sapori

"Itinerari di pAssaggio", in treno per scoprire le eccellenze alimentari

mercoledì 10 aprile 2019
di Davide Pompei
"Itinerari di pAssaggio", in treno per scoprire le eccellenze alimentari

C'è un esercito di pendolari che si spostano per necessità con orari contingentati. E c'è un popolo, più pacifico, di viaggiatori che sempre di più nei fine settimana e nei giorni festivi si muovono per piacere – svago, turismo e gite andata e ritorno nella stessa giornata – a bordo di un treno regionale. Per questi ultimi, le fermate di stazione in stazione possono rivelarsi occasione per scoprire tipicità ed eccellenze regionali.

Tra le venti proposte eno-gastronomiche della collana "Itinerari di pAssaggio", Trenitalia e Slow Food Editore hanno inserito, infatti, anche il collegamento ferroviario fra Terni e Terontola-Cortona. Scopo del progetto, illustrare il panorama di sapori che imbandiscono le tavolate delle regioni italiane e, al tempo stesso, promuovere il treno come mezzo per raggiungere oltre 500 produttori, botteghe e ristoratori segnalati da Slow Food nelle vicinanze delle stazioni ferroviarie.

Così da apprezzare le eccellenze alimentari regionali, per la maggior parte a chilometro zero, attraverso il treno, mezzo ecologico per eccellenza. La brochure dedicata all’Umbria e al collegamento Terni – Terontola-Cortona racconta le primizie disponibili nelle vicinanze delle stazioni ferroviarie di Terni, Spoleto, Trevi, Foligno, Spello, Assisi, Bastia, Perugia Ponte San Giovanni, Perugia Fontivegge, Perugia Università, Perugia Capitini, Perugia Silvestrini, Ellera Corciano, Magione, Torricella, Passignano sul Trasimeno e, appunto, Terontola-Cortona. Diciassette fermate, 137 chilometri di gusto.

Da Nord a Sud, gli altri "Itinerari di pAssaggio" individuati in tutta Italia collegano Aosta ad Ivrea, Torino ad Alba, Verona a Vicenza, Spotorno a Bordighera, Parma a Bologna, Pesaro ad Ancona e ancora Ancona a Pescara, Roma ad Albano Laziale, Napoli a Salerno, Bari a Brindisi. Entro fine anno, saranno disponibili anche le ulteriori brochure che completeranno la collana: Trento – Bolzano; Udine – Trieste; Parma – Milano; Firenze – Viareggio; Campobasso – Isernia; Potenza – Melfi; Lamezia – Rosarno; Palermo – Messina e Cagliari – Sassari.

"Trenitalia – evidenzia Maria Giaconia, direttore della Divisione Passeggeri Regionale – è impegnata nell’offrire collegamenti e servizi sempre più attenti alle esigenze delle persone che usano il mezzo più ecologico e più rispettoso dell’ambiente per viaggiare. Itinerari enogastronomici insieme ai collegamenti per raggiungere parchi, impianti sciistici, spiagge, borghi, giardini e siti patrimonio dell’Unesco sono la conferma dell’attenzione di tutto il Gruppo FS Italiane per favorire il turismo in Italia. Non solo nelle grandi città d’arte, ma anche nelle località di piccole e medie dimensioni ad alta attrattività culturale e paesaggistica, favorendo così la distribuzione dei flussi turistici".

"Da trent'anni Slow Food Editore – fa eco Carlo Bogliotti, direttore editoriale di quest'ultimo – grazie all’aiuto dei membri dell’associazione, cura una mappatura del territorio italiano con i migliori indirizzi in cui mangiare, bere e fare acquisti enogastronomici. Il tutto secondo la filosofia del buono, pulito e giusto. Una qualità assoluta, anche in termini ecologici e socioeconomici. Questa ricchezza di osterie, cantine, botteghe, piccoli produttori costituisce il meglio di un’Italia che si muove lentamente, mostrando la bellezza delle province con grande capacità di rispettare le tradizioni, i luoghi in cui è inserita, l’importanza che rappresenta anche a livello internazionale".

Commenta su Facebook