sociale

Assistenza agli stranieri irregolari: l'Umbria rispetta pienamente la legge

venerdì 12 gennaio 2007
“In Umbria l’assistenza agli stranieri avviene nel pieno rispetto della normativa nazionale, e precisamente della legge 40, Testo Unico e regolamento di attuazione”. Lo ha affermato l’assessore regionale alla sanità, Maurizio Rosi, in risposta alla notizia riportata da alcune testate locali secondo la quale l’Umbria spenderebbe circa un terzo del budget nazionale per curare stranieri fuori assistenza. “Gli stranieri con regolare permesso di soggiorno residenti in Umbria al primo gennaio 2004 (dato a cui si fa riferimento) – ha detto l’assessore Rosi - risultavano l’1,96 per cento rispetto agli stranieri residenti in Italia. La percentuale risulta elevata se si pensa che la popolazione umbra è pari all’1,45 per cento della popolazione nazionale. In questo contesto – ha aggiunto Rosi - la percentuale degli stranieri irregolari è in linea con quella sopra citata anche perché, spesso, è l’anticamera della regolarizzazione”. Rosi, ricordando che l’Umbria, da sempre, è una Regione attenta all’accoglienza degli extracomunitari, ha evidenziato che esistono due linee di finanziamento per gli stranieri non regolarizzati. La prima è basata sulla stima dei presenti - quindi per l’Umbria è calcolato rispetto all’1,96 per cento delle presenze, (circa 800 mila euro l’anno) - la seconda è legata alla richiesta di rimborso per le prestazioni urgenti. Infine, il tavolo interregionale della mobilità internazionale di cui la Regione Umbria è coordinatrice, ha più volte evidenziato come ad oggi molte Regioni non sono in grado, per mancanza di organizzazione, di chiedere il rimborso delle prestazioni erogate a cittadini stranieri irregolari e, pertanto, tali spese non risultano al capitolo del bilancio dello Stato che viene citato. Al contrario, le Aziende Sanitarie della nostra Regione risultano virtuose da questo punto di vista in quanto recuperano capillarmente tutte le spese sostenute per l’assistenza ai cittadini stranieri. E’ chiaro perciò che il motivo per cui per la spesa sostenuta dall’Umbria risulta particolarmente elevata rispetto alle altre Regioni non è legato all’erogazione di un numero eccessivo di prestazioni a stranieri irregolari ma piuttosto ad una migliore capacità di recupero delle spese sostenute. Rosi ha anche annunciato che nei prossimi giorni si terrà una riunione con le Prefetture per ulteriori verifiche in merito.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"