sociale

Le principali associazioni di categoria dell’Orvietano a sostegno dell’Università

mercoledì 16 agosto 2006
Scendono ufficialmente in campo, a sostegno del Corso di laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni del CSCO, a rischio soppressione per la recente decisione del rettore Bistoni di non rinnovare la convenzione che lo attiva annualmente, le associazioni di categoria di Orvieto e dell'Orvietano che, dopo una fase di concertazione, hanno emesso un comunicato congiunto per esprimere la propria approvazione alla fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto “in vista di una sempre maggiore varietà e qualità dell’offerta di didattica e di una crescita del polo universitario compatibile e funzionale allo sviluppo della città e del territorio”. La soppressione del Corso – affermano le tre confederazioni di categoria - “non farebbe che impoverire l’offerta didattica di un polo formativo che sta lentamente delineando una propria fisionomia ed acquistando importanza nel panorama delle università italiane. Di seguito, in versione integrale, il comunicato stampa congiunto di Confesercenti, Confcommercio e CNA di Orvieto:
A seguito delle dichiarazioni del rettore dell’università di Perugia e delle reazioni che ne sono seguite, le associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio e CNA di Orvieto esprimono un giudizio fortemente negativo sia per i contenuti che per i modi in cui l’intera vicenda si è svolta, e sono concordi nel ritenere che la soppressione, vera, presunta o ventilata, del corso di laurea in ingegneria delle telecomunicazioni, non farebbe che impoverire l’offerta didattica di un polo formativo che sta lentamente delineando una propria fisionomia ed acquistando importanza nel panorama delle università italiane. Non volendo entrare nel merito né dei presunti ricatti del rettore né delle valutazioni politiche a livello regionale e nazionale, le tre associazioni confermano la propria approvazione e il proprio sostegno alla fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto, in vista di una sempre maggiore varietà e qualità dell’offerta di didattica e di una crescita del polo universitario compatibile e funzionale allo sviluppo della città e del territorio, sia dal punto di vista culturale che economico e sociale. Già nei mesi scorsi le singole associazioni si erano mobilitiate sia per aumentare gli scambi tra il CSCO e il tessuto produttivo dell’orvietano, sia per dotare il centro stesso di alcune infrastrutture necessarie allo svolgimento dell’attività didattica e formativa. Confesercenti, Confcommercio e CNA confermano quindi la volontà di adoperare le proprie forze, congiuntamente alle altre presenti in città e nel territorio, affinché quello di Orvieto diventi un polo universitario sempre più efficiente ed autonomo. 16 agosto 2006 CONFESERCENTI – CONFCOMMERCIO- CNA

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 novembre

Frammenti di esistenze amorose... ovvero lÂ’insopprimibile vizio della vita

Consiglio provinciale: Il mancato numero legale sul bilancio sintomo di evidente debolezza di giunta e maggioranza. Lo dichiara Danilo Buconi

Conclusa la XXII Mostra del Tartufo di Fabro. Video intervista alla vincitrice del "Vanghetto d'Oro e al Sindaco Terzino

370mila euro all'Intercom dell'Orvietano dal Fondo regionale di protezione civile

Caccia e Pesca. Disposizioni per la riconsegna del tesserino e attività di contenimento degli storni

“EstroVersi” mattatori della BTC di Roma

Verso la valorizzazione del Santa Cristina di Porano. Presentata la stagione 2009/2010

Pregiudicato moldavo rintracciato e denunciato dall'Anticrimine del Commissariato

NaturalmenteÂ…a cena. Ristorante “I Sette Consoli” e Condotta Slow Food insieme per un convivio biologico e biodinamico. Prenotazioni entro mercoledì

17 novembre. Giornata mondiale degli studenti. Manifestazione ad Orvieto per il diritto allo studio

17 novembre, il perchè di questa data

Sciopero generale studentesco, l'appello italiano di Unione degli Studenti e Link Coordinamento Universitario

Riforma, il ddl Aprea in sintesi

Mostra del Tartufo. Oltre 8mila presenze nell'edizione 2009

Approvato in Provincia l'assestamento di Bilancio. Voto favorevole della maggioranza, no di Pdl e Udc

Approvato il PRG a Porano. Dure accuse dell'opposizione: la nuova amministrazione ha patteggiato con chi tiene sotto scacco un'intera comunità

La lettera d'impegno dei ricorrenti al PRG