sociale

Assistenza agli stranieri irregolari: l'Umbria rispetta pienamente la legge

venerdì 12 gennaio 2007
“In Umbria l’assistenza agli stranieri avviene nel pieno rispetto della normativa nazionale, e precisamente della legge 40, Testo Unico e regolamento di attuazione”. Lo ha affermato l’assessore regionale alla sanitŕ, Maurizio Rosi, in risposta alla notizia riportata da alcune testate locali secondo la quale l’Umbria spenderebbe circa un terzo del budget nazionale per curare stranieri fuori assistenza. “Gli stranieri con regolare permesso di soggiorno residenti in Umbria al primo gennaio 2004 (dato a cui si fa riferimento) – ha detto l’assessore Rosi - risultavano l’1,96 per cento rispetto agli stranieri residenti in Italia. La percentuale risulta elevata se si pensa che la popolazione umbra č pari all’1,45 per cento della popolazione nazionale. In questo contesto – ha aggiunto Rosi - la percentuale degli stranieri irregolari č in linea con quella sopra citata anche perché, spesso, č l’anticamera della regolarizzazione”. Rosi, ricordando che l’Umbria, da sempre, č una Regione attenta all’accoglienza degli extracomunitari, ha evidenziato che esistono due linee di finanziamento per gli stranieri non regolarizzati. La prima č basata sulla stima dei presenti - quindi per l’Umbria č calcolato rispetto all’1,96 per cento delle presenze, (circa 800 mila euro l’anno) - la seconda č legata alla richiesta di rimborso per le prestazioni urgenti. Infine, il tavolo interregionale della mobilitŕ internazionale di cui la Regione Umbria č coordinatrice, ha piů volte evidenziato come ad oggi molte Regioni non sono in grado, per mancanza di organizzazione, di chiedere il rimborso delle prestazioni erogate a cittadini stranieri irregolari e, pertanto, tali spese non risultano al capitolo del bilancio dello Stato che viene citato. Al contrario, le Aziende Sanitarie della nostra Regione risultano virtuose da questo punto di vista in quanto recuperano capillarmente tutte le spese sostenute per l’assistenza ai cittadini stranieri. E’ chiaro perciň che il motivo per cui per la spesa sostenuta dall’Umbria risulta particolarmente elevata rispetto alle altre Regioni non č legato all’erogazione di un numero eccessivo di prestazioni a stranieri irregolari ma piuttosto ad una migliore capacitŕ di recupero delle spese sostenute. Rosi ha anche annunciato che nei prossimi giorni si terrŕ una riunione con le Prefetture per ulteriori verifiche in merito.

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 marzo

Semaforo mobile blocca il traffico sul Ponte dell'adunata

Comprensorio e Intercomunale del Pd pronti per le Regionali, ampio consenso su Galanello

Coppia di Ficulle vittima della truffa della casa di legno, i carabinieri denunciano due messinesi

La Conferenza permanente delle Donne Democratiche di Orvieto elegge portavoce Alice Leonardi

Il clero della diocesi di Orvieto-Todi in ritiro spirituale a Spagliagrano

Zambelli Orvieto: sarà una Coppa Italia di grande attrattiva

Un logo per Civita di Bagnoregio. Via al concorso di idee per realizzarlo

Polemica rientrata, la sala piccoli interventi dell'ospedale è operativa

Le iniziative a cura del Centro di Documentazione Popolare di Orvieto

Il Lions Club vicino al Gruppo Fai di Orvieto per le Giornate di Primavera

Rupe di Sugano. Entro fine estate, via agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Nuova data per la tappa di Orvieto del tour "In strada con sicurezza"

Sacripanti (FdI-An): "Affidare quanto prima il Centro Congressi a soggetti esterni competenti"

Royale Confrerie Prestige des Sacres. Serata di beneficenza per sostenere la lotta contro il cancro

Sul palco di "Amateatro" è la volta di "Come d'Autunno"

La Farsiccia di Archeofood pronta a conquistare il San Giovanni di Orvieto

A Camorena le celebrazioni in ricordo del sacrificio dei Sette Martiri orvietani

"SNS Meeting" al Palazzo dei Congressi. Attività svolta e programmi di gestione e di sviluppo

Verso la candidatura del merletto italiano come patrimonio immateriale dell'Unesco

Cerimonia delle Candele e due nuovi ingressi per la Fidapa di Orvieto

Centrale a biomasse. Ancora un contributo per capire meglio

Perché aderire all’associazione Libera. Anche in Umbria occorre impegnarsi contro le mafie

Buoni frutti dall'impegno politico di Emily Umbria: molte le socie elette. Nell'immediato un'iniziativa politica il 7 aprile e la piena attuazione sul lavoro dei diritti per le pari opportunitĂ 

Settimana della Cultura: '...che il buon Dio ci faccia ritornare a casa sani e salvi e vincitori'. Lettere e cartoline di soldati della I guerra mondiale. All'Archivio di stato di Orvieto fino al 30 aprile

Settimana della Cultura: 25-31 marzo 2008. Domenica 30 Marzo visite guidate presso i tre Antiquarium Comunali di Baschi, Lugnano in Teverina e Tenaglie

Un voto a sinistra per una scelta di parte. Mercoledì 26 marzo incontro-dibattito con il candidato al Senato Giuseppe Ricci: ore 21 a Palazzo dei Sette

La valorizzazione della Tuscia passa per il Casello autostradale Nord. Soddisfazione di Assocommercio per il comune impegno dei Comitati dell'aeroporto di Viterbo e del Casello Nord

La Nuova Biblioteca Luigi Fumi si arricchisce della donazione Giuseppe Gadda Conti

Il Dottor Terrezza confermato direttore sanitario alla Divina Provvidenza di Ficulle. 600 firme a suo sostegno

Protestano i lavoratori dell'autogrill di Fabro chiuso per inagibilitĂ . Summit in Prefettura per trovare una celere soluzione

Confagricoltura Orvieto chiede coinvolgimento e trasparenza sulla centrale a biomassa

Giovedì 27 marzo a Orvieto incontro alle 21 con Giampiero Bocci e Carlo Emanuele Trappolino. Altri incontri a Viceno, Castelgiorgio, Porano