sapori

Germani, "Vino protagonista dello sviluppo del territorio Orvietano"

lunedì 8 aprile 2019
Germani, "Vino protagonista dello sviluppo del territorio Orvietano"

E' stato presentato lunedì 8 aprile a Verona, nell’ambito del Vinitaly 2019, come annunciato, il nuovo volume de "Le Guide di Repubblica" interamente dedicato all’Orvieto Doc Classico che racconta con un approccio inedito l’area di produzione dei vini della Doc Orvieto. All’evento, accanto al direttore delle Guide di Repubblica, Giuseppe Cerasa, sono intervenuti la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore regionale all’agricoltura Fernanda Cecchini, il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella, il presidente del Consorzio per la Tutela Vini Orvieto Vincenzo Cecci, il sindaco di Orvieto Giuseppe Germani e il sindaco di Castiglione in Teverina Mirco Luzi. Presente, anche l'assessore all'agricoltura, Alessandra Cannistrà.
 
Nel qualificato contesto della più grande manifestazione italiana dedicata all’enologia, è stato evidenziato, tra l’altro, quanto e come il vino è, per Orvieto, un elemento che storicamente fa parte della città. “È nel suo Dna sin dall’epoca etrusca - ha detto il sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani - ed ha caratterizzato ogni epoca e civiltà successiva, arrivando ai giorni nostri con il suo alto potenziale di prodotto ed eccellenza di territorio che si è via via sempre più affermato nel mondo. 

Un territorio, dove l’agricoltura e il paesaggio rurale rappresentano appunto la matrice principale che riconnette le diverse componenti di quella che oggi costituisce la strategia di Area Interna del sud-ovest dell’Umbria.  Il sistema agricolo locale nel settore vitivinicolo ha saputo raggiungere una competitività legata a prodotti di punta e allo sviluppo di poli d’innovazione con la creazione di prodotti di eccellenza e tipicità. 
Oggi, il modello di sviluppo che il nostro territorio intende implementare nel settore agricolo passa senza ombra di dubbio attraverso il potenziamento e la valorizzazione dell’agricoltura e del paesaggio come apparato di connessione tra sistema di formazione, turismo, produzione di colture, cultura, enogastronomia, innovazione. Di questo processo di cambiamento il vino è sicuramente il grande protagonista”.  


Questa notizia è correlata a:

Presentata al Vinitaly la nuova guida Orvieto Doc Classico

Commenta su Facebook