sociale

Il Consiglio comunale vicino ai pendolari per la fermata ad Orvieto dell'Eurostar 9454

lunedì 24 settembre 2007
Mercoledì scorso il Consiglio Comunale ha approvato, all’unanimità dei presenti, l’ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare del Partito Democratico che chiedeva sostegno ai pendolari per ottenere la fermata dell’EUROSTAR 9454 nella stazione ferroviaria di Orvieto. Nel documento approvato il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale chiedono ai responsabili di Trenitalia di prendere in considerazione la proposta di attuare la fermata dell’Eurostar 9454 presso la stazione ferroviaria di Orvieto. La fermata risponderebbe concretamente ai bisogni dei numerosi lavoratori pendolari di tutto il comprensorio orvietano. L’ordine del giorno del Consiglio è partito dalla considerazione che durante la sera attualmente sono previsti due treni di collegamento diretto Roma-Orvieto: l’EN 234 Allegro Tosca con partenza dalla stazione Termini alle 19,51 ed arrivo alle 20,42 e l’EN 286 Capri con partenza dalla stazione Tiburtina alle ore 21,55 ed arrivo alle 22,46. "Questa programmazione ferroviaria – si sostiene nel documento – lascia scoperto un arco di due ore in una fase temporale di evidente interesse per i numerosi pendolari che terminano il turno di lavoro pomeridiano intorno alle 20,00. L'attuale situazione costringe a lunghe attese alla stazione tenendo presente anche i frequenti ritardi, in partenza, del treno delle 21,55 proveniente da Napoli. Tale convoglio, inoltre, destinato a lunga percorrenza notturna, è composto quasi esclusivamente da carrozze letto, con due sole carrozze di posti a sedere coperte quasi esclusivamente con prenotazione di cui non possono usufruire gli abbonati costretti, così, a sedere sugli strapuntini, se non addirittura a viaggiare in piedi". "Questa situazione – continua l’ordine del giorno – penalizza esclusivamente i pendolari di Orvieto, poiché le altre stazioni principali che si trovano sulla linea ferroviaria Roma-Firenze godono di servizio di collegamento diretto tra le ore 20,00 e le 22,00. L’esclusione della fermata di Orvieto da parte dell’Eurostar 9454 appare una disparità di trattamento per una realtà territoriale con le stesse esigenze di tutela del pendolarismo. L’inserimento nel percorso dell’Eurostar 9454 anche della stazione ferroviaria di Orvieto garantirebbe ai pendolari orvietani un rientro in orario serale rapido e dignitoso e non costituirebbe motivo di un significativo aggravamento di orario per le successive stazioni".

Commenta su Facebook