sociale

'Giornata Europea della Mobilità Professionale': oltre un milione di offerte di lavoro attrverso il servizio 'EURES' della Regione

martedì 25 settembre 2007
Si cercano un centinaio di medici in Spagna, l’intero staff di un ristorante e hotel in Lapponia (Finlandia), venditori specializzati per una nota società informatica e un idrogeologo in Irlanda, un tecnico informatico in Francia, un insegnante di italiano nel Regno Unito. Sono quasi un milione e 400mila, in questi giorni, le opportunità di lavoro in Europa che è possibile conoscere attraverso “Eures” (“Servizi europei per l’impiego”), la rete di cooperazione istituita dalla Commissione Europea per garantire il diritto alla libera circolazione dei lavoratori. A illustrare l’attività del servizio, in occasione della “Giornata europea della mobilità professionale e geografica”, è stata il consigliere “Eures” presso la Regione Umbria, Paola Lanari, nell’incontro che si è svolto stamani a Palazzo Donini nell’ambito delle “Giornate europee del lavoro” che vede impegnate, in settembre, più di duecento città europee. “Quello della mobilità – ha detto l’assessore regionale alle Politiche attive del lavoro Maria Prodi, introducendo i lavori – è un tema cruciale, che segnala un cambio di cultura e generazionale. Non è più, come negli anni scorsi, sinonimo di sradicamento sociale, povertà, emarginazione. La vostra generazione – ha aggiunto, rivolta agli studenti e ai giovani che gremivano il Salone d’Onore – vive da cittadino europeo, nella consapevolezza che la mobilità rappresenta un’opportunità e non una condanna, l’occasione per confrontarsi con realtà lavorative e concezioni del lavoro diverse da quella italiana, dove il posto fisso resta un ‘mito’. Giornate come questa – ha concluso – devono essere anche di stimolo per pensare in modo più ‘europeo’ il futuro lavorativo di ognuno”. Sono 31 i Paesi europei, i 27 dell’Unione europea cui si aggiungono Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, ricompresi nella rete Eures che “offre servizi di informazione e consulenza – ha precisato il consigliere Lanari – e fa incontrare domanda e offerta di lavoro. I datori di lavoro possono, attraverso Eures, diffondere gratuitamente la loro richiesta di personale, consultare i profili dei candidati e usufruire di un servizio di preselezione fornito dai consiglieri Eures. Le persone che sono in cerca di un impiego possono conoscere le opportunità di lavoro disponibili e avere tutte le informazioni necessarie per effettuare la scelta”. “Le richieste di personale – ha spiegato inoltre il consigliere Eures – possono riguardare tutte le aree professionali, anche se le possibilità sono superiori in alcuni settori, come quello alberghiero e della ristorazione, quello sanitario e nell’informatica. Le richieste si rivolgono sia ai giovani, ai quali viene offerta l’opportunità di un’esperienza temporanea ad esempio nella ristorazione, sia a chi possiede una professionalità elevata ed esperienza pregressa. Le possibilità – ha aggiunto - sono maggiori per chi conosce bene una o più lingue e possiede esperienza professionale”. Da alcuni anni il servizio “Eures” organizza in Italia, per aziende straniere, selezioni di personale per l’assunzione di giovani a tempo determinato.L’incontro, che è stato concluso da Ciro Becchetti, direttore della Direzione Sviluppo economico, formazione e lavoro della Regione, è servito a illustrare le opportunità internazionali e i vari strumenti a supporto. Sono stati illustrati, tra gli altri, il “portafoglio Europass” e l’esperienza di “Aiesec”, rivolta a studenti e neolaureati. Uno stimolo a uscire “fuori dal guscio” e ad avvalersi delle opportunità che offre la mobilità professionale e geografica è venuto da Valeria Lorenzini, dell’Ufficio Orientamento universitario dell’Università degli Studi di Perugia. Opportunità di lavoro e di studio, “curriculum vitae” sono inseriti, è stato ricordato, nella banca dati del portale Eures che consente l’accesso diretto alle informazioni della rete di cooperazione tra i Servizi europei per l’impiego, collegandosi all’indirizzo , e che fornisce anche ogni informazione utile riguardo “vita e lavoro” nel Paese europeo da dove proviene la richiesta di personale. In ambito regionale, è possibile accedere ai servizi contattando il consigliere Eures presso la Regione Umbria e i referenti Eures presso tutti i centri per l’impiego delle province di Perugia e Terni.

Commenta su Facebook

Accadeva il 11 dicembre

"ValorePaese". Immobili in concessione, con la promessa di rinascita

Pronta la prima area di sgambatura per cani, già previste altre due

Cena degli Auguri di Natale ed assemblea generale per l'Unitre

Vetrya Orvieto Basket d'autorità in casa della capolista

"Questa nostra Italia". In tanti a Orvieto per l'ultimo libro di Corrado Augias

Pulcinella

Orvieto FC, la prima squadra ritorna in vetta. Momento magico per la società

Orvieto Comune Europeo dello Sport 2017, la tribuna dello Stadio ha il tetto bucato

Quella faccenda lunga della "Settimana Corta"

Comitato Pendolari Roma-Firenze: "Delusi dall'assessore Chianella"

L'Orvietana mette paura alla capolista

In Via Vecchietti torna il Mercatino di Natale della Solidarietà

Pagamento mensa e trasporti, il bollettino arriva a casa

Torna "Valner.In.A.Box", il regalo che non dimentica l'Umbria post sisma

"Campioni in Cattedra" con il Coni, Alessio Foconi alla Scuola Primaria "Barzini"

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo a "Mezzogiorno in famiglia"

Televisori sintonizzati su Raitre, Orvieto in onda su "Geo&Geo"

Assemblea regionale di "Potere al Popolo Umbria"

XXV Convegno Internazionale di Studi su Storia e Archeologia dell'Etruria

Prestiti "ad occhi chiusi" in biblioteca per un invito alla lettura a sorpresa

Guasto meccanico all'ascensore del sottopasso ferroviario

In 350 sulla Rupe per la tre giorni di "Orvieto Tango Winter"

Consulta per il sociale e Consulta giovani al Villaggio di Natale con la mostra di pittura

Medaglia d'Oro alla Protezione Civile, sede umbra collegata per la cerimonia

Raffiche di vento e pioggia, si moltiplicano gli interventi dei Vigili del Fuoco

Giornata di studio all'Unitus, Lazio terreno fertile per il futuro