esemplare negli Stati Uniti - di difendere la salute di tutti e, in particolare, dei non fumatori, di tutelare i cittadini dal fumo passivo e di contrastare, specie per quanto riguarda i minori, l'influenza negativa di modelli culturali fuorvianti promossi dalle multinazionali del tabacco. Cosě, un cittadino orvietano esemplare che desidera restare anonimo, segnala alla redazione di Orvietonews.it per avere pubblica voce che, un paio di giorni fa, durante una riunione in uno degli Uffici del Comune di Orvieto, i partecipanti fumavano di brutto dando prova, sia pure durante una situazione piů informale, di un comportamento tutto sommato infrattivo e poco edificante. Nulla di platealmente grave: anche se con le ultime modifiche la legge sul fumo č stata finalmente applicata e osservata in modo piů tassativo siamo ancora abituati a qualche indulgente deroga. Diamo tuttavia voce alla lamentela del nostro lettore salutista sia perché ci sembra giusto che, nella casa comunale, si dia il piů possibile il buon esempio, sia perché ci appare singolarmente positivo il fatto che, in un mondo in cui l'informazione č spesso percepita in modo scandalistico, si ricorra a un quotidiano on line per una piccola battaglia di civiltŕ.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità