sociale

Reati e incidenti in diminuzione nel Comprensorio Orvietano. Lo evidenziano i dati 2005 del Comando Carabinieri di Orvieto

venerdì 13 gennaio 2006
di laura
Bilancio dei dati 2005 per il Comando dei Carabinieri di Orvieto. Li ha resi noti il Capitano Andrea Lachi, alla guida del locale Comando dell’Arma dei Carabinieri dallo scorso 20 settembre 2005. Nel 2005 nel territorio di competenza del Comando, che come noto comprende le varie Compagnie comprensoriali, si sino avute 602 denunce e 61 arresti, in lieve diminuzione se raffrontati ai 58 arresti e alle 584 denunce del 2004. Un dato significativo riguarda invece i furti: 386 casi, di cui 79 in appartamenti; 45 quelli scoperti. Nel 2004 i furti scoperti erano stati 33 su 429, di cui 163 in appartamenti. Si registra quindi un declinare dei furti stessi e, soprattutto, una netta diminuzione dei “topi d’appartamento”: il furto, insomma, sembra spostarsi piů verso il patrimonio che verso il nido familiare. Evidente anche la maggiore efficienza dell’Arma, con il reato in diminuzione e gli arresti in aumento. “Merito anche dei cittadini – afferma il capitano Andrea Lachi – che collaborano maggiormente con le forze dell’ordine, telefonano di fronte a situazioni sospette, segnalano i particolari importanti”. Anche rispetto alla sicurezza stradale sembrano farsi avanti, nei cittadini, una maggiore cultura e una maggiore prudenza. Riguardo agli incidenti in cui sono intervenuti i carabinieri, uno soltanto č stato mortale nel 2005, 59 con feriti e 55 senza. Nel 2004 erano stati invece registrati 112 incidenti con feriti e 65 senza. Anche le multe erogate sono state in minor numero: dalle 1500 del 2004 si č passati alle 1000 del 2003. Il dato confortante di una netta diminuzione nei campi sopra menzionati puň essere probabilmente attribuito al diffondersi della cultura della sicurezza, grazie alle campagne e alle azioni educative che, a cominciare dalla scuola, si fanno in questo settore. Sembrerebbe che gli effetti comincino ad arrivare. Per quanto riguarda l’opera di controllo del territorio č stata, nel 2005, numericamente meno sostenuta. “Cosa dovuta al fatto – afferma il Capitano Lachi – che siamo stati maggiormente impegnati in servizi d’altro tipo, come ad esempio vigilanza, scorte, ordine pubblico. In ogni caso sono state disposte 7500 pattuglie con 12.800 militari impiegati (erano state 8100 con 14000 militari in forza nel 2004). Rispetto alle 24000 persone controllate e alle 28.500 identificate durante le pattuglie nel 2004, si č passati alle 18900 controllate e alle 23000 identificate del 2005. In flessione anche la droga, che passa dai 18 reati legati a questo fenomeno del 2004 a 10 reati nel 2005. Anche analizzando la tipologia dei reati Orvieto e l’Orvietano sono, secondo il Capitano Lachi, una realtŕ vivibile e non certo ad allarme sicurezza. Tutti ricorderanno il caso eclatante dell’anno, l’omicidio dell’elettrauto di Allerona, ma pur essendo una dolorosa anomalia sul piano umano, si tratta, secondo il Capitano, di una costante inevitabile e non eccessivamente preoccupante dal punto di vista del reato penale. Malavita piuttosto contenuta, dunque, in questo Comprensorio che del resto, a configurarsi come luogo attrattivo e vivibile ci tiene. Dal punto di vista della prevenzione e della diffusione della cultura della legalitŕ i Carabinieri di Orvieto stanno facendo, secondo le disposizioni di un’iniziativa nazionale recentemente avviata, la loro attiva parte. Sono infatti entrati proprio con il corrente anno scolastico nelle scuole medie e superiori del Comprensorio, per contribuire, dal loro punto di vista e con la loro esperienza, alla formazione consapevole del cittadino partendo, come č giusto che sia, dalla relazione con i giovani e i giovanissimi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 gennaio

Complanare, nuova fase di spinta oleodinamica del ponte in acciaio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il terzo numero dell'aperiodico di Letteralbar

Azzurra Ceprini A1. Palla a due al PalaPorano con San Martino di Lupari

Montelone, la Provincia scioglie il silenzio. La prossima settimana, il bando per i lavori stradali

In manette 22enne, rubò chioccia con tutti i pulcini

Larocca interrompe lo sciopero: "L'amministrazione continuerà a vigilare"

Approvato l'odg per inserire il "reato di tortura" nell'ordinamento italiano. Il plauso di Amnesty International

Esce "Studi Interrotti", l'album d'esordio de "Gli Scontati". Il 28 gennaio al Valvola

Sfilata di maschere e carri allegorici per la "Festa di Carnevale" di Porano

Torna a luglio la seconda edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano"

Tir si ribalta in Autostrada, code e disagi bloccano il traffico

Due ristoranti "nostrani" alla sfida Tv di Alessandro Borghese

Lasciavano le auto su "quattro ceppi" e scappavano, beccata la banda del cric

Regione contro l’inceneritore in Umbria, ma i comitati chiedono garanzie sulle discariche

Garbini lascia, si dimette il sindaco di Castel Giorgio

Bollo per i veicoli di interesse storico o collezionistico: dal primo gennaio riduzione del 10 per cento

Auto alluvionate, Sacripanti (FdI-An) sollecita un nuovo bando per il risarcimento dei danni

Consiglio regionale, respinta la mozione sul "sostegno alla famiglia naturale"

Punti nascita, la presidente Marini rassicura: “Non sono previste altre chiusure”

"Ravensbrück. Il lager delle donne", gli scatti di Ambra Laurenzi al Palazzo del Popolo per il Giorno della Memoria

A Città della Pieve nasce il liceo musicale. Open Day di presentazione

"Internet e le nuove generazioni: ripartiamo dalla famiglia". Incontro conclusivo per "Famiglie al centro"

Differenziata lumaca, ora la Regione corre ai ripari: obiettivo 60% entro l'anno

Piano comunale di classificazione acustica, nulla di fatto. In standby le controdeduzioni

Kino-Workshop al Centro Viva. A lezione di linguaggio cinematografico

Incontro informativo sull'iniziativa comunitaria "Garanzia Giovani"

Jasmine Rossini: "Per la Zambelli Orvieto il campionato è aperto"

Cardinali al Sindaco: "Sul parco del Paglia ci dica cosa bolle in pentola"

Sanità, la giunta regionale umbra sospende il ticket intramoenia

Folklore e tradizione si incontrano per la seconda "Giornata delle Pasquarelle"

Il vescovo presiede i funerali di don Adelmo Ciurletti

Sacripanti (FdI-An) propone l'istituzione di un forum civico in materia di assistenza socio-sanitaria

Dall'orto al piatto. Dalla collaborazione fra le scuole, un progetto sperimentale

La Regione investe quasi 3 milioni di euro per finanziare la competitività delle aziende vitivinicole

Centro Studi, via allo "Spring Semester" della Kansas State University e della University of Arizona

Orvieto tra le sezioni Cai che hanno collaborato alla rete sentieristica-escursionistica umbra

Furti e atti vandalici al Fanello. Tardani: "L'amministrazione si attivi per garantire la sicurezza ai cittadini"

Il Consiglio dei Ministri commissaria L'Umbria e decide per la chiusura anticipata della caccia

Ballo in maschera al Teatro Boni. Musica e divertimento, come in una favola

Luciani sollecita la riqualificazione di Piazza del Commercio: "Come si sta muovendo il Comune?"

Il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato, Germani: "Il terzo calanco non si farà"

Lo Sportello del Consumatore chiude i battenti: riflessioni sulla conclusione di un'esperienza

Rometti: "Per la Regione su Orvieto non ci sono assolutamente esigenze di ampliamento della discarica al terzo calanco"

L'assessore Cecchini: "Si è fatta ricadere sulle Regioni l’incongruenza fra le norme nazionali ed europee"

Contratti di Fiume, Minervini chiarisce la posizione delle associazioni private: "Fuori dalla Cabina di Regia".

Galanello Pd: "No al terzo calanco, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica"

Il Circolo Pd di Orvieto Scalo al lavoro per la riqualificazione del quartiere

Scopetti e Taddei Pd: "No categorico al terzo calanco, Comune e Regione non devono mollare"

Il teatro amatoriale colora Monteleone. La rassegna al Teatro dei Rustici compie vent'anni