sociale

Immigrazione: storia di C., eliminata dal reality di Prodo

giovedì 9 novembre 2006
di Giancarlo Imbastoni
Succede che, nella europeissima Italia, più precisamente nella civilissima Orvieto, esattamente nella amena frazione di Prodo, una ragazza rumena di professione badante ma senza permesso di soggiorno sia stata denunciata tramite lettera anonima all’Autorità di Polizia, e come tale espulsa con il divieto di reingresso per dieci anni. Il motivo (dei più classici) è che turbava i sogni di qualche anziano. Ora la ragazza di poco più di venti anni, che chiameremo C., è ripartita in lacrime ieri l’altro verso il suo inferno di origine, fatto dei soliti orrori che non sto qui a raccontare. Ora io ti voglio chiedere scusa C. perché abbiamo all’interno della nostra microcomunità un essere capace di condannarti permettendosi il lusso dell’anonimato, ti chiedo scusa perché abbiamo ancora in vigore la Bossi-Fini (già perché??) che fa del tuo lavoro di cura un reato, ti chiedo scusa perché non hai mai fatto male neanche a una mosca e ti vogliamo tutti bene meno uno, ti chiedo scusa perché non sapevo dire altro ieri, e sono scappato prima di mettermi a piangere anch’io; ti chiedo scusa perché la beffa finale di tanta disumanità è che tra cinquanta giorni la Romania dovrebbe (non so bene i termini) entrare nell’U.E. e tutto questo forse non sarebbe potuto più succedere. In questa storia non c’è una morale, c’è solo uno sfogo (non solo il mio) e una constatazione: voi mille e passa immigrati, regolari e non, rimanete comunque invisibili a tenere quotidianamente in piedi Orvieto, i suoi pannoloni, le sue vigne, le sue cucine, e per alcuni di voi basta carta e penna per cambiarvi la vita, cioè quasi a togliervela, e non c’è neanche l’obbligo di firma. E se qualcuno leggesse in quello che dico una giustificazione all’illegalità, problemi suoi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"